Avvistamenti di Ufo: dal 14 Febbraio 1900 al 19 Aprile 2011.

24 maggio 2011

Avvistamento di un U.F.O. in pieno giorno.

24 Maggio 2011.

Nel corso del XX sec., ed in maniera particolare nel corso della seconda guerra mondiale, gli avvistamenti di OVNI si intensificano, divenendo, a volte, “invadenti” tanto che, addirittura, gli U.F.O. si pongono all'inseguimento di veicoli terrestri e, a volte, vengono pesantemente attaccati dalla contraerea statunitense,senza riportare alcun danno,avendo le forze armate americane  scambiato l'U.F.O. di turno come una probabile arma di distruzione giapponese, facendo registrare, di fatto, alcuni fra i più sconcertanti avvistamenti di U.F.O. di massa della storia dell'umanità. 

Il tutto ha inizio il 14.02.1900, quando, durante una scampagnata verso Hanging Rock, quattro ragazze e la loro insegnante di matematica scompaiono nel nulla. Le quattro ragazze sentono un suono arcano, le lancette si fermano su mezzogiorno e vengono misteriosamente attratte verso la cima del monte. Tuttavia una delle ragazze non ce la fa a salire per via della sua corpulenza e della paura provocata da fatti strani che stavano avvenendo (insolite figure, suoni e visioni celeste), fatti strani che la fecero tornare indietro urlando e in stato di shock. La ragazza riferì che l’ultima cosa che vide fu che le tre amiche avanzavano scalze in stato di estasi, scivolando sulle rocce verso un enigmatico oggetto. Solo una delle tre ragazze verrà ritrovata una settimana dopo, completamente svuotata di memoria e con strani segni addosso. Anche la loro insegnante di matematica (che le andò a cercare) scomparì nel nulla. Molti testimoni riferirono di avere avvistato strane luci e strane nuvole prima e dopo della scomparsa delle ragazze. Sull'intera faccenda è anche stato realizzato un film. 


Nella prima metà del ‘900, Karl Muller decise di stilare un elenco di ben 174 enigmi lunari, che fu continuata ed ampliata da H. Gramatsky. Un altro elenco fu stilato dall’astronomo Percy Wilkins.

Un resoconto dettagliato di moltissimi avvistamenti UFO nell'antichità fu pubblicato nel 1900 da Charles Fort negli USA. Fort documentò numerosi rapporti di oggetti anacronistici (oggi chiamati anche OOPART , o reperti "fuori dal tempo"), reperti archeologici o paleontologici di difficile collocazione storica che l'ambiente accademico tende a far rientrare all'interno delle teorie accettate, relegando le altre interpretazioni nella categoria della pseudoscienza . Molti di questi fenomeni sono ormai, nell'insieme, convenientemente citati come fenomeni forteani, mentre altri hanno sviluppato la propria scuola di pensiero, per esempio gli UFO nell'ufologia, o rapporti non confermati di animali classificati nella criptozoologia . Per tutta la vita Fort raccolse decine di migliaia di annotazioni: si dice che ne abbia compilate almeno 40.000, ma probabilmente sono molte di più. Queste venivano addirittura raccolte su scatole da scarpe. Vi sono anche annotazioni prese su piccoli quadratini di carta, scritti con una stenografia inventata dallo stesso Fort. Alcune di queste annotazioni sopravvivono oggi in una collezione dell' Università della Pennsylvania . Frequentemente depresso e scoraggiato, Fort distruggeva i suoi lavori, ma era sempre in grado di riprendersi. Alcune note vennero gradualmente pubblicate dalla Fortean Society fino alla sua dissoluzione. Grazie alle sue ricerche Fort scrisse sette libri, di cui solo quattro sopravvivono: Il libro dei dannati (1919), Nuove terre (1923), Lo! (1931) e Talenti selvaggi (1932); uno dei libri fu scritto tra Nuove Terre e Lo!, ma fu abbandonato e assorbito in quest'ultimo.

- 4 Aprile 1901, Golfo Persico. Ruote luminose che girano sono avvistate presso la superficie dalla nave Kilwa.

- 10 Maggio 1902, Devon meridionale. Un gran numero di oggetti coloratissimi, simili a «piccoli soli», segnalati da un certo colonnello Markwick.

-   24 Febbraio 1904: la nave Supply avvista tre dischi luminosi, quattro volte più grandi del Sole. Volano in formazione perfetta, prima al di sotto di alcune nubi, la cui altitudine è calcolata intorno ai millecinquecento metri. Più tardi si sollevano, entrano nello strato nuvoloso, e scompaiono.

-   2 Settembre 1905. Llangollen, Galles del Nord. Oggetto scurissimo in volo, a un’altezza di circa tre chilometri. 29 Marzo. Cardiff, Galles. Un tubo verticale di luce appare nel cielo, «come una sbarra di ferro arroventata fino ad assumere una luminosità color arancio», affermano i testimoni.

- 1/04/1905, Cherbourg, Francia. Un disco luminoso, con alone, avvistato sopra la città per parecchie notti consecutive.
 
- 1/02/1902, il Daily Mail riferisce che un disco luminoso è stato avvistato sul Galles: è rimasto librato immobile per qualche tempo e poi si è allontanato.

- 11/2/1905, Delaware (Inghilterra), un coltivatore locale avvista in cielo un U.F.O. a forma di triangolo, che attraversa il cielo e scompare nel giro di circa dieci secondi. Tal evento è debitamente documentato e l'U.F.O. avvistato è del tutto simile agli U.F.O. triangolari fotografati negli ultimi decenni.

- 2 Giugno 1906, Golfo di Oman. Raggi vorticanti di luce visti sull'acqua, nei pressi di una nave, come riferisce un certo signor Carnegie di Blackheath, Kent.
  
- 14 Marzo 1907, Stretto di Malacca. «Raggi che sembrano muoversi attorno ad un centro, come i raggi di una ruota... lunghi circa trecento metri», riferisce l'equipaggio della nave Orient.

- 2 Luglio 1906, Burlington, Vermont. Un'immensa torpedine scura si libra sulla città. Dai fori lungo i fianchi lancia lingue di fiamme e scintille. Dapprima sembra stazionaria su College e Church Street, poi segue un forte contraccolpo. Le fiamme si ravvivano e l'oggetto si allontana. È scorto un piccolo disco luminoso che si distacca dalla nave madre e scompare.

- Nel 1908 un U.F.O. sferico luminoso fu visto sorvolare Bridgewater (Massachusetts).

- Nel 1908 in Siberia esplode in aria quella che potrebbe essere un U.F.O. o un'arma non terrestre con effetti pari a quelli di una bomba atomica.

- 1/05/1908, Vittel, Francia. Un disco luminoso, grande quanto la Luna, appare nel cielo. È circondato da un alone in forma di fascia. Dopo qualche tempo, attraverso il disco appare, obliquamente, una striscia nera.

- 17 Marzo 1908, Peterborough, Inghilterra. Un oggetto rumoroso, fornito di luci, sorvola la città. Esiste il rapporto della Polizia.

- 18 Maggio 1909, Caerphilly, Galles. Un uomo di Cardiff, certo Lithbridge, narra che, mentre stava camminando tra le montagne, si è imbattuto in una grandissima costruzione cilindrica sul ciglio di una strada solitaria. Dentro la costruzione ha scorto due uomini dall'aspetto strano, che indossavano indumenti simili a pellicce. Vedendolo, i due si sono messi a parlottare eccitatissimi in una lingua straniera. Dopo un attimo, la macchina si è sollevata in aria ed è volata via. Non aveva ali e faceva pochissimo rumore. Nel luogo da lui indicato è trovata una depressione nell'erba: è il primo rapporto, in questo secolo, che parla dell'atterraggio d'uno di questi oggetti.

- 10 Giugno 1909, Stretto di Malacca. Un'altra ruota luminosa girevole avvistata sopra le acque.

- 8 Settembre 1909, un oggetto luminoso attraversa la Nuova Inghilterra (USA) con grande rumore di macchinari.

- 31 Ottobre 1909, raggi luminosi scendono dal cielo sopra Bridgewater, nel New England, poi risalgono.

- 20 Dicembre 1909, un oggetto luminoso fu avvistato sopra Boston, Massachusetts.

- 23 Dicembre 1909, lo stesso oggetto è avvistato sopra Worcester, sempre nel Massachusetts: «spazza i cieli con un riflettore di potenza enorme». Ritorna due ore dopo, e migliaia di persone lo vedono. Rimane librato per poco tempo, si dirige verso sud, poi verso est, sul mare. 

- 24 Dicembre 1909, lo stesso oggetto ritorna su Boston. Numerosi rapporti sono fatti.

- 24 Dicembre 1909, Limerick, Irlanda. Un disco luminoso è avvistato sopra l'orizzonte, a nord-est: si muove lentamente verso sud, poi fa dietro-front e procede nella direzione opposta. L’oggetto è rimasto visibile per trentadue minuti.

- 31 Dicembre 1909, Huntingdon, Virginia occidentale. Tre enormi dischi luminosi di grandezza eguale compaiono nel cielo, di prima mattina.
  
- Nel 1909 moltissimi oggetti volanti sconosciuti sono avvistati negli USA e in Nuova Zelanda.

- 12 Agosto 1910. Mar Cinese Meridionale. Il vapore olandese Valentijn: «Una ruota orizzontale, luminosa, che girava rapidamente, poco sopra il pelo dell'acqua».

- 13 Gennaio 1910, Chattanooga, Tennessee. «Per il terzo giorno consecutivo una misteriosa aeronave bianca ha sorvolato Chattanooga, oggi verso mezzogiorno. Proveniva da nord, e si dirigeva verso sud-est... mercoledì è venuta da sud, e giovedì è ritornata verso nord». Il volo più lungo di un dirigibile verificatosi a quei tempi era stato quello da St. Cyr alla Torre Eiffel: un percorso di pochi chilometri.

- Nel 1911 si osservarono sul suolo marziano delle luci intermittenti bianco-azzurre, che furono interpretate come segnali di chiamata.

- 27 Gennaio 1912, un certo dottor Harris osserva un oggetto scuro, a forma di uccello, librato contro la Luna: la lunghezza è calcolata intorno ai 400 chilometri almeno.

-  6 Marzo 1912, Warmley, nei pressi di Bristol, Inghilterra. Un oggetto «splendidamente illuminato» si dirige verso Gloucester. «Grandioso!», «Come una folgore a tre punte», affermano gli spettatori sbalorditi.

- 8 Aprile 1912, Tisbury, Wiltshire, Inghilterra. Nubi che si muovono rapidamente. Due ombre scure, stazionarie, sopra le nuvole. Le nubi passano oltre ma le due macchie scure rimangono per circa mezz'ora.

- Nel 1913 migliaia di persone in Canada e in USA videro squadriglie di luci mobili fare evoluzioni nel cielo.

- 4 Gennaio 1913, Dover, Inghilterra. E’ stata avvistata un’«Aeronave » sconosciuta, con luci.

- 17 Gennaio 1913, Cardiff, Galles. Un’enorme aeronave che lascia una densa scia di fumo fu vista dal capo della Polizia del Glamorganshire.

- 24 Gennaio, 1913, Totterdown, nei pressi di Bristol. Delle luci brillanti che scesero precipitosamente dal cielo, illuminarono le colline lontane.

- 31 Gennaio, 1913: un tubo aereo con delle luci mobili fu avvistato in diverse zone del Galles del Sud.

- 28 Gennaio 1913: un'aeronave illuminata fu avvistata sopra Liverpool.

- 13 Agosto 1914, il giorno prima dello scoppio della Grande Guerra, oggetti a forma di campana furono avvistati sopra Elstree, Hertshire.

-  10 Ottobre 1914, una torpedine nera attraversa il Sole. Venne riferito che avesse i contorni «straordinariamente nitidi»; che fosse circondata da un alone «come una nave che sollevi ondate di schiuma bianca».

-  31 Luglio 1915, Ballinasloe, Irlanda. Un enorme corpo luminoso si diresse verso nord-ovest, rimase stazionario per quarantacinque minuti, poi si allontanò: scomparve definitivamente cinque ore dopo la sua comparsa. 

- 19 Luglio 1915, un disco luminoso fu visto mentre attraversa la Luna.
  
- 1916: una circolare dell'Intelligence diramata ai comandi delle forze armate inglesi avvisava di numerosissime segnalazioni avvenute dall'inizio della guerra riguardanti delle luci inspiegabili, potenti bagliori, luci sui campi sul suolo inglese. L'indagine dell'Intelligence riferì che fosse da escludersi categoricamente l'origine nemica di tali luci.

- Il 13 Ottobre 1917 a Fatima (Portogallo), più di 50.000 persone (che stavano assistendo alla famosa apparizione della Madonna) videro discendere dalle nubi un enorme disco argenteo che si muoveva in cielo seguendo una traiettoria a spirale. L'oggetto emanava calore al punto che il terreno bagnato dalla pioggia si asciugò. Dopo pochi minuti il disco risalì in cielo e sparì dirigendosi verso il Sole. L'evento ebbe rilevanza mondiale e rappresenta uno dei fenomeni mariani più conosciuti.

- Sempre nel 1917 e sempre a Fatima, centinaia di migliaia di persone assistono ripetutamente a sfere luminose che danzano nel cielo sotto le nubi, tracciando traiettorie apparentemente irregolari e poste tra gli osservatori a Terra e il Sole in cielo. Questo fenomeno, legato ad apparizioni mariane, diventerà noto con il nome “miracolo del Sole”. Nello stesso anno, durante un “miracolo del Sole”, gli oggetti volanti fecero cadere dei filamenti detti bambagia silicea o capelli d'angelo, come accadrà anche nel corso del secolo durante imponenti manifestazioni ufologiche.

 - 1923, Carolina del Nord. Si ebbero segnalazioni di sfere o dischi luminosi che apparvero di tanto in tanto, procedono in formazione, o da soli, nei pressi nelle Brown Mountains. Ci fu grande scalpore e l’inchiesta ufficiale non approdò a nulla.

- 29 Agosto 1929, a seicento chilometri al largo della costa della Virginia. Un corpo luminoso che viaggiava alla velocità di centocinquanta chilometri orari, fu avvistato dalla nave Coldwater. In quell'epoca, non vi erano voli sull’Atlantico.

- Nel 1937 un U.F.O. è avvistato e fotografato mentre sorvola il municipio di Vancouver.

Gli anni Quaranta:

- 1940: uno squadrone di bombardieri della Raf vicino alle coste della Danimarca viene affiancato da un apparecchio sconosciuto che gli punta delle luci potentissime con effetto accecante. I piloti ordinano di mitragliare le luci ma l'apparecchio scompare nel nulla.

- 1940: un velivolo inglese che nei pressi di Wesermunde viene sfiorato da due apparecchi sconosciuti con luci potentissime che lo seguono per 5 minuti senza attaccarlo. Dopo una virata di 30° i due apparecchi svaniscono.

- 1940: un comandante della RAF riferisce che il suo squadrone è stato intercettato da 23 apparecchi sconosciuti.

- 1940: il ministro dell'Aeronautica britannica prepara un documento riservato in cui riferisce le numerosissime segnalazioni dei piloti Raf che parlano tra gli altri di strane luci a forma di cono rosse, gialle, arancioni, blu, verdi che restano un mistero.

- 1940: un nuovo rapporto di 20 pagine del ministro dell'Aeronautica riferisce che gli aerei inglesi vengono seguiti anche per mezz'ora da apparecchi sconosciuti lungo il canale della manica fin in territorio britannico senza attaccarci mai.

- Il comando inglese contatta uno scienziato, sir Henry Tizard che sta lavorando al progetto del primo radar. Lo scienziato consiglia le forze armate di interrogare i piloti tedeschi fatti prigionieri per chiedere loro se hanno avuto simili esperienze. I piloti della Lutwaffe confermano gli stessi avvistamenti di quelli della Raf.

- Nel settembre 1941 vi fu un avvistamento notturno nell'Oceano Indiano da parte di militari: dal ponte della nave S.S. Pulaski, (un mercantile polacco che trasportava truppe britanniche), due marinai avvistarono uno "strano globo che brillava di luce verdastra, di circa metà del diametro della luna piena come ci appariva nel luogo". Allertarono un ufficiale britannico, che osservò attentamente i movimenti dell'oggetto assieme a loro per più di un'ora.

- Il 25/2/1942 su Los Angeles avvenne un documentatissimo raid di un disco volante luminoso che allarmò la contraerea e fece temere un attacco giapponese. Più precisamente, è stato documentata la presenza di un enorme disco volante luminoso che dopo 20 minuti di fuoco antiaereo, si allontanò indenne. Infatti presumendo che si trattasse di un qualche velivolo sconosciuto giapponese, l'astronave fu attaccata mentre si trovava, quasi stazionaria, su Culver City e Santa Monica, da dozzine di batterie contraeree dell’esercito che le esplosero contro circa 2000 proiettili da 450 grammi sotto gli occhi di migliaia di cittadini. Nessun danno fu causato all'oggetto, mentre ci furono morti e feriti per la caduta dal cielo di frammenti di bossoli su case, strade e palazzi per chilometri e chilometri che ricaddero sulla città. L'evento ebbe molta rilevanza ed è comprovato da solide prove. Anche se era notte, l'astronave fu visibilissima grazie al fatto che riflettori della contraerea costiera inquadrarono la formazione, permettendo così anche di scattare nitide fotografie che andarono sulle copertine dei giornali americani dell'epoca. L'analisi dei negativi originali ha svelato la nitida forma di un enorme disco volante, rendendo ancora più assurdo il fatto che non sia stato colpito dalla contraerea che gli sparava contro, il quale lentamente e pigramente si fece strada verso Long Beach prima di dileguarsi definitivamente. I militari mantennero il segreto sull'accaduto. Si tratta di uno dei casi più importanti di avvistamento di massa della storia.


- Il 28 febbraio del 1942, qualche ora prima dalla sua partecipazione nella Battaglia del mare di Giava, la nave USS Houston avvistò un gran numero di strane, ed inspiegabili scie luminose e luci gialle che illuminarono il mare per molte miglia attorno.

- Sempre nel 1942, un avvistamento con successivo rapporto venne fatto nelle Isole Salomone dall'ufficiale dei marines Stephen J. Brickner. Dopo un allerta di raid aereo, Brickner ed altri videro circa 150 oggetti raggruppati in linee di 10 o 12 oggetti ciascuna. Sembravano "oscillare" mentre si muovevano, e Brickner riportò che gli oggetti avevano una superficie simile all'argento lucidato e che sembravano muoversi ad una velocità lievemente superiore rispetto ai comuni aeromobili giapponesi. Descrisse l'avvistamento, dicendo: "Rispetto a tutto quanto, era lo spettacolo nello stesso tempo più sbalorditivo e tuttavia terrorizzante che io abbia mai visto nella mia vita."


- 14 ottobre 1943: nei cieli sopra Schweinfurth, in Germania, gli equipaggi dei Boing B-17 Flying Fortress americani andavano incontro a una carneficina. I caccia tedeschi, Bf-109 ed FW-190, facevano strage di bombardieri, mentre i combattenti americani si avvicinavano al loro obiettivo, una fabbrica di cuscinetti a sfera. Alla fine della missione saranno ben 77 i B-17 distrutti e oltre cinquecento gli avieri americani uccisi in combattimento, in quello che verrà ricordato come "il Giovedì Nero"… Eppure, i piloti sopravvissuti alle pallottole dei caccia con la svastica furono testimoni di un evento incredibile. A poca distanza dall'obiettivo, dall'alto piombarono nella formazione di bombardieri un grappolo di sfere metalliche, dischi del diametro variabile dai 3 ai 7 cm. Il grappolo presentava decine di sfere che volavano assai compatte. La formazione si trovò con le sfere così vicine che qualche pilota non riuscì ad evitare l'impatto. Ed ecco la sorpresa: ali, musi e timoni non recavano danni dallo scontro! Solo un rumore metallico a cui non seguiva alcuno scoppio… La cosa forse più inquietante era che assieme al grappolo di sfere i piloti videro anche dei rottami volanti, fluttuanti nell'aria alla stessa velocità, che sembravano seguire le sfere… Al ritorno il racconto della battaglia si confuse con quello di questa apparizione. Ma nei diari personali rimase il ricordo di quell'apparizione, come ci racconta Martin Caidin nel suo libro "Il Cielo è un Inferno", pubblicato nel '69.

- Nell'autunno del 1944 i piloti americani in missione sul Reno furono gettati nel panico più totale quando dei globi luminosi si misero ad inseguire con molta costanza i loro aerei.

- Il 23/11/1944 il pilota di un ricognitore americano rimase scioccato quando rilevò una formazione di palle di fuoco che volavano a nord di Strasburgo, sull'Alsazia-Lorena.

- Il 27/11/1944 un caccia americano in missione nei pressi della cittadina tedesca di Speyer (a Sud di Mannheim) avvistò in cielo una grande sfera irradiante un'abbagliante luce arancione, che incrociò il caccia americano passando a 500 metri sopra l'apparecchio, come rilevato dal radarista di bordo Walter Cleary.

Il 22/12/1944 un altro caccia americano avvistò due globi luminosi nei pressi di Hagenau nell'Alsazia Lorena. Tali globi furono descritti come due corpi enormi, fosforescenti, di colore arancione, che seguirono il suo caccia per più di due minuti.

- Nel dicembre del 1944 l'equipaggio di un B-17 avvistò nei cieli austriaci un misterioso corpo volante discoidale del colore simile a quello dell'ambra.

- Sempre nel dicembre 1944 i piloti di due aerei americani P-47 descrissero dettagliatamente l'avvistamento di sfere luminose ad ovest di Neustadt. La sfera dorata splendeva di un bagliore metallico, apparve all'improvviso e si muoveva lentamente nel cielo.

- Nel 1945 l'equipaggio di un B29 in missione sulle isole giapponesi riferì che il loro apparecchio era stato inseguito da un globo di poco più di un metro di diametro emanante una viva fosforescenza rossastra. Il B-29 si gettò in un banco di nubi per seminare la sfera, ma quando uscì dalle nubi la sfera era sempre dietro. Dopo un inseguimento durato 6 miglia, la sfera scomparve ad una sessantina di miglia a sud di Tokyo.

-Virgil Armstrong, agente CIA: "il terzo reich era interessato ai dischi volanti, e noi sospettavamo che fosse alleato con gli extraterrestri”.

- Nell'estate del 1945, mentre era di base presso La U.S. Naval Air Station Ensign Roland Powell a Pasco, Washinghton, cinque piloti furono impiegati assieme ai loro aerei per intercettare un velivolo sconosciuto notato dai radar della base. I militari dell'epoca erano preoccupati di proteggere un sito top secret di Handford dove ingegneri lavoravano presso grosse scorte di plutonio. L'UFO si trovava a circa 60 chilometri in volo dal deposito. Gli Americani sospettavano che si trattasse di un velivolo giapponese spia e si attendevano un attacco, quindi gli aerei Grumman Hellcat F6F intercettarono il velivolo, ma con loro sorpresa si trovarono davanti tutt'altro che qualcosa di conosciuto ed ostile. L'UFO volava a 65.000 piedi di altezza ed era grande come 3 aerei di trasporto affiancati l'uno a l'altro. Aveva la forma di un uovo allungato rosa luminescente ed aveva delle bocche dalle quale usciva una sorta di vapore, questo ha affermato dopo 50 anni l'ex istruttore tecnico Walter Andrus militare in pensione. I piloti non riuscirono ad identificare l'oggetto e dalla base fu ordinato di salire fino a 42.000 piedi, mentre la loro quota massima era di 37.000, ma non riuscirono a raggiungerlo. L'Ufo rimase per buoni 20 minuti sopra l'impianto di Handford e poi scomparve verticalmente, con lo stupore di tutti.

- L'Associazione Astronomica dell'Astronautica Francese ha raccolto la testimonianza di un ex pilota da caccia, Jean Kisling riguardante un tentativo di intercettazione di un UFO nel 1945 negli USA. Le sue mansioni all'epoca furono di istruttore dell'US Air Force con sede a Selfridge in Michigan. Durante l'estate del 1945 il comandante della base ordinò al militare di intercettare un UFO, che volava nei pressi della base. Ecco la sua testimonianza: "In questo momento il cielo dello Stato del Michigan è regolarmente attraversato da 'palline' di origine sconosciuta. Su richiesta del comandante della base di Selfridge sono decollato a bordo del mio P47 ed ho raggiunto la quota per intercettare 'la palla'. Sorprendentemente non riesco a raggiungere gli obbiettivi, tra la macchina fotografica e gli oggetti rimane invariata la distanza! Sono arrivato a 55.000 piedi nonostante la difficoltà di volare, il freddo e l'altitudine, riesco a rilasciare una scarica di mitra dalla mia calibro 8 da 12,7 millimetri in direzione delle sfere. Con mia grande sorpresa queste palle si sono trasformati in dischi volanti e ad una velocità incredibile si allontano e scompaiono ad una eccezionale velocità, lasciando tracce simili a quelli di getti di alta quota." Da terra il combattimento aereo fu osservato da più di mille testimoni tramite binocoli e telescopi (o altre attrezzature di osservazione). I militari poterono certificare che non si trattò di palloni o simili, ma si trattò di velivoli molto performanti guidati intelligentemente. Il pilota protagonista al rientro in base fu trattato come un eroe dal Colonnello Comandante della Base.

- Nel 1945 nel Time comparve una storia in cui si affermava: "La scorsa settimana piloti americani di stanza in Francia hanno raccontato una strana storia di palle di fuoco che da più di un mese sono solite seguire i loro aeroplani nei voli notturni sulla Germania. Nessuno sa cosa siano o a cosa servano queste palle di fuoco. I piloti, pensando ad una nuova arma psicologica, li chiamano 'foo-fighter' ... Le loro descrizioni e apparizioni variano, ma sono d'accordo che queste luci misteriose si piazzano vicine agli aerei e sembrano seguirli ad alta velocità per miglia. Un pilota ha detto che un foo fighter, in forma di palla di fuoco rossa alle estremità delle ali, è rimasto con lui in una picchiata a 360 miglia l'ora. Poi la palla è svanita nel cielo."

- Everett Harris, ex pilota di caccia USA, ha dichiarato che nel 1945, mentre era a bordo del suo Mustang P-51 nei cieli della Germania, vide due misteriosi oggetti sferici volanti. Harris ha detto: "io ed un'altro pilota volavamo in formazione stretta sulla via del ritorno alla base...Improvvisamente due oggetti sferici, ciascuno più grande di un aereo monomotore, apparvero volando a non più di 20 metri di distanza sul mio lato sinistro, come se volassero in formazione con noi". Harris tentò di girare verso le sfere ma esse improvvisamente fuggirono ad alta velocità, per poi sparire in direzione Sud. Sulle sfere c'erano dei rivetti, mentre non era visibile alcuna fonte di propulsione.

- La Commissione Robertson menziona i rapporti di avvistamento foo fighter, notando che dal loro comportamento non sembravano essere minacciosi. Si può segnalare, che la commissione Robertson mise a rapporto che molti dei "foo fighters" erano descritti come aventi superficie metallica e forma di disco, e suggerì che "se il termine dischi volanti fosse stato in uso popolare negli anni 1943-1945, questi oggetti sarebbero stati etichettati in quella categoria." 

- Dalla fine di maggio del 1946 e per tutto l'anno, sul Baltico e sulla Scandinavia furono avvistati ufficialmente più di 1000 "razzi fantasma", "bombe volanti" e simili che compievano acrobazie nei cieli e non erano associabili a qualsiasi cosa nota fino ad allora. Migliaia di testimoni riportarono avvistamenti di sfere grigie, girandole volanti, sigari volanti e simili. Gli USA e l'esercito svedese collaborarono strettamente sulla questione col timore che queste astronavi potessero essere dell'URSS, e quindi per indagare sulla faccenda fu effettuata una strettissima rete di sorveglianza. L'intelligence britannica vuole capire e manda a Stoccolma due agenti segreti. Dai loro rapporti si evince che i velivoli avvistati sono spesso a forma di sigaro, alcuni rumorosi e altri silenziosi. Si parla di palle di fuoco che schiantandosi a terra non producono alcun suono. Gli agenti inglesi e quelli svedesi fanno un indagine sui luoghi di atterraggio dei velivoli. In un documento declassificato apprende che gli scienziati hanno raccolto sul terreno materiale combustibile poroso di colore giallo e non più grande di un uovo, materiale carbonifero poroso di colore nero, cenere  grigia porosa e pietre dal colore molto scuro.

- Dal 1944 al 1946 in Svezia furono avvistati ufficialmente 5890 oggetti volanti luminosi e "proiettili volanti" non associabili a nulla che si conosceva e che allarmarono non di poco il governo locale.

- Il 19/9/1946 in Italia ci fu l'ennesimo avvistamento di un bolide infuocato che manovrava nei cieli.

- Il 21/9/1946 un siluro volante apparve nei cieli di Belgrado e lo stesso giorno misteriose meteore simili a globi gialli compivano manovre nei cieli occidentali dell'Africa settentrionale.

- Il 9 giugno 1946 i cittadini di Helsinki (Finlandia) furono allertati dalla presenza in cielo di un oggetto che improvvisamente coprì una distanza enorme in pochi secondi.
Era il 24/6/47 quando, l'uomo d’affari e pilota Kenneth Arnold, avvistò dal suo aereo una formazione di nove oggetti volanti di forma non discoidale che sorvolavano una parte del monte Rainier (USA). L'evento fu largamente pubblicizzato e ci fu un fraintendimento in quanto si diffuse l'idea che avesse visto degli oggetti a forma di disco, per l'appunto i dischi volanti, mentre Arnold usò il termine disco per nella descrizione del loro movimento. Kenneth Arnold vide, mentre era in volo col suo aereo privato sopra il Monte Rainer (Stato di Washington), nove oggetti in formazione, “a tacco o a crescente” (come lui stesso definì) “muoversi come si lancia un sasso piatto sull’acqua". L'evento lanciò ufficialmente l'idea dell'esistenza della visita da parte di UFO e più specificamente quella dei dischi volanti, ma per alcuni anni non si assocerà il fenomeno a visite aliene ma piuttosto a possibili armi segrete o addirittura veicoli segreti nazisti o sovietici. Solo agli inizi degli anni'50 si inizierà a diffondere l'idea che i dischi volanti potessero essere di origine extraterrestre.

- Al 1947 risale un Documento dell'Office of Naval Intelligence, i servizi segreti dell'US Navy, riguardante l'ondata di avvistamenti di UFO sigariformi o "Razzi fantasmi", avvenuta sulla Scandinavia tra il 1945 ed il 1946, in cui si ignora la provenienza dei veicoli avvistati.

- In un documento ufficiale del giugno 1947, Einstein ed Oppenheimer lasciano intendere che la presenza di astronavi non identificate è accettata come una realtà dalle forze militari.

- Tra giugno e luglio 1947 ci sono almeno ottanta avvistamenti ufficiali di UFO nei soli USA.

- C' è un paese, nel deserto del New Mexico, negli U.S.A., in cui sono atterrati gli alieni. E c'è una base militare, nel Nevada, in cui gli “alieni vivono”. Il paese si chiama Roswell, e la base (di cui il governo americano nega perfino l'esistenza) è nota come Area 51. Si può affermare che queste siano le capitali mondiali dell'ufologia. Roswell divenne famosa nel mondo nel luglio del 1947, quando nelle campagne che circondano il paese vennero ritrovati degli strani rottami metallici, che secondo le testimonianze non appartenevano a nulla di simile a un aereo. L'otto del mese il giornale locale titolava "La RAAF cattura un disco volante in un ranch nella regione di Roswell", dopo un dispaccio di agenzia delle autorità, ma già il giorno successivo l'aviazione americana smentiva la notizia, parlando di un incidente a un pallone per rilevazioni meteorologiche. Secondo gli ufologi questo è l'inizio del grande insabbiamento messo in atto dai governi mondiali sugli UFO. A questo punto entra in scena la seconda capitale: la base nota come Area 51 è in realtà una parte di una installazione militare più grande situata a Groom Lake, una zona desertica 150 km a nord di Las Vegas. Nelle vicinanze di questo sito molti cartelli invitano gli incauti a non oltrepassare il confine della zona, e ci sono racconti di persone fermate armi in pugno da soldati che li hanno invitati a invertire la direzione, dopo aver accuratamente sequestrato i rullini fotografici. Il motivo di questa segretezza è facilmente spiegabile: l'Area 51 è un campo di volo in cui vengono sperimentati gli aerei militari più nuovi e segreti. Fu proprio qui che negli anni cinquanta compì i suoi primi voli il famoso aereo spia U2, e sempre qui (si dice) sono stati sperimentati i caccia stealth usati nelle guerre più recenti. La segretezza della base ha sempre generato voci e indiscrezioni, che sembrano aver trovato conferma nel 1989, quando un certo Bob Lazar dichiarò in un'intervista televisiva di aver lavorato in un complesso adiacente all'Area 51 ai motori di un disco volante. Per molti fu la conferma definitiva dell'esistenza dei dischi volanti e degli extraterrestri, ma molti altri espressero dei dubbi sulla veridicità del racconto di Lazar e sulla sua credibilità. Pare infatti che le sue dichiarazioni di aver lavorato presso i laboratori di Los Alamos come fisico non trovino conferma, e lo stesso Lazar ha subito una condanna per sfruttamento della prostituzione negli anni Novanta.

- Stalin, avendo saputo del caso di Roswell nel 1947, aveva cominciato ad interessarsi all'argomento, commissionando un rapporto al responsabile dei primi programmi spaziali Serghiei Koroliev, al matematico Mytislav Keldish, al chimico Alexandr Topciep e a Igor Kurciatov, uno dei padri dell'atomica sovietica.

- All' 8/7/1947 risale un documento dell'FBI riguardante il disco volante recuperato a Roswell, mentre in un documento dell'FBI risalente al 10 luglio 1947 in cui si richiede l'accesso ai dischi volanti recuperati. In un documento ufficiale del 14 luglio 1947, l'esercito americano consente all'FBI di accedere ai dischi volanti recuperati.

- Al 1947 risale un documento dell'FBI in cui si manifesta la rabbia dell'FBI per essere esclusa dallo studio dei casi più importanti riguardanti i dischi volanti, che invece sono attribuiti all'US Army Air Force. D'altronde, in un altro documento del 10 luglio 1947, il capo dell'FBI, J. Edgar Hoover, scrive questo incredibile memo a mano poco dopo la caduta del disco volante a Roswell, in risposta all'ordine governativo di far stare l'FBI fuori dall'affare UFO: "Lo vorrei fare, ma prima di obbedire noi dobbiamo insistere sul pieno accesso ai dischi recuperati. Per esempio, nel caso di La. l'esercito lo ha sottratto e non ci ha permesso neanche un esame superficiale". Nella stessa pagina si afferma che: “È stato accertato che i dischi volanti non sono il risultato di esperimenti dell’US Army e della US Navy. La materia è di interesse per l’FBI". In sostanza, all' 8 luglio 1947 risale un documento dell'FBI riguardante le prime informazioni sul disco volante recuperato a Roswell, mentre in un documento dell'FBI risalente al 10 luglio 1947 si richiede con insistenza l'accesso ai dischi volanti recuperati dai militari. In un documento ufficiale del 14 luglio 1947, l'esercito americano consente all'FBI di accedere ai dischi volanti recuperati.

- In un documento ufficiale del 1947 della CIG (Central Intelligence Group), ente precursore della CIA, si afferma che "il recupero di un velivolo adatto al volo non identificato nello Stato del New Mexico, il 6 Luglio 1947, 10 miglia a nord/ovest di Oscura Peak e relativi frammenti a circa 75 miglia a nord/ovest dell'Army 509° Atomic Bomb Group, Roswell Army Air Field, è confermato". Inoltre si afferma che c'è stata anche la cattura di un altro veicolo: "la conseguente cattura di un altro velivolo similare, a 30 miglia ad est dell'Army Alamogordo Army Air Field il 5 Luglio 1947, ha convinto l'Army Air Force S-2, Army G-2 e Navy ONI, che il velivolo e relativi rottami non sono di costruzione USA". Si conferma quindi che il 6 Luglio 1947, a Roswell, cadde davvero dal cielo un qualcosa di "non identificato", e la stessa cosa è accaduta il giorno prima nella stessa area militare. Altro che manichini e palloni sonda. Purtroppo, forse per mia colpa, questo è l'unico documento di cui non sono riuscito a fare la verifica dell'attendibilità, quindi non posso dire se sia autentico o falso, ma eccezionalmente lo menziono comunque perché è interessante.

- 5/09/1947, Army Air Force, Washington. In una lettera firmata dal Brigadiere Generale USA Geo. F. Schugen, assistente capo dell’Air Staff-2 e indirizzata al Direttore dell’F.B.I. si afferma in maniera inequivocabile che l’Army Air Force non ha nessun progetto con le caratteristiche associate con i “dischi volanti”.
Questo vuol dire che all'epoca non esistevano neanche progetti per la costruzione di veicoli discoidali.

- In un documento ufficiale declassificato del 28/9/1947 si ha l'affermazione dell'esistenza di dischi volanti. Questo documento è denominato promemoria del Generale Twining (TSDIN/HWW/IG/6-4100). Esso contiene il parere del commando aereo degli Stati Uniti (AMC) sui dischi volanti; il parere si basa principalmente sugli studi condotti dal personale di vari reparti, dal Laboratorio Aeronautico (divisione ingegneristica), con la partecipazione dell’Istituto di Tecnologia Aeronautica, dell’ufficio intelligence T-2, dall’Ufficio Comando della Divisione ingegneristica, dal Laboratorio Aeronautico Generatori e Propulsori della Divisione Ingegneristica.
Il parere è che: il fenomeno dei dischi volanti è veritiero, non fittizio o irreale; si conferma l’esistenza di oggetti volanti di forma discoidale; le caratteristiche di volo segnalate dai radar e dalle intercettazioni aeree, sono considerate di natura evasiva e tendono a favorire l’ipotesi che alcuni degli oggetti siano governati manualmente, automaticamente o in modo remoti. Poi seguono i tratti comuni riscontrati nello studio degli UFO: superficie metallica o riflettente; generale assenza di scie ad eccezione di manovre intraprese con assetti estremi; forma circolare o ellittica, piatta sul ventre e bombata sul dorso; vari avvistamenti di volo in formazione stretta, effettuati da un minimo di tre ad un massimo di nove oggetti; generale assenza di suoni ad eccezione di tre casi in cui è stato rilevato un notevole rombo; velocità elevatissima; autonomia stimata pari a settemila miglia con velocità subsonica.

- 20/10/1947, un documento trasmesso dall’U.S.A.F. all’F.B.I. dal titolo “Trasmissione all’F.B.I. con allegato disco volante” afferma che l’Air Material Command ha come opinione che i dischi volanti esistono.

- Da un documento dell'Intelligence Collections Memorandum del Brig. General George Shulgen, risalente al 28/10/1947, si legge la seguente affermazione: "È stata presa in considerazione l'opinione di alcuni elementi secondo cui l'oggetto rappresenterebbe un velivolo interplanetario di qualche specie"

- Un pilota attaccato da un UFO fu il comandante Thomas Mantell. Stato dell’ Indiana, ore 14.30 del 7 gennaio 1948. Un oggetto piatto e circolare, luminoso, stava sorvolando la città di Madison, sfrecciando ad almeno 500 miglia orarie. Immediatamente decine di telefonate da Lexington, Elisabethtown e Fort Knox facevano saltare i centralini dell’aerodromo militare di Godman Field.
L’oggetto luccicante dà l’impressione di essere in missione ricognitiva. Occorreva indagare, specie visto che stava sorvolando il celebre forte, cassaforte della riserva aurea degli U.S.A.. Mezzora dopo l’oggetto, o uno simile, compariva proprio sulla verticale della base militare di Godman. Il colonnello G.F. Hix, osservandolo con il binocolo, lo descrisse come “un disco fiammeggiante di enormi proporzioni”, con un diametro di circa 50 metri. Immediatamente vennero allertati tre caccia P-51 Mustang, che stavano rientrando alla base, comandati dal capitano Mantell. Ai tre fu ordinato di intercettare l’ordigno in movimento, ma poiché i tre aerei erano in riserva, due abbandonarono quasi subito la caccia. Più ostinato il comandante, che con evidente sprezzo del pericolo, puntava direttamente verso l’UFO.
“Lo vedo benissimo! È un enorme massa di metallo che ruota vorticosamente, attorniata da vampe rossastre! Ha la forma di un cono rovesciato; in cima c’è una specie di macchia rossa intermittente e luminosa”, comunicò via radio. Stando alle fonti ufficiali l’ultimo messaggio di Mantell sarebbe stato: “il disco rotea su se stesso salendo verticalmente a grande velocità. La mia riserva di ossigeno è prossima all’esaurimento, ma continuerò l’inseguimento fin verso i 20.000 piedi”. Ma secondo talune indiscrezioni Mantell avrebbe anche aggiunto: “mio dio, c’è della gente la dentro!”. Poi più niente. Il contatto radio si sarebbe interrotto dopo uno schianto terribile. Il giorno successivo le pattuglie di Godman, su segnalazione della polizia, trovarono il cadavere del pilota ed i resti dell’aereo, sparpagliati per decine di metri. Alla stampa venne rigorosamente vietato l’accesso alla zona, non fu permesso scattare alcuna foto, non venne rilasciato nessun comunicato stampa; ma la notizia uscì lo stesso. Infatti, “non si trattava di una semplice sciagura aerea, una delle tante che funestano l’attività e la storia del volo meccanico”, commenterà lo scrittore Renato Vesco, sostenitore di una matrice terrestre dei dischi volanti.
“Era il caso Mantell, un episodio misterioso, reso ancor più sconcertante dalla constatazione che una parte dei rottami risultò minutamente sforacchiata e resa quasi porosa, rugosa, come se su essi avessero agito combinatamente una vampata di intenso calore e un violento getto abrasivo”.
La versione ufficiale è che Mantell sia morto inseguendo il pianeta venere.

- Febbraio 1948, “Project Sign”, Headquarters Air Material Command, Wright-Patterson Air Force Base, Dayton Ohio. In questo rapporto si illustrano già le note “Sfere di luce”, che sono le protagoniste di innumerevoli avvistamenti negli ultimi decenni, e nel documento in questione si desume che queste rimangono di origine misteriosa. Tra le altre cose si può leggere che esistono molti rapporti che illustrano la possibilità dell’esistenza sul nostro pianeta di animali extraterrestri. Il “Project Sign” ha degli interessanti allegati, tra cui nell’Appendice “D” del 13/12/1948 e scritta per il Brigadiere Generale Putt dell’U.S.A.F, Direttore dell’Ufficio Ricerche e Sviluppo, si illustra la possibilità di vita intelligente su Venere e Marte. Tale allegato è stato inserito dagli ufficiali dell’U.S.A.F. sicuramente perché tra le varie ipotesi di provenienza dei “dischi volanti” si contemplava anche l’origine marziana e venusiana.

- Il 23 Luglio 1948 per la prima volta due testimoni competenti ed imparziali riuscivano ad osservare molto da vicino un UFO. Protagonisti, il comandante C.S. Chiles ed il suo secondo, J.B. Whitted. I due stavano pilotando un DC-3 da trasporto della Eastern Airlines in volo da Houston a Boston. Alle 2.45 del mattino stavano volando a quota 1600 .etri, sopra Montgomery in Alabama quando Chiles vedeva, improvvisamente, un “oggetto rosso cupo” che si avvicinava rapidamente da destra. Chiles disse a Whitted che poteva tratttarsi di un nuovo jet militare. Entrambi i piloti vedevano l’oggetto dirigersi verso di loro, ma non se ne preoccupavano.Tutte le luci di posizioni erano accese ed essi dovevano essere molto vistosi; la notte era limpida e la luna splendente, si dissero i due, che non temevano certo uno scontro nel cielo. Pure, incurante delle norme della più elementare prudenza, l’oggetto continuava a puntare verso i due, che ad ogni momento, lo vedevano diventare sempre più grande. Chile e Whitted cominciavano a sudare freddo. Il fuso era ormai loro addosso. Con la forza della disperazione cercarono di far inclinare sulla sinistra il DC-3. In quel momento l’oggetto cambiò rotta, sfrecciando a soli 30 metri dall’ala destra, saettando a più di 100 km/h. Mentre i due piloti, pallidi in volto e madidi di sudore, osservavano con gli occhi sgranati quell’ordigno che si allontanavano, l’UFO sprigionò una fiammata arancione nella fusoliera e scomparve tra le nubi. In seguito, i due piloti dissero di aver notato una fila di oblò lungo la fusoliera, che brillava come lampi al magnesio.

- 1/10/1948, Nord Dakota: il tenente George G. Gorman della guardia aerea nazionale del Nord Dakota si stava avvicinando alla propria base, dopo un volo di ricognizione. Quando aveva chiesto istruzioni via radio, la torre di controllo gli aveva confermato che l’unico aereo in volo era un piccolo monomotore Piper Cub.

Mentre Gorman stava preparandosi ad atterrare, vide il proprio aereo illuminato da sotto. Improvvisamente una luce lo superò da destra. Stupito, il nostro pensò che si trattasse della luce di coda di un altro velivolo e si mise immediatamente in contatto radio con la torre di controllo per protestare, ma da terra gli fu risposto che, sul radar, c’era solo il Pier Cub. Incuriosito, il pilota decise allora di inseguire quella luce, per vedere meglio da vicino cosa fosse. Mentre invertiva la rotta per intercettare il velivolo misterioso, vide chiaramente la sagoma dell’altro aereo che si stagliava sul fondo della città illuminata. La luce notata da Gorman non sembrava essere collegata ad un corpo solido. Il pilota lanciò allora l’aereo alla massima velocità e si avvicinò fino a quasi 1000 metri di distanza dall’ UFO. La luce aveva un diametro di circa 15 cm e lampeggiava. Quando Gorman si avvicinò, la luce smise di lampeggiare e l’aereo sbandò bruscamente a sinistra. Dopo una serie di manovre repentine, Gorman si ritrovò in rotta di collisione con l’ordigno. La luce stava puntando dritta verso l’aereo. Gorman si gettò in picchiata; l’UFO mancò la calotta dell’aereo per pochi centimetri, poi prese quota e scomparve. A Gorman non restò che rientrare a Fargo per fare rapporto dell’incredibile episodio di cui era stato protagonista. Nel resoconto consegnato all’ ATIC, Gorman dichiarò: “ Ho avuto la netta impressione che il comportamento dell’ UFO fosse determinato da un agente dotato di facoltà intellettive”.

- In un documento ufficiale delle forze aeree militari USA (USAF), datato 4 novembre 1948, si dice chiaramente che l'USAF è "preoccupata dai frequenti rapporti militari sui dischi volanti. Uno di questi è stato osservato galleggiare in aria sopra la base aerea Neuibiberg per circa trenta minuti."
Nel documento si parla anche di un confronto con il servizi segreti dell'aereonautica svedese, in cui questi ultimi hanno detto: "persone credibili e tecnicamente preparate hanno raggiunto la conclusione che questi fenomeni (gli UFO) sono ovviamente il risultato di alte capacità tecnologiche che non possono essere attribuite a nessuna cultura umana della Terra attualmente conosciuta."

- Luogotenente George Gorman, pilota di un caccia F51 che ingaggiò una battaglia aerea di 30 minuti con un piccolo UFO nel 1948. ha dichiarato "Sono convinto che ci fosse qualcosa di pensante dietro alle manovre di quella cosa".

- In un rapporto classificato TOP SECRET del 10 Dicembre 1948 vi è l'analisi militare dei casi UFO negli USA da parte dei servizi segreti dell'aereonautica militare. Il problema che il rapporto affronta è "esaminare le tattiche dei dischi volanti e sviluppare conclusioni sulla possibilità della loro esistenza."

Sotto le possibili origini degli UFO il rapporto afferma: "È evidente dalle caratteristiche di performance attribuite agli UFO che se fossero di provenienza di un paese straniero, essi implicherebbero efficienze di performance che non possono essere realizzate da nessun velivolo militare di questa nazione."
E si afferma anche che: "Sarebbe, comunque, un errore analizzare gli aspetti tecnici della situazione entro i limiti delle nostre conoscenze su quanto noi abbiamo sviluppato concretamente."

- In un rapporto ufficiale della base area USA di White Sands del 24 Aprile 1949, si legge che ingegneri e tecnici dall'area di test della base di White Sands Proving Ground hanno osservato un oggetto volante dalla forma ellittica muoversi velocemente verso est ad un'altitudine molto elevata.

Il velivolo sconosciuto fu scoperto mentre si tracciava un pallone Skyhook attraverso uno strumento ottico chiamato teodolite. L'oggetto appariva di colore biancastro ed all'estremità era giallo pallido. Calcolarono che l'oggetto era due volta e mezza lungo di quanto fosse largo. Era difficile vedere qualsiasi struttura dell'oggetto poiché si stava muovendo a velocità molto alte. Il misterioso velivolo fu osservato tramite un teodolite per approssimativamente un minuto prima che scomparisse velocissimamente. Fu calcolato che l'oggetto viaggiasse ad un'altitudine di oltre 60 miglia.

- In un documento ufficiale del 13 gennaio 1949, l'esercito USA esprime preoccupazione riguardo il fenomeno della presenza di veicoli aerei sconosciuti nella vicinanza di installazioni importanti.

- 31/1/1949, l’F.B.I. stila un documento nel quale si afferma che gli UFO possono essere considerati una minaccia, ma soprattutto si afferma chiaramente che "Gli UFO sono considerati top secret dagli ufficiali dell'intelligence appartenenti all'esercito ed all'aereonautica militare".
Inoltre, si menziona che molti avvistamenti di fenomeni inspiegati, sono stati riportati nelle vicinanze delle installazioni di Los Alamos, NewMexico. In questa zona gli eventi collegabili agli UFO sono molto concentrati. l'esercito, i servizi segreti militari e l'FBI evidenziano la necessità di mantenere il segreto riguardo la presenza di UFO su installazioni vitali americane.
Tra l'altro, questo è solo uno dei documenti che attesta l'interesse degli UFO per le zone e le installazioni dove vengono compiute ricerche ed esperimenti top-secret e nucleari. 

- Al 1949 risale un documento in cui l'USAF Office of Special Investigation afferma che non ci sono spiegazioni plausibili riguardo agli UFO luminosi avvistati nel New Mexico.
- Un documento ufficiale del 1949, acquisito anche dal progetto Blue Book, riporta la dichiarazione del Comandante Robert McLaughlin, che dal 1939 è stato responsabile della Ricerca Missilistica dell'USAF, afferma che: 
"i Dischi Volanti non hanno nulla a che fare con qualsiasi esperimento esercitato da scienziati americani o da chiunque sulla Terra. "Se queste cose sono vere, queste provengono da un altro pianeta, in cui le creature sono molto più avanti di noi nell'utilizzo della scienza". "Ho sentito dire che sono navi spaziali provenienti da Marte, che sono state attratti dalla nostra Terra, dalle esplosioni e dalla bomba atomica, affascinati da ciò che hanno visto, hanno continuato a mantenere un occhio su di noi". Dichiarò anche:  "Il 7 e il 27 aprile 1948 ho visto dischi volanti inseguire missili e sorpassarli in velocità".

- 23/2/1949, il Direttore del Servizio di “Intelligence” dell’U.S.A.F a Washington, pubblica un documento dal titolo “Unusual Incidents” dove si illustra anche che tra i 210 rapporti UFO occorsi a fine 1948, solo il 20% è stato identificato con certezza, ciò vuol dire che ben l’80% degli UFO avvistati sono rimasti inspiegati. Ciò contrasta con le note conclusioni fasulle del Progetto Blue Book del 1969.

- Dal 1944 al 1951 gli impianti di produzione di bombe atomiche ed i relativi magazzini furono oggetti di continue missioni di ricognizione da parte degli UFO.

- Per un certo periodo di tempo i russi credettero che gli UFO fossero armi segrete degli USA, mentre gli USA sospettavano che gli UFO appartenessero ai russi.


Gli anni Cinquanta:

- Harry S. Truman, Presidente USA, il 4 aprile 1950 ha dichiarato: "Posso assicurarvi che i dischi volanti, dato che esistono, non sono costruiti da nessuna potenza della Terra".

- In un Documento ufficiale USA del 16 Ottobre 1950 si attesta la presenza di un disco volante dall'aspetto bianco-argenteo su un'installazione dell'Atomic Energy Commission. Ci fu anche un tentativo fallito di intercettazione da parte di un caccia.

- In un documento ufficiale del 21 Ottobre 1950 si nota come un grande numero di agenzie governative sapessero che gli UFO fossero reali. Si afferma che gli UFO sono reali e non sono assimilabili a qualsiasi cosa conosciuta. Di particolare interesse la seguente affermazione:
"La Security Division, AEC, Oak Ridge; la Security Branch, NEPA division, Oak Ridge; l'AEC Security Patrol, Oak Ridge; l'FBI, Knoxville; l'Air Force Radar and Fighter Squadron, Knoxville; e l'OSI, Knoxville, Tennessee, FALLISCONO nel dare una adeguata spiegazione al SOGGETTO (ndr gli UFO), e le possibilità che siano scherzi, isteria di massa, palloni di qualsiasi tipo, uccelli con o senza oggetti attaccati, foglie che cadono, sciami di insetti, particolari fenomeni naturali, riflessi, aquiloni volanti, oggetti lanciati da terra, oggetti trasportati dal vento, pazzie, e molti altri eventi naturali SONO STATI RESPINTI a causa dell'attendibilità dei testimoni; a causa di dettagliate descrizioni simili degli oggetti fatte da differenti persone; a causa dell'impossibilità."

- In un documento ufficiale Canadese del 21 novembre 1950 sui dischi volanti, noto come Memorandum Smith, sulla base di informazioni date dall'USAF si afferma testualmente che: negli Stati Uniti la questione dei dischi volanti è classificata al livello di segretezza più elevato possibile, addirittura superiore a quello relativo al progetto della bomba all’idrogeno; i dischi volanti esistono; il loro modus operandi è sconosciuto ed è in corso uno studio da parte di un ristretto gruppo capeggiato dal Dr. Vannevar Bush; l’intera questione è considerata dalle autorità degli Stati Uniti di enorme importanza. Significativa anche la frase: “le attuali investigazioni che tentano di spiegare la questione dei dischi volanti confermano l’esistenza di una differente tecnologia."

- In un documento ufficiale del 4 agosto 1950 si parla di UFO avvistati sopra un importante installazione USA di produzione di materiale nucleare, e del conseguente tentativo fallito di intercettazione da parte di caccia americani.

- Dal 1948 al 1952 i militari degli Usa (specie l’Aviazione) vengono impiegati per raccogliere quante più informazioni possibili sugli UFO, a partire dall’Alaska, poiché si credeva che gli UFO entrassero nell’atmosfera terrestre dai poli. La documentazione raccolta fu enorme e la cosa più interessante, come conferma anche il Colonnello Wendelle Stevens dell’Air Force, fu che gli UFO sembrarono giocare e schernire gli aerei USA. Numerosi documenti e filmati attestano questo programma militare di ricerca sugli UFO, a cui si aggiungono testimonianze proprio dei piloti militari che parteciparono al programma.

- Nel 1952 ci fu una clamorosa ondata di avvistamenti UFO in tutto il mondo, anche i radar ed i piloti militari rilevarono la presenza degli UFO.

- Il 14 Luglio 1952, i piloti di un volo di linea Pan Am si stavano avvicinando a Norfolk, Virginia, e notarono una luminosità rossa ad est della città. Il globo luminoso velocemente si divise in sei oggetti brillanti che sfrecciarono sotto l'aereo a bassa quota. Gli UFO furono descritti rossi intensi, le loro estremità erano definite, la forma era chiaramente visibile ed apparentemente circolare. I veicoli UFO erano in una precisa formazione: una linea leggermente rialzata, con l'oggetto in testa nel punto più basso e ogni oggetto che seguiva, leggermente più in alto. Quando la linea dei dischi fu quasi del tutto sotto l'aereo, gli UFO si alzarono all'unisono e invertirono direzione. L'estremità esposta apparì ai testimoni spessa 15 piedi, dando agli oggetti un aspetto del diametro da 1 a 6 piedi. Non appena il sesto oggetto si allontanò, due UFO aggiuntivi partirono da sotto l'aereo e si unirono in una nuova e precisa formazione; subito dopo volarono via ad una velocità altissima. I piloti calcolarono la velocità degli oggetti di oltre 10.000 miglia orarie. Tutti gli elementi vennero confrontati con altri sette rapporti da terra. L'agilità degli UFO, così come la loro precisione mentre erano in formazione, spinse l'Aeronautica a catalogare questo caso come sconosciuto.

- In due consecutivi week-end nel luglio del 1952, gli UFO volarono su Washington D.C. Altamente manovrabili, eseguenti bizzarre manovre, gli oggetti furono visibili da piloti esattamente dove i radar li indicava.
Tre unità radar separate mostrarono 12 obiettivi non identificati a velocità di centinaia di migliaia miglia all'ora, mentre eseguivano delle manovre incredibili. Sconcertati, gli ufficiali inviarono degli intercettori che poterono solo guardare le incredibili manovre degli UFO.
Tutti i segnali radar furono controllati e gli strumenti giudicati in funzionamento perfetto. Tutti i segnali radar erano solidi, forti, obiettivi.
Successivamente, sotto pressione, l'Aeronautica americana riferì che le immagini sul radar erano state causate da un'inusuale inversione di temperatura e che delle luci al suolo erano state riflesse in cielo, causando un'illusione ottica. Ciò segnò l'inizio del ostruzionismo da parte dell'Aeronautica e fu il preludio delle centinaia di spiegazioni illogiche usate per calmare il pubblico americano.

- Harry G. Barnes-Senior, Controllore del traffico aereo per la C.A.A., nel parlare dell'avvistamento di massa avvenuto su Washington nel 1952: "Per sei ore ci sono stati almeno 10 UFO che si muovevano su Washington.  Essi non erano aerei ordinari."

- In una serie di documenti declassificati USA si parla di un importante avvistamento UFO radar-visuale avvenuto l'1 agosto 1952 a Bellefontaine (Ohio). A seguito dell'avvistamento di un UFO nei pressi della base militare Wright-Patterson, vengono mandati due caccia F-86 ad intercettarlo, mentre nello stesso momento le istallazioni radar a suolo stavano seguendo l'oggetto. Gli stessi caccia rilevarono l'UFO sul loro radar e tentarono più volte di filmare l'oggetto ma dopo vari tentativi ripresero solo delle immagini sfocate, anche a causa del fatto che l'oggetto viaggiava ad un'altitudine molto elevata. Dal rapporto si legge che l'UFO non poteva essere un pallone in quanto si muoveva controvento ed in modo molto veloce, oltre ad avere una grandezza paragonabile a quella di un aereo. Si legge anche che l'UFO non poteva essere un aereo perché viaggiava ad un'altitudine troppo elevata e non poteva essere una stella perché le rilevazione radar incrociate escludevano questa ipotesi, così come non poteva essere qualcosa dipendente dalle condizioni meteorologiche.

- In documento CIA dell'1/08/1952, di fronte all'invasione di UFO avvistati in massa in quell'anno da civili, militari, piloti e radar, si afferma che in relazione agli UFO: “molti casi rimangono inspiegabili, gli aspetti interplanetari e l’origine aliena non possono essere esclusi dalla considerazione".

- Un documento declassificato britannico, catalogato AIR16/1199, parla di un avvistamento UFO avvenuto il 19 settembre 1952 durante una grande esercitazione Nato. I militari videro apparire dal nulla un “disco volante”, un velivolo circolare e di colore argenteo. L'oggetto sembrava seguire un caccia Meteor presente nel cielo, ma dopo poco il “disco volante” incomincia a scendere di quota, oscillare come “un pendolo”, simile alla caduta di una foglia. Improvvisamente arrestò la sua discesa a “pendolo” e incominciò a ruotare attorno al proprio asse. Poi, improvvisamente, accelerò ad una velocità incredibile verso ovest, girando poi verso sud-est prima di scomparire. I militari affermano che i movimenti dell’oggetto non erano identificabili con qualsiasi cosa abbiano mai visto nell’aria e il tasso di accelerazione è stato incredibile, una accelerazione superiore a quella di una stella cadente.

- 2/10/1952, un documento della C.I.A. (Central Intelligence Agency) propone due conclusioni sul tema UFO. La prima riguarda considerazioni psicologiche di massa; la seconda riguarda la vulnerabilità degli USA in caso di attacco aereo, dato che i “dischi volanti” sono considerati un pericolo per la sicurezza nazionale.

- 21/10/1952, in un rapporto della RAF (la forza aerea britannica) della base aerea di Little Rissington, si legge dell'avvistamento di tre misteriosi dischi volanti da parte di un equipaggio di un caccia militare Meteor.

- Il 17/10/1952 a Oloron (Francia) un'intera città vide in cielo un cilindro bianco luminoso, seguito da un gruppo di altri oggetti di color rosso a forma di sfera circondata da un anello giallastro. Il fenomeno fu accompagnato dalla caduta di bambagia silicea. Gli oggetti sorvolarono la città a coppie con movimenti a zig-zag.
- il 27/10/1952 avvenne la stessa identica cosa su Gailac (Tarn).

- 27/10/1952, Memorandum F.B.I.. In questo documento viene illustrato che molti ufficiali militari considerano in maniera seria la possibilità che i “dischi volanti”siano navi interplanetarie.

- In un documento ufficiale USA del 2 dicembre 1952 si insiste sull'urgenza di un azione perché gli UFO stanno volando sulle installazioni militari più importanti. Si specifica che il problema non è da sottovalutare e si richiede immediata attenzione scientifica. Interessante anche questa parte: "Gli avvistamenti di oggetti non identificabili a grande altitudine e che viaggiano ad alte velocità nelle vicinanze delle maggiori installazioni della difesa sono di una natura tale che non sono attribuibili a fenomeni naturali o veicoli aerei di tipo conosciuto."

- Nel tardo luglio 1952, a Miami, Florida un marine chiamato Ralph Mayher filmò uno spettacolare UFO. Il caso fu accompagnato da testimonianze multiple, che riguardavano un infuocato oggetto di forma ovale. Mayher registrò circa 50 fotogrammi dell'UFO. l testimone riferì il suo avvistamento al proprio supervisore militare e consegnò la pellicola per le analisi, ma trattenne i primi sette fotogrammi. Passò un anno ed il film non fu mai restituito all'osservatore. Nel tardo 1957 la storia venne pubblicata e la CIA prese contatto con Mayher per la parte di film mancante.

Anni dopo la Ground Saucer Watch analizzò i pochi fotogrammi rimasti con il computer e affermò l'autenticità dell'avvistamento. La GSW fece causa alla CIA, ma il film non è stato ancora restituito, mentre sono emersi numerosi documenti CIA riguardo l'avvistamento.

- In un documento ufficiale Canadese chiamato "Project Magnet report", risalente al 1952, è presente uno studio sugli UFO. A pagina 6, si conclude dicendo che “I dischi hanno un diametro di almeno cento piedi e si muovono ad una velocità di diverse migliaia di miglia all’ora.

Essi possono volare ad un altitudine molto superiore a quella già raggiunta dalle mongolfiere o aerei tradizionali, e dispongono di una forza e di una potenza ampiamente sufficiente per compiere tutte le manovre richieste." "Tenendo conto delle loro caratteristiche, è difficile riconciliare queste prestazioni con le nostre capacità tecnologiche e a meno che la tecnologia di qualche nazione terrestre non sia estremamente più avanzata di quanto immaginabile, dobbiamo necessariamente giungere alla conclusione che questi veicoli sono di origine extraterrestre, nonostante i nostri pregiudizi ci spingano a rifiutare questa ipotesi." Infine, si suggerisce la possibilità di studiare la tecnologia di questi mezzi e dice che, dopo il “Project Magnet”,si dovrà compiere ogni sforzo per favorire la padronanza di questa tecnologia, di cui tutto il mondo ne andrà a beneficiare.

- In un documento britannico del 1952 si legge che il primo ministro Winston Chunchill, in seguito all'ondata UFO su Washington D.C., chiede al segretario di Stato per l'aeronautica: "In cosa consiste tutta questa faccenda dei dischi volanti? Cosa può significare? Qual è la verità? Mi faccia avere una relazione con Suo comodo."

-Nel 1952 il Capt. Edward J. Ruppelt, direttore del progetto di ricerca ufologica dell’Aeronautica Militare statunitense denominato “Blue Book”, riportò nel primo capitolo del suo libro “Rapporto sugli oggetti volanti non identificati” quest’ordine di attacco: “Nell’estate del 1952 un caccia intercettatore F-86, dell’Aeronautica Militare statunitense, sparò contro i dischi volanti. Questo fatto non fu reso noto, come molti altri che rappresentano la vera storia degli UFO“.

- Esistono dei documenti ufficiali del 27/01/1953, acquisiti anche dal Blue book, dell'AFOSI (i servizi segreti dell'USAF), oggi in gran parte illeggibili. Nell'ultima pagina di questi documenti c'è una raffigurazione dettagliata delle formazioni degli UFO, ed è presente anche l'indicazione di qualche manovra e di qualche forma (discoidale, sferica e triangolare).

- Maggio 1953, il Dipartimento dell’Air Force pubblica l’AF Manual 200-3. Al capitolo 9, dal titolo “Air Technical Intelligence” e precisamente a pag. 9-3, è illustrato un disegno di un bombardiere U.S.A.F. sorpreso in volo da tre Dischi Volanti. La frase che spiega il disegno dice che “l’Air Technical Intelligence è responsabile per la prevenzione di sorprese tecnologiche”.

- 27/05/1953, un documento dell’O.S.I. (Il Dipartimento Scientifico della C.I.A.) afferma che “ i maggiori files sugli UFO si trovano in Air Branch Divisione Scienze Applicate”.

- In un documento ufficiale del 23 Giugno 1953 si evidenzia un incidente aereo avvenuto a due caccia USA che stavano inseguendo un UFO.

- Luogotenente D. A Swimley dell'USAF, nel 1953 avvistò con il suo aereo ben 8 UFO, i quali furono confermati dal radar e da numerosi testimonianze che includono piloti commerciali e ufficiali di polizia, dichiarò sulla faccenda in seguito a tentativi di ridicolizzare la storia: "E non ditemi che erano riflessi, io so che erano oggetti solidi".

- Erano le ore 00.10 del 19 Ottobre 1953. Il DC-6 dell'"American Airlines" viaggiava a 4500 m. di quota, lungo la rotta Filadelfia-Washington. Lo pilotava il Cap. J. L. Kidd; il quadrimotore era gremito di passeggeri. D'un tratto un Oggetto scuro, privo di qualsiasi luce, sfrecciava tra una nube e l'altra e piomba dritto sul DC-6. Kidd riuscì a scorgerlo per caso, soltanto all'ultimo momento. Così ebbe appena il tempo di spingere il volantino tutto in avanti e gettarsi in picchiata per un tratto di 1000 m., rischiando un "looping" mortale. Riuscì a raddrizzare il quadrimotore prima che avvenisse una catastrofe. L'Oggetto era ormai lontano...

Il 1° Aprile del 1959, ( lasciamo perdere i nostri giorni...), le ultime parole del pilota di un C119,trasporto militare,con quattro uomini d'equipaggio, decollato dall'Aeroporto Militare statunitense di Tacoma, furono:"...Abbiamo urtato contro un Oggetto Sconosciuto...Ci ha investiti...Precipitiamo...!"
La notte del 22 Luglio 1956, un bimotore militare degli Stati Uniti, un Convair, pilotato dall'asso americano Magg. Mervin Stevens, fu costretto ad un atterraggio di fortuna...
Queste furono le sue parole:" Ho preso terra all'Aeroporto di Bakerfields perché sono stato investito improvvisamente e con grande violenza da un Disco Volante. Mi ha urtato dopo essermi giunto addosso completamente inatteso... Il bimotore ha sbandato verso destra e si è avvitato in caduta libera...Soltanto dopo una discesa di 3000m.. sono riuscito a riprendere fortunatamente il controllo! Ma l'aereo non rispondeva più bene ai comandi. Ci accorgemmo che la sezione di coda era stata...tranciata dalla collisione, e mi ritengo fortunato di essermela scampata...!"

" Qui parla il Com/te Yosciaky Inada. Abbiamo lasciato da pochi minuti la località di Himeji... Un Oggetto Volante di origine sconosciuta ci ha affiancato...! Emana una luce vivissima...Ora passa al di sotto del nostro aereo! Riappare dall'altra parte! Ci tallona a fianco a non più di 100 m.. Tutti gli strumenti sembrano impazziti, la radiobussola e l'orizzonte artificiale continuano a girare...Non lo controllo...!"

Poi la radio tacque. Soltanto quando il bimotore si trovò a passare sull'Isola di Scikoku, la radio tornò a farsi sentire: " Qui parla il Com/te Yosciaky Inada, siamo prossimi a Matsuyama, il Disco Volante ci ha abbandonato proprio ora! La radio e le attrezzature di bordo hanno ripreso a funzionare regolarmente..."

- La sera del 23 novembre 1953, gli addetti radar della Difesa Aerea del Michigan notavano sugli schermi il blip di un oggetto volante sconosciuto. Veniva immediatamente allertata la base di Kimross, che spediva un reattore F-89 a controllare. Ai comandi, il veterano Felix Moncla e, al radar, l’operatore tenente Wilson. Il blip stava cambiando rotta, dirigendosi verso il Lago Superiore.
L’aereo militare, guidato dai radar, continuava l’inseguimento in quella direzione. Gli operatori a terra stavano seguendo eccitati le fasi della caccia: sul radar si vedeva l’aereo militare che, velocissimo, riduceva sempre di più la distanza dall’UFO. Ad un certo punto, accadde l’inspiegabile. L’aereo di Moncla scomparve. Sullo schermo radar era rimasto solo il blip dell’UFO.

L’UFO rimase immobile per qualche secondo e poi scomparve a sua volta dallo schermo. In quel momento a terra scoppiò un pandemonio. Uno degli addetti radar urlò “era come se il blip dell’oggetto avesse ingoiato l’aereo!”.
Il giornalista Peter Nobile ha commentato: “ Di concreto ci fu la scomparsa, senza alcuna traccia, dell’ F-89, un caso degno del triangolo delle bermuda. Mezzi aerei e navali perlustrarono il Lago Superiore senza trovare alcuna traccia dell’aereo scomparso”.

- In un documento ufficiale USA del 23 dicembre 1953 si esprime la strategia fumosa per (non) parlare dei casi di UFO al pubblico ed ai media.

- Nel 1953, il generale Benjamin Chidlaw, comandante della difesa antiaerea continentale con sede nella base dell’Aeronautica Militare Ent, in Colorado, spiegò all’autore scientifico Robert R. Gardner : “Siamo in possesso di montagne di rapporti sui dischi volanti e li consideriamo molto seriamente poiché abbiamo perso parecchi uomini e aerei che cercavano di intercettarli“.

- Nel 1954 l'Italia è sotto un'ondata UFO senza precedenti. Gli avvistamenti sono talmente tanti che non possono essere riportati. Importantissimi i 29 casi di caduta della famosa bambagia silicea dagli UFO, che fu eccezionalmente raccolta, fotografata ed analizzata da professori universitari prima che svanisse. Essa era composta prevalentemente da boro, silicio, calcio e magnesio.

- Infatti il 27/10/1954 Firenze fu invasa da dischi volanti a forma di piatto e a forma del pianeta Saturno, che eseguivano (a coppie) varie manovre in cielo. La partita Fiorentina-Pistoiese fu sospesa quando il campo di calcio fu sorvolato da due dischi volanti. I dischi volanti lasciarono cadere sulla città una strana sostanza bianca simile alla lana e sfilacciata.Questa era la famosa “bambagia silicea” o “capelli d’angelo”, e grazie all’enorme quantitativo caduto, fu possibile analizzarla prima che si volatilizzasse: essa risultò composta di boro, calcio, magnesio, silicio e con la caratteristica che all’aria la sostanza “evaporasse”.
I giornali dell’epoca scrissero che nei nostri cieli "era come se un ipotetico stato maggiore dei dischi volanti avesse deciso di fare le sue grandi manovre a Firenze e in Toscana".

- Sir Hugh Percy Wilkins, capo del Dipartimento Lunare alla Società Britannica d’Astronomia, membro della società Francese d’Astronomia, membro onorario delle società d’Astronomia d’America e di Spagna: “Se questi UFO sono fatti di materia solida e capaci di muoversi per loro volontà in tutte le direzioni e a tutte le velocità, sono allora costruiti, pilotati e controllati da delle intelligenze che sorpassano quella degli umani“. L'11 Giugno 1954, l'astronomo Percy Wilkins vide 2 grandi UFO ovali di aspetto metallico-brillante che volavano in formazione, "Guardandoli sembravano esattamente come lastre di metallo lucido che riflettevano la luce del Sole" ha anche detto, e subito dopo notò un terzo UFO di colore grigio e simile ai 2 precedenti, che improvvisamente accelerò e sembrò fare una sorta di arco nel cielo, scomparendo in una massa di nubi.

- Principe Filippo, Duca di Edinburgo, nel 1954 dichiarò: "Ci sono molte ragioni per credere che gli UFO esistono. Ci sono molte evidenze provenienti da testimoni attendibili".

- Air Chief Marshall Lord Hugh Dowding, ufficiale comandante della Royal Air Force durante la Seconda Guerra Mondiale, nel 1954 dichiarò: "Certamente gli UFO sono reali e sono di origine interplanetaria. Le prove accumulare sull'esistenza degli UFO sono moltissime ed io accetto la realtà della loro esistenza". "Più di 10.000 avvistamenti UFO sono stati riportati, la maggioranza dei quali non possono essere risolti utilizzando qualsiasi spiegazione scientifica, come utilizzando il fatto che sono allucinazioni, riflessi, meteore, ruote che cadono da aerei, e simili. Questi UFO sono stati tracciati dagli schermi radar e le velocità osservate erano maggiori di 14481 km orari (9000 mph). Sono convinto che questi oggetti esistano e che non sono fabbricati da nazioni della Terra. Io non vedo altra alternativa che l'accettare il fatto che siano di origine extraterrestre".

- 1954, avvistamento a Tananarive. Testimoni: membri del servizio tecnico dell' Air France. Evento ritenuto attendibile anche dalla commissione di inchiesta militare francese sugli UFO che ha fatto il rapporto Cometa nel 1999.

- A mezzogiorno del 10 luglio 1954, il radar della base aerea di Griffiss, nella regione a nord dello Stato di New York, captava un eco di ritorno riflessa da un apparecchio che si avvicinava alla base o ai suoi dintorni. Eco riflesso che non ci sarebbe dovuto essere: il controllo subito eseguito confermò che non c’era ombra di aerei in volo sulla zona. Mentre il controllo da terra faceva decollare un aereo intercettore per lanciarlo contro l’oggetto volante, il radarista dell’apparecchi, un F-94 Starfire, teneva d’occhio l’eco di ritorno visibile sul proprio schermo dal suo posto dietro il pilota. A due minuti dal decollo, il pilota era già stato in grado di scorgere l’oggetto volante con i propri occhi: si trattava di uno sfavillante oggetto dalla forma di un disco che volava alla quota di un migliaio di metri. Cabrata a tutto gas, ed il pilota si avventò come una saetta verso l’oggetto sconosciuto. Non accadde altro, fino a che il radarista non accese la radio per chiamare lo sconosciuto e intimargli di farsi riconoscere. La distanza scemava rapidamente. L’oggetto si distingueva perfettamente. Era immobile. All’improvviso, senza la minima apparente ragione, il motore a reazione del caccia si spense. E nello stesso istante la cabina di pilotaggio diventò un forno surriscaldato. Il pilota accertò subito che non c’era un principio di incendio a bordo: avrebbe poi raccontato ai colleghi che sarebbe stato come sentirsi alitare in faccia la fiamma di un saldatore autogeno. Pensò di allertare la base, ma si accorse di non averne più il tempo; ne aveva appena per urlare al radarista di buttarsi col paracadute. Un istante dopo, l’aereo in difficoltà sobbalzava, alleggerito dal peso del radarista che si era lanciato. Ormai quasi accecato e soffocato, il pilota si lanciò a sua volta e precipitando nel vuoto vide l’UFO ancora per una brevissima frazione di secondo: era enorme, circolare … Poi, il volo fino a terra.
I due aviatori toccarono terra senza un graffio nei pressi di Walesville, nello Stato di New York. L’aereo che avevano dovuto abbandonare precipitò a vite: schiacciò un automobile e danneggiò due appartamenti. Il bilancio di quell'incidente fu gravissimo, quattro morti: due adulti, un bambino ed una giovane. Prima che i militari li potessero costringere al silenzio, i due aviatori si confidarono con quelli che erano corsi in loro aiuto.

- 9/12/1954, Gricignano d'Aversa (Campania): l'agricoltore Giovanni Aquilante sparì in circostanze  misteriose per 48 ore e fu ritrovato in evidente stato di shock. Il contadino dichiarò di essersi imbattuto, durante la notte, in imprecisate entità di morfologia umanoide che lo avrebbero condotto altrove sollevandolo dal suolo.

- Hermann Oberth, pioniere dell'Astronautica (e "padre" di Von Braun) nel 1954 dichiarò: "Io sono convinto che quegli esseri extraterrestri che stanno osservando la Terra, ci abbiano visitato per millenni in quelli che oggi chiamiamo Dischi Volanti..." Aggiunse anche che: "La mia tesi è che i dischi volanti sono reali e che essi sono astronavi provenienti da un altro sistema solare. Non c'è dubbio nella mia mente che questi oggetti sono dei velivoli interplanetari di qualche tipo. Io ed i miei colleghi siamo sicuri che essi non sono originari dal nostro sistema solare."

- Dr. Walther Riedel, capo progettista e capo della ricerca al centro missilistico tedesco di Peenemunde, ha dichiarato: "Sono completamente convinto che gli UFO hanno una base extraterrestre."

- Frank Edwars della Nasa rivelò che il programma spaziale americano e sovietico furono accelerati da un evento che avvenne nella notte tra il 24 e il 25 aprile 1955, quando l’osservatorio astronomico californiano di monte Palomar e l’osservatorio sovietico di Leningrado avvistarono un grande UFO di oltre 10 Km di diametro orbitante intorno alla Terra a 500 km di altezza ad una velocità di oltre 30000 Km l’ora.

- In un documento ufficiale USA del 15 Aprile 1955 si parla di avvistamenti di una moltitudine di oggetti volanti non identificati. Interessante l'affermazione: "Nessuno degli avvistamenti può essere attribuito a fuochi/esplosioni, razzi, missili guidati o altre attività militari."

- In un documento ufficiale USA del 7 dicembre 1955 si riporta un importante avvistamento di UFO, segnato anche da un avvistamento radar degli UFO di ben 49 minuti. Si legge che, durante l'evento, un pilota e l'operatore radar hanno comunicato in tempo reale sulle manovre degli oggetti volanti.

- Allen Dulles, capo della CIA, nel 1955 dichiarò "Esiste la massima segretezza riguardo il tema degli UFO".

- Il Capitano Jean Plantier nel 1955 fece uno studio sugli UFO e concluse che i cosiddetti dischi volanti non erano un prodotto della fantasia, ma apparecchi prodotti da civiltà evolute e suggeriva all’Aeronautica Militare Francese di intraprendere serie ricerche per sperimentare questa rivoluzionaria tecnica di volo. Plantier teorizzò anche l’esistenza di una energia inesauribile e non inquinante che gli alieni erano riusciti in qualche modo ad imbrigliare (una free energy).

- Il leggendario Generale Douglas MacArthur l'8/10/1955 dichiarò: “Ora affrontiamo un nuovo mondo, e un nuovo cambiamento.
Parliamo in termini sconosciuti, di sfruttare l’energia cosmica, e dell’ultimo conflitto fra la razza umana e le forze sinistre di qualche altra galassia. Le nazioni del mondo dovranno unirsi, dato che la prossima guerra sarà interplanetaria. Le nazioni della terra un giorno o l’altro dovranno fare uno sforzo comune, contro l’attacco di popoli provenienti da altri pianeti.”

- Generale Benjamin Chidlaw del Comando della difesa aerea USA (Air Defense Command), ha dichiarato: "Noi abbiamo una gran quantità di rapporti sui dischi volanti. Li prendiamo in seria considerazione dal momento che abbiamo perso molti uomini ed aerei nel tentativo di intercettarli".

- Risale al 1955 un documento facente parte del famoso Project Bluebook, in cui un ufficiale britannico afferma che i "dischi volanti" non sono illusioni ottiche, nè tantomeno invenzioni Sovietiche, ma sono oggetti provenienti da qualche altro pianeta dell'Universo. Tutto è iniziato dal recupero, in zona britannica, dei resti di una misteriosa aeronave, che è stata in seguito analizzata. L'ufficiale britannico ha dichiarato non solo che gli occupanti di queste navi volanti sono di piccola taglia, sono alti 1 metro e 20 centimetri, ma anche che gli apparati aeronautici e gli esponenti scientifici che hanno recuperato questo oggetto misterioso hanno concluso con prove che non è di origine terrestre (ma aggiunge che tale l'informazione non viene rivelata per non creare allarme nell'opinione pubblica). Jean Cocteau, membro dell'Accademia delle Scienze francese, nel 1956 scrive: "soltanto i sempliciotti ottusi possono credere ancora a spiegazioni come i palloni sonda, miraggi ed allucinazioni, ogni volta che l'Universo si manifesta in un modo che non coincide con le loro convinzioni e pregiudizi..."

- 1956, Lakenheath (GB). Osservazioni visuali e di tracce radar. Il telex mandato dalla base di Lakenheath dice in sostanza": il fatto che le accelerazioni veloci e degli arresti bruschi siano stati seguiti dai radar e visti anche da terra, da al rapporto una credibilità certa. Non si creda che queste osservazioni possano avere una qualsiasi origine meteorologica o astronomica." Evento ritenuto attendibile anche dalla commissione di inchiesta militare francese sugli UFO che ha fatto il rapporto Cometa nel 1999.

- Tra gli importanti eventi UFO del 1956, abbiamo un caso avvenuto il 6 dicembre 1956, a bordo dell'USAF B-29 durante un volo di addestramento sul Golfo del Messico, dove uno strano segnale radar mostrò un UFO che si muoveva ad una velocità attorno alle 5000 miglia orarie. Immediatamente furono inseriti altri due sistemi radar dell'aereo, che rilevarono l'oggetto, che alla vista appariva ricoperto da una luce lampeggiante bluastra.
Nei minuti successivi, gruppi di UFO vennero osservati sia visivamente che sui radar. L'equipaggio osservò l'UFO avvicinarsi al loro velivolo, ed improvvisamente un enorme UFO apparì sui visori. L'oggetto si muoveva ad una velocità di oltre 5000 miglia orarie, e nel frattempo si univa con l'UFO più piccolo. Istantaneamente l'oggetto enorme accelerò a circa 9000 miglia orarie. Il caso è classificato ancora come inspiegabile nei registri del Progetto Blue Book.

- Nel 1957 ci furono degli avvistamenti molto importanti che si susseguirono l'uno con l'altro. Nella periferia di Levelland, Texas, il primo testimone di una serie di misteriosi eventi notturni chiamò l'ufficio della polizia per segnalare l'incontro con un grande UFO. Il testimone riferì di una strana luce lampeggiante in un campo, che successivamente si alzò e si diresse verso i testimoni, accelerando. Quando fu vicina, le luci del camion si spensero e il motore tacque. Un testimone uscii e colpì il cofano del camion ed in quel momento l'oggetto passò direttamente sopra il camion con grande rumore (come un tuono) e spostamento d'aria che fece oscillare il camion. L'oggetto era oltre i 200 piedi di lunghezza e pulsava di colore rosso mentre si muoveva in lontananza. Entro tre ore giunsero altri nove avvistamenti aggiuntivi di quello che sembrava essere lo stesso oggetto. In sei casi i veicoli dei testimoni risentirono di forti effetti elettromagnetici, ogni qualvolta l'UFO si avvicinava ai testimoni. Le spiegazioni del governo furono tendenziose, e questa serie di incontri ravvicinati di UFO ebbero un certo impatto sui politici del tempo.

- Il 16/1/1957 l'Ammiraglio S. Fahrney, capo collaudo missili della Marina Americana ha dichiarato: "Secondo informazioni degne di fede, nella nostra atmosfera giungono oggetti ad altissima velocità. Nessun mezzo, né negli Stati Uniti, né nell'Unione Sovietica è attualmente in grado di raggiungere le velocità attribuite a questi oggetti dagli apparecchi radar e dagli osservatori. Questi oggetti appaiono guidati da una intelligenza dato il modo in cui volano. Secondo rapporti di scienziati e tecnici, questi oggetti volano in formazione e compiono manovre che sembrano indicare che essi non siano completamente controllati da un equipaggiamento automatico. Questi oggetti sono incontestabilmente il risultato di lunghe ricerche e di un insieme di cognizioni tecnologiche eccezionali".

- Documenti segreti declassificati del ministero della difesa britannico hanno confermato la storia seguente. Un ex pilota dell’Air Force americana, Milton Torres, ha raccontato di aver tentato di abbattere un UFO nei cieli sopra l’Inghilterra occidentale il 20 maggio del 1957. Quella notte Torres, all’epoca di stanza alla base RAF di Manston, nel Kent, ricevette l’ordine immediato di alzarsi in volo e di intercettare un UFO “con un insolito schema di volo” che i radar di terra stavano seguendo da un po' di tempo. Stando al racconto dell’ex militare, poi diventato professore di ingegneria civile, malgrado le nuvole non permettessero di vedere praticamente nulla, l’oggetto apparve chiaramente sul suo radar e, come dimensioni, ricordava un bombardiere B-52. Gli venne immediatamente ordinato di fare fuoco, ma così come era apparso, nel giro di pochi secondi l’UFO scomparve. Il giorno dopo, un uomo che diceva di essere della National Security Agency (NSA) americana gli intimò il silenzio sull’intera storia, pena la perdita del suo status di pilota.

- 14 luglio 1957:Unione Sovietica – libro di testo dell’Accademia dell’Aeronautica Militare: “Introduzione alla scienza universale”. Secondo quanto riportato a pagina 262 “la batteria della difesa antiaerea dell’URSS aprì il fuoco contro alcuni UFO sopra le isole Kurilen – senza abbatterne nessuno“.

- Al 7/8/1957 risale un documento ufficiale in cui il famoso astronomo Clyde W. Tombaugh, colui che scoprì Plutone, confermò l'avvistamento UFO da lui fatto, assieme alla moglie e alla suocera, la sera del 20 Agosto 1949 a Las Cruces (New Mexico). L'Astronomo vide il veloce passaggio in cielo di circa 8 rettangoli luminosi, che sembravano finestrini di un aeronave, ed era certo che non potevano essere delle meteoriti o dei riflessi.

- I due piloti, alle ore 21.00 del 14 Agosto 1957, si trovavano a condurre un DC-3 "Dakota", da trasporto merci, della Compagnia Aerea brasiliana "Varig", lungo la rotta che va da Porto Alegre a Rio de Janeiro. Jorge Araujo. " Ci trovavamo a 2500 m. di quota, ad una velocità di crociera di 280 Km/h. Era tutto "ok", allorché, uscendo da un banco di nubi, notammo uno STRANO OGGETTO..."

Edgard Soares : " Era molto lucente e si trovava sulla nostra sinistra, sotto di noi verso coda".
Jorge Araujo: " In pochi secondi l'Oggetto, con un'incredibile accelerazione, ci superò e ci distanziò con estrema facilità; quindi si fermò a qualche chilometro davanti a noi, come se volesse attenderci...Ma improvvisamente si lanciò "contro" il nostro aereo..."

Edgard Soares:" Era a forma di disco, munito di una bassa cupola sfolgorante, situata nella parte superiore... Potete interpellare anche gli altri tre uomini dell'equipaggio che erano con noi sul DC-3. Vi confermeranno questa descrizione!"

Jorge Araujo:"All'avvicinarsi del Disco Volante, dopo averci sfiorato, si tuffò tra le nuvole scomparendo dalla vista, ed allora tutti i meccanismi di bordo tornarono a funzionare normalmente e spontaneamente".

- Il Generale José Ferreira Lemos ha testimoniato un incontro con un incredibile UFO durato 35 minuti ed accaduto il 4 Settembre 1957, durante un volo in formazione di 4 Aerei da combattimento F-84 G OTA tra le città spagnole di Cordoba e Caceres. Egli ha dichiarato: "Eravamo a Cordoba a circa 9.000 o 10.000 metri di altitudine, quando con nostro stupore abbiamo visto un po' sopra l'orizzonte qualcosa di insolito rispetto alla normalità: non era una stella o una cometa, era una sorta di palla giallastra. Avevo un aereo sulla mia destra e due sulla mia sinistra, che utilizzarono la radio per condividere alcune opinioni su ciò che vedevamo, ma non si giunse ad una conclusione. Inizialmente facemmo difficoltà a stabilirne le dimensioni, ma poi capimmo che era l'oggetto a cambiare forma e misura. Quando la nostra formazione aerea si trovò in rotta con Caceres, città spagnola sulla quale volevamo volare, la sfera iniziò altri cambiamenti significativi, in quanto quella palla multicolore diventò una sorta di oggetto allungato - una salsiccia - come se fosse stato morso su di un bordo e il suo colore si tramutò in rosso intenso, muovendosi verso il basso sulla linea dell'orizzonte.

Quando ci dirigemmo ad Ota, uno dei piloti ebbe la sensazione che la sfera seguisse la formazione in quanto fece una manovra molto veloce nella nostra direzione. L'ex-Capo di Stato Maggiore delle Forze Aeree Fèrreira disse che non ci fu pericolo si scontro con questo oggetto intelligente". I piloti videro anche 4 piccole sfere gialle aggiungersi intorno all'UFO, come se fossero in formazione con esso. Fu fatta una relazione delle Forze Aeree Portoghesi e il tutto fu inviato alla NATO. Sempre nella stessa giornata due funzionari videro uno strano oggetto "danzare" nei cieli di Harrismith. Inoltre, anche un dipendente dell'Istituto di Geofisica di Coimbra individuò delle variazioni nel campo magnetico terrestre di quella zona.

- 25/9/1957, Messico, caso del volo RB-47 (USA) Si tratta questa volta di un inseguimento, durato più di un'ora, di un quadrireattore B-47, specialmente attrezzato per la localizzazione del segnali radar emanati dai sottomarini sovietici nel golfo del Messico, da un UFO che svettava intorno all'apparecchio. Tutti gli avvistamenti visivi erano coordinati con quelli radar sia a terra che in cielo. L'UFO era "grande come un granaio", con un nucleo rosso, e questo effettuò numerosi cambi di velocità e sembrava balzare da un punto ad un altro. L'UFO "giocò" con l'aereo e fece letteralmente alcuni cerchi attorno ad esso. L'oggetto emetteva un'energia elettromagnetica di grande intensità. Poiché l'aereo era dotato di apparecchiature sofisticate, fu possibile misurare il segnale proveniente dall'UFO. L'apparecchio americano fornisce dei dati interessanti concernenti lo sfavillio elettromagnetico emesso dall'UFO : 3 gigahertz, pulsate a 500 hertz, una frequenza ottimale per ionizzare l'aria, a questa altitudine. L'oggetto emetteva una grande quantità di elettromagnetismo in una stretta regione di microonde. Sembrava che l'UFO usasse le microonde come sistema di propulsione e che questo sistema fosse capace di ridurre o annullare la forza gravitazionale.
Evento ritenuto attendibile anche dalla commissione di inchiesta militare francese sugli UFO che ha fatto il rapporto Cometa nel 1999. Esiste anche un rapporto del 1971 sul caso, redatto dall'American Institute of Aeronautics and Astronautics.

- Dr. Frank Halstead dell'osservatorio astronomico di Darling in Minnesota, nel 1957 dichiarò: "Molti astronomi professionisti sono convinti che i dischi volanti sono veicoli interplanetari".

- Generale Brigadiere João Adil Oliveira, capo della Air Force General Staff Information Service, guidò la prima inchiesta militare ufficiale brasiliana sugli UFO e nel 1957 dichiarò: "È impossibile negare ancora l'esistenza dei dischi volanti ai giorni nostri. I dischi volanti non sono illusioni, sono fatti confermati da prove materiali. Ci sono migliaia di documenti, foto e rapporti di avvistamenti che dimostrano la loro esistenza". Nel 1954 aveva dichiarato: "Il problema dei dischi volanti ha polarizzato l'attenzione dell'intero mondo, ma è serio e merita di essere trattato seriamente. Quasi tutti i governi delle grandi potenze si sono interessati a questo problema, trattandolo in modo serio e riservato, a causa del suo interesse militare".

- il16/1/1958 la nave Almirante Saldanha si trovava in prossimità delle coste brasiliane ed era carica di tecnici e scienziati di ogni genere, quando i suoi passeggeri avvistarono e fotografarono un disco volante che compieva evoluzioni sull’isola di Trinidad. Si tratta del primo avvistamento ufficiale di un disco volante da parte di scienziati.

- William H. Ayres, membro del congresso USA, nel 1958 dichiarò: "Le investigazioni delle commissioni congressuali sono ancora ferme sul problema degli UFO ed è un problema tale nel quale c'è molto interesse. Poiché la maggior parte del materiale presentato alle commissioni è classificato,le sedute non sono mai state registrate".

- Maggiore Donald E. Keyhoe, United States Marine Corp: "L'Air Force aveva emesso un ordine segreto per i suoi piloti per catturare gli UFO". Inoltre fece la seguente dichiarazione in una trasmissione del 1958, che fu immediatamente troncata per motivi di 'sicurezza nazionale' non appena invece di attenersi alle frasi che gli erano state imposte di dire, Donald E. Keyhoe iniziò a dichiarare questo: "Negli ultimi cinque mesi noi abbiamo lavorato con una commissione investigativa ufficiale segreta riguardante le prove che gli UFO sono macchine reali sotto controllo intelligente".

- Un regolamento del 5 febbraio 1958 detta le disposizioni dell'Aeronautica degli Stati Uniti in merito agli avvistamenti UFO che tutti i suoi comandanti devono rispettare. Viene anche evidenziato l'interesse dell'USAF per capire come funzionano gli UFO. È indicato anche che a livello pubblico le uniche informazioni che potevano essere rilasciate dai comandanti delle basi erano quelle relative a quegli avvistamenti risolti ed identificati come oggetti noti o familiari, mentre tutto il resto era competenza dell'Ufficio dei Servizi di Intelligence presso il Ministro dell'Aeronautica.

- Marzo 1958, pubblicazione di un documento denominato CIRVIS-MERINT. Si tratta di procedure da intraprendere dall’Intelligence dell’Aviazione e Marina U.S.A e Canadese in caso di avvistamenti di mezzi aerei e acquatici nemici. In questo documento esiste una versione degli oggetti nemici con relativo disegno, in cui è riconoscibile, tra gli altri, quello di un UFO a forma di disco, sotto al cui disegno si legge la dicitura “Unidentified Flying Object”.
Nella versione canadese del documento, che si trova negli Archivi di Stato di questo paese, si legge anche la frase “Unidentified Object in the Water”, ossia Oggetti Non Identificati nell’acqua (cioè gli USO:Unidentified Submerged Object).

- Luogotenente Colonnello Richard Headrick, esperto di bombardamento radar, nel 1959 dichiarò: "I dischi volanti esistono, io ne ho visti due, erano manovrati in modo intelligente (tattiche evasive, voli in formazione, galleggiamenti in aria). Essi erano veicoli, e non erano degli Stati Uniti o della Russia. Io presumo che fossero extraterrestri".

- Capitano Kervendal, della Gendarmeria Francese, ha dichiarato: "Sta accadendo qualcosa nei cieli che noi non riusciamo a capire.
Se tutti i piloti civili e militari che hanno visto gli UFO e qualche volta li hanno inseguiti sono vittime di allucinazioni, allora a moltissimi piloti dovrebbe essere proibito di volare".

- Ammiraglio M Herbert B Knowles, US Navy, ha dichiarato: "So che c'è una reale necessità di passare attraverso la copertura sugli UFO di Washington e portare la verità alla gente. Sembra che ci ci sia una grande paura tra i potenti sul fatto che le persone americane cadrebbero nel panico se sapessero la verità. Quanto poco conoscono e capiscono i loro stessi cittadini. Io sento che milioni dei nostri cittadini già credono nella realtà degli UFO."

- Wilbert Smith, ingegnere radio senior del Department of Transport e capo del Progetto Magnet che fu la prima inchiesta governativa Canadese sugli UFO (negli anni 50), dichiarò: "La questione degli UFO è la cosa più altamente classificata per il Governo degli Stati Uniti, persino più della Bomba H. I dischi volanti esistono. Il loro modo di operare è sconosciuto ma uno studio approfondito è stato fatto da un piccolo gruppo guidato dal Dr. Vannevar Bush. L'intera questione è considerata dalle autorità degli Stati Uniti di grandissima importanza".

L’11 Maggio 1950 furono scattate due foto di un oggetto volante non identificato dai coniugi Trent a McMinnville, nell’Oregon. Una sera, mentre i due erano seduti sul davanzale della loro abitazione,videro uno strano oggetto sorvolare la loro proprietà e scattarono due foto molto nitide e fortunatamente, mentre l’oggetto volava via, essi cambiarono posizione.

Questo cambio di posizione ha dato la possibilità di avere diversi punti di riferimento e quindi una dettagliata analisi delle dimensioni e delle distanze dell’ UFO. In prima istanza, i Trent, credettero che si trattasse di un nuovo tipo di velivolo militare e quindi non dettero molta importanza all’evento. Anche il rullino, contenente le foto dell’UFO, fu sviluppato dopo un certo periodo di tempo e mostrarono le due foto solo ad un gruppo ristretto di amici.
Le due foto (sopra un ingrandimento dell’UFO e di seguito un’immagine dell’UFO sullo sfondo) furono poi pubblicate anche dalla rivista Life, ma i Trent non mostrarono mai interesse a voler trarre benefici o denaro da quest’evento.

Il rapporto Condon, nel 1968 cita, a proposito: Questo è uno dei pochi casi di UFO in cui tutti i possibili fattori analizzati, geometrici, psicologici, e fisici, sembrano essere consistenti con l’affermazione che un oggetto argenteo, brillante, metallico, di forma a disco, avente un diametro di alcune decine di metri ed evidentemente artificiale, ha volato vicino al campo visivo di due testimoni. Nelle settimane successive all’avvistamento la famiglia Trent ricevette diverse visite sia dall’aeronautica militare sia dall’FBI, i quali gli rivolsero un gran numero di domande. Un agente dellAir Force chiese a Bill Powell, al quale i Trent dopo varie insistenze avevano consegnato i negativi, di avere la pellicola originale. Powell consegno il tutto all’ufficiale, ma sia le foto che i negativi non gli vennero mai più restituiti.

Con il passare degli anni in molti hanno cercato ripetutamente di dimostrare che le foto sono un falso, ma non vi sono mai riusciti.
Con le moderne tecniche computerizzate è stata anche scartata l’ipotesi che si trattasse di un modellino sospeso ad un filo. Ancora oggi, le foto scattate dai Trent rappresentano una delle migliori prove sull’esistenza degli UFO.

Gli anni Sessanta:

- Vice-Ammiraglio R.H. Hillenkoetter, Comandante dell'Intelligence del pacifico nella Seconda Guerra Mondiale e successivamente direttore della CIA, nel 1960 ha dichiarato: "Dietro le quinte, gli ufficiali di alto rango dell'Air Force sono seriamente preoccupati riguardo agli UFO.
Ma attraverso una politica ufficiale di segretezza e di ridicolizzazione, molti cittadini sono portati a credere che gli UFO siano sciocchezze. Per nascondere i fatti l'Air Force ha zittito il suo personale".

- Nel 1960 fu creato un documento chiamato "Proposed Studies on the Implications of Peaceful Space Activities for Human Affairs" (Proposte di Studio sulle Implicazioni delle Attività Spaziali Pacifiche per le Questioni Umane) , spesso chiamato “the Brookings Report”, che fu commissionato dalla NASA e fu redatto dalla Brookings Institution in collaborazione con la "Committee on Long Range Studies" della Nasa. Il 18 aprile 1961 Fu sottoposto alla "Committee on Science and Astronautics of the United States House of Representatives in the 87th United States Congress".
Il rapporto ha una sezione intitolata: "Implicazioni della scoperta di vita extraterrestre", in cui ci si dimostra ottimistici sull'esistenza della vita extraterrestre e si esamina anche l'impatto sul pubblico che avrebbe la notizia della sua scoperta. Si parla anche del modo in cui dovrebbe essere data la notizia, di come i governi dovrebbero gestire le informazioni e viene anche citata la possibilità di non rilasciare queste informazioni al pubblico, tenendolo all'oscuro della cosa.
Viene avanzata l'ipotesi che il contatto con gli extraterrestri possa avere effetti distruttivi sulla società umana e questo ed altri motivi potrebbe portare ai Governi a non diffondere prove sull'esistenza di vita extraterrestre.
Questo documento è stato spesso usato come riferimento per una possibile intenzione istituzionale di tenere segrete informazioni su extraterrestri.

- In un documento declassificato USA del 5 maggio 1961 dell'ATIC (Air Technical Intelligence Center) WPAFB (Wright - Patterson Air Force Base) si parla dell'avvistamento radar di un UFO a Cape Canaveral in concomitanza del lancio del missile Polaris.

Per l'occasione fu mandato un caccia per intercettarlo, il quale agganciò l'UFO per due minuti, il quale però fece una manovra evasiva e scomparve definitivamente.

- Nell’estate del 1961, in una base militare missilistica a Rybinsk, a 150 km da Mosca, si stavano installando dei nuovi missili terra/aria. Improvvisamente appare sopra la base un enorme oggetto a forma di disco, ad un altezza di circa 200 metri, circondato da altri oggetti più piccoli. Senza autorizzazione, il comandate ordina di far fuoco sull'UFO con una raffica missili, che però esplodono a circa due chilometri dall’obiettivo. A quel punto gli oggetti più piccoli si staccano dalla nave madre e si avvicinano alla base mettendo momentaneamente in blackout i sistemi elettrici di lancio dei missili. Dopo aver fatto ciò gli oggetti più piccoli si sono di nuovo aggregati all’oggetto più grande e si sono allontanati.

- 24/8/1964, base AFB Minot in Nord Dakota. Il radar, i soldati militari e gli aerei militari avvistano numerosi UFO nel pressi di un Silos di missili ICBM Minuteman. Ad un certo punto gli UFO sorvolano a bassissima quota la zona dei missili e, mentre stanno effettuavano ciò, viene rilevato un blackout alle comunicazioni via radio.

- 15/09/1964, a Big Sur (California) un UFO viene filmato dai militari mentre mette fuori uso un missile Atlas. Lo ha confermato anche il Tenente USAF, Robert Jacobs del Photo-Optical Instrument del 1369° Squadrone Fotografico alla base di Vanderberg AFB. Egli ha affermato che la sua squadra ha filmato il lancio del missile ICBM Atlas e l’arrivo di un UFO che ha messo fuori uso lo stesso missile.
Il giorno dopo l’ufficiale fu chiamato a rapporto nell’ufficio del suo Comandante, il Maggiore Florenz Mansmann che gli ha ordinato di dimenticarsi ciò che ha visto. Esiste anche una lettera scritta dall’USAF allo scienziato Clark McClelland, che ha lavorato al Kennedy Space Centerin Florida, che conferma l’accaduto.

- Capitano Robert Salas delle forze aeree USAF: "La sicurezza chiamò e disse, signore, c'è un oggetto luminoso rosso che galleggia in aria proprio fuori all'ingresso principale. Io presi tutti gli uomini e ci precipitammo lì con le armi in pugno. Perdemmo tra i 16 ed i 18 ICBM (Missili nucleari  intercontinentali balistici) nello stesso momento in cui degli UFO erano nell'area. Un ufficiale di alto grado delle forze aree disse di sospendere le investigazioni, di non occuparsi più di questo e di non scrivere un rapporto sulla questione. Molte delle guardie che fecero rapporto sull'incidente furono spedite in Vietnam".
- Pierre Clostermann, importante pilota militare dell'aviazione francese, ha dichiarato: "I dischi volanti sono di origine extraterrestre. Né gli  americani né i russi sono in grado di costruire macchine simili. Le caratteristiche dei dischi volanti sono infatti chiaramente superiori alle presenti possibilità della scienza".

- Padre Benito Reyna, gesuita, celebre astronomo e biologo, dottore in scienze e lettere, professore di fisica e matematica all'Università del Salvador a Buenos Aires, dirigente di Centri Scientifici e di tre Osservatori Astronomici ( a Santa Fé ed i due di San Miguel ):
"Gli UFO sono oggetti reali le cui strutture,velocità e traiettorie, sono state sia fotografate, sia registrate dai radars. Quelle navi di lontani pianeti sono state più volte inseguite dai nostri aerei militari. Da due degli Osservatori,molte volte ho seguito le evoluzioni degli UFO. Quasi sempre essi seguivano dei “satelliti” o i missili che li mettevano in orbita, ma sempre ad una certa distanza, come per non disturbarli con il loro campo magnetico. Quando i “satelliti” entrano nel cono d'ombra della Terra, essi spariscono; per contro, gli UFO rimangono luminosi e cambiano generalmente rotta, e questo a velocità fantastiche. Una notte,e senza dubbio per la prima volta al mondo, abbiamo seguito uno di essi al telescopio. Tutto ciò è assolutamente certo e controllato da tecnici. Dall'Osservatorio di Adhara, durante una limpida notte del 14 Novembre del 1964, noi stavamo seguendo al Telescopio il “satellite Echo-2”, che va dal Polo Nord al Polo Sud. Apparve alle 20.37 , quasi allo stesso meridiano dell'Osservatorio. Alle 20.45 uscì ad Ovest, nei pressi della costellazione di Pegaso, un UFO che seguiva una rotta perpendicolare alla traiettoria di “Echo-2” e sullo stesso piano di traiettoria. Giungendo in prossimità del satellite, esso deviò la sua rotta, descrivendo un semicirconferenza (forse per non disturbarlo), poi proseguì il suo cammino in direzione Est e, in vicinanza della costellazione di Orione, discese fino all'orizzonte. Fece tutto questo tragitto in tre minuti. Alle 20.53, allorché “Echo-2” si trovava allo Zenith, l'UFO uscì a Sud-Ovest, nei pressi della costellazione del Centauro, andando incontro ad “Echo-2”.

Avvicinandosi al “satellite, Esso descrisse una curva, poi poi si diresse verso Nord-Est e discese fino all'orizzonte, vicino la costellazione di Andromeda. Per la terza volta, alle 21.00, apparve nei pressi della stella Altair, presentandosi sotto forma di un'Ellisse, per diventare poi di nuovo circolare. Arrivando nelle vicinanze di “Echo-2”, fece lo stesso giro di prima, poi dirigendosi verso Sud, si fermò in direzione della stella Canopo e, finalmente disparve sotto l'orizzonte contemporaneamente al “satellite Echo-2”. Poiché c'erano molte persone all'interno e fuori dell'Osservatorio, si poté seguirlo ed osservarlo sulle sue diverse traiettorie, azionando rapidamente lo sportello d'apertura e chiusura della cupola perché tutti potessero vederlo. Vicino all'orizzonte noi l'abbiamo visto alla perfezione. Si poteva notare con assoluta nettezza la sua torretta superiore, di colore verdastro, come quello della luce delle lampade ad arco di mercurio. Il suo cerchio centrale era di color giallo ed i suoi bordi erano blu. A volte riempiva tutto il campo del telescopio ed appariva più grande della Luna piena, vista ad occhio nudo. Dato che la velocità di “Echo-2” era di 27.500 Km/ora, l'UFO doveva andare a più di 100.000 Km/h, come ci si può rendere conto dai percorsi che ha effettuato alla stessa quota del “satellite”. Noi fummo tutti meravigliati e rapiti da una visione così netta e splendida. Lo spettacolo offerto dall'UFO che osservava il “satellite Echo-2” fu meraviglioso e fantastico."

- Nell'Agosto 1965, in navigazione sul Mar Rosso, l'equipaggio della motonave Raduga fu avvistò una sfera infuocata che schizzò fuori dall'acqua e si librò sopra la superficie del mare, illuminandola. La sfera aveva un diametro di circa 60 metri e rimase sospesa sull'acqua ad un'altezza di 150 metri. Si alzò allora una gigantesca colonna d'acqua mentre la sfera emergeva.

- Il Generale Curtis LeMay, parlando di UFO, nel 1965 ha dichiarato: "Ci sono dei casi (ufologici) che non possono essere spiegati. E mai lo potrebbero".

- Capitano e ingegnere Omar R. Pagani, direttore della inchiesta militare Argentina sugli UFO, nel 1965 dichiarò: "Gli UFO esistono. La loro presenza ed il loro movimento intelligente nello spazio aereo argentino è stato provato. La loro natura e la loro origine sono sconosciute e nessun giudizio è stato dato su questi aspetti".

- 1965, Valensole. Un contadino è paralizzato da degli esseri umanoidi usciti da un arnese ovoidale che decolla lasciando nelle lavande delle tracce biologiche di lunga durata, così come una strana impronta impressa al suolo. Evento ritenuto attendibile anche dalla commissione di inchiesta militare francese sugli UFO che ha fatto il rapporto Cometa nel 1999.


- Maggiore General E.B. LeBaily, direttore dell'informazione USAF, nel 1965 scrisse: "Molti dei rapporti sugli UFO che non possono essere spiegati provengono da individui intelligenti e molto qualificati la cui integrità non può essere messa in dubbio".

- Il Generale di Brigata Arthur E. Exon (Ufficiale Comandante della Wright Patterson Air Force Base, riporta dell'esistenza (dal 1964 al 1966), di un gruppo di ufficiali e scienziati di altissimo livello in qualche modo coinvolti nello studio degli UFO : il soprannome di tale gruppo dato da Exon era "Unholy Thirteen", i "Terribili Tredici", ma ovviamente il loro nome non era quello.

- Uno dei casi importanti del Blue Book è quello accaduto nel 1966 nell'Ohio (USA), dove dei poliziotti inseguirono un incredibile UFO per ben 86 miglia, che per le sue manovre sembrava quasi beffarsi dei suoi inseguitori. Ci fu una copertura piuttosto maldestra del caso da parte delle autorità. L'evento ispirò una scena del film "incontri ravvicinati del terzo tipo".

- 1966, Estremo Oriente: l’Aeronautica Militare indonesiana “fu costretta ad aprire il fuoco contro alcuni UFO“, come spiegò il maresciallo dell’aviazione Roeshin Nurjadin, comandante capo dell’Aeronautica Militare indonesiana.

- In un documento declassificato del Department of The Air Force, Headquarters 862nd Combat Support Group (SAC), si parla di un incidente causato da un UFO, accaduto il 24/08/1966 nei pressi di una base con missili nucleari, la Minot AFB. A causa del passaggio dell'UFO a bassa quota sulla base, le trasmissioni radio del Missile Site (MIKE Flt) andarono fuori uso. L'UFO fu rilevato dal personale militare e dai radar, e dopo aver sorvolato i silos con i missili nucleari è poi atterrato nei pressi della base. Furono mandati dei caccia intercettori F-106 ma arrivarono troppo tardi poiché l'UFO era già sparito. Fu fatto anche un disegno dai testimoni dell'UFO: aveva la forma di un classico disco volante.

- Presidente USA Gerald Ford: "Raccomando fortemente di costituire una commissione investigativa sul fenomeno UFO. Io penso che dobbiamo alla gente il fatto di dare credibilità agli UFO e di produrre quanti più chiarimenti possibili su questo soggetto."

- 5/3/1967, nei pressi dei Silos del 91° Strategic Missile Wing di Minot AFB (Nord Dakota) avviene un fatto inquietante. Il radar dell’Air Defense Command rileva un oggetto volante non identificato discendere sopra i silos dei missili ICBM Minuteman. La squadra di sicurezza della base raggiunge rapidamente la zona e nota un oggetto metallico, a forma di disco, con un anello luminoso e con luci lampeggianti che si spostano lentamente, che era stazionario a circa 150 metri di altezza dal suolo. Improvvisamente l’oggetto si muove e si dirige nei pressi dei silos, proprio nella zona del controllo del lancio dei missili.
Dei caccia F-106 aspettano un ordine del NORAD per intervenire, ma stranamente l’ordine non avviene. Tuttavia, i caccia partirono ugualmente per intercettare l'UFO. Quando i caccia sono nei pressi della base, l’UFO si alza in verticale e schizza verso l’alto ad una velocità altissima.

- 30/3/1967, sempre base di Malmstrom AFB (Montana). Anche in questo caso un UFO mette fuori uso 10 missili Minuteman ICBM. Il caso è stato confermato anche dagli occhi dei radar USAF.

- Il 30 Giugno 1967 l'equipaggio della nave argentina "Naviero", che navigava nel sud Atlantico a 190 km dalle coste brasiliane, avvistò uno strano apparecchio a forma di sigaro scivolare silenziosamente in acqua ad una quindicina di metri dietro di loro. Quando il Capitano Julian Ardanza arrivò sul ponte il misterioso oggetto navigava già di fianco alla nave seguendola per 15 minuti. L'oggetto emetteva una luce bianca-bluastra e non lasciava scia, la sua lunghezza era di poco più di 30 metri. Senza alcun preavviso puntò verso il mercantile e risplendendo di luce quanto più accelerava si immerse sotto la nave scomparendo rapidamente.

- In un rapporto ufficiale della Polizia Reale Canadese si racconta di un episodio accaduto presso il porto di Shag il 4 Ottobre 1967 dove un oggetto di 20 metri di lunghezza si spostò sul mare per poi discendere rapidamente nell’acqua con un grande impatto. Una singola luce bianca apparve sulla superficie per un breve periodo di tempo. La polizia tentò anche di raggiungere l’oggetto con l’aiuto di alcuni pescatori locali e le loro barche, prima che si inabissasse completamente.”
- Generale Kanshi Ishikawa, capo dell'Air Staff dell'Air Self-Defense Force del Giappone e comandante della 2nd Air Wing, nel 1967 dichiarò: "Molte prove ci dicono che gli UFO sono stati tracciati dai radar; quindi, gli UFO sono reali e potrebbero venire dallo spazio....vario materiale ci mostra scientificamente che ci sono più individui preparati che pilotano i dischi volanti e le astronavi madre".

- 1967, Cussac. Inchiesta GEPAN/SEPRA: si tratta di un incontro ravvicinato tra giovani contadini e degli umanoidi alti 1,20 m. I testimoni videro questi “personaggi" rientrare nel loro UFO sferico dall’alto, facendo entrare prima la testa." Un magistrato effettuò una contro inchiesta, interrogò i testimoni e concluse con la credibilità del loro racconto. Evento ritenuto attendibile anche dalla commissione di inchiesta militare francese sugli UFO che ha fatto il rapporto Cometa nel 1999.

- Air Marshall Nurjadin Roesmin, Comandante in capo delle forze aeree indonesiane nel 1967: "Gli UFO avvistati in Indonesia sono identici a quelli avvistati nelle altre nazioni. A volte sono dei problemi per la nostra difesa aerea e in un caso siamo stati obbligati ad aprire il fuoco su di loro".

-Air Commodore J. Salutun, del Consiglio Aerospaziale nazionale Indonesiano e Membro del parlamento indonesiano, nel 1967 dichiarò:Il caso più spettacolare di UFO in Indonesia è avvenuto durante il culmine della confrontazione del presidente Sukarno in Malesia, quando degli UFO penetrarono una area molto ben difesa per due settimane, e ogni volta furono accolti con quello che è forse stato il più pesante fuoco anti-aereo di sbarramento della storia".

- Nel marzo del 1967 un MIG 21 cubano, costruito in Unione Sovietica, fu distrutto da un “bogey” (il termine con cui i piloti indicano gli oggetti sconosciuti) quando il Comando per la difesa aerea diede l’ordine di aprire il fuoco contro l’oggetto.
- Documenti del KGB ufficiali rivelano che durante la guerra del Vietnam aerei russi tentarono di abbattere degli UFO.

- In un documento canadese del settembre 1967, denominato << Oggetti Volanti non Identificati (UFOs) – Indagini >>, si legge: "Diverse indagini eseguite sulle segnalazioni suggeriscono la possibilità che questi UFO, possano essere fonte unica di informazioni scientifiche e dimostrino capacità tecnologiche avanzate, tanto da poter contribuire con la loro analisi al nostro sviluppo scientifico o tecnologico."
- 1968, pubblicazione da parte della N.S.A. (Nationa Security Agency) del documento dal titolo “Ipotesi U.F.O. e domande sulla sopravvivenza”. In questo documento si illustrano le ipotesi più concrete per poter spiegare gli avvistamenti UFO, ossia falsi, allucinazioni, fenomeni naturali, progetti segreti terrestri e oggetti pilotati da Intelligenze Extraterrestri. Il documento prende seriamente come possibile l’ipotesi extraterrestre per spiegare molti avvistamenti di oggetti volanti non identificati, anzi raccomanda che l’investigazione su questi oggetti deve portare ad una azione intensiva d’emergenza per isolare la minaccia e determinare la precisa natura, nonché sviluppare adeguate misure difensive in un periodo di tempo minimo.

- Un documento declassificato del "Department of Defense Intelligence", del 19 Agosto 1968, attesta l'inseguimento da parte di due caccia Mig Cinesi (senza successo) nei confronti di sette UFO.
- Nel 1969 un gruppo di alti funzionari e ufficiali del FAB - l'Air Force Brasiliana - nel 4° COMAR - Air Command Regionale - nei pressi di Cambuci, San Paolo crearono il primo gruppo di ricerca nazionale di ricerca Ufologica: il SIOANI - Sistema di Indagine Oggetti non Identificati Aerei. La principale sede operativa del SIOANI stabilita a Park Prof. O. de Vincenzo al n. 200, era capeggiata ed amministrata dal Major-Brigadier Jose' Vaz da Silva. Molti casi di atterraggio, di avvistamenti UFO e persino loro fotografie furono investigati e studiati all'epoca dal Maggiore Zani Gilberto de Mello e dal Tenente Edney Joao Ribeiro Carvalho, e furono proprio loro ad occuparsene in tutto il periodo.

- In un documento ufficiale USA del 20/10/1969 sottoscritto dal Brig. Gen. USAF Carroll H. Bolender, Vice Direttore del DCS/Research & Development, si consiglia la chiusura del progetto pubblico “Bluebook” sugli UFO, e si afferma invece che “le relazioni di oggetti volanti non identificati che possono influire sulla sicurezza nazionale e che sono realizzate in conformità col JANAP 146 e il Manuale dell’Air Force 55-11, non fanno parte del sistema Bluebook”. ed inoltre si afferma che “le relazioni UFOs che possono influire sulla sicurezza nazionale, continueranno a essere gestiti dall’USAF”.
- L'Apollo 10 riprende un incredibile oggetto artificiale che gli passa accanto. L'oggetto sembra essere una parte incidentata di una navicella spaziale sconosciuta (Frames AS 10-28-3988, 3989 e 3990).

- L'Apollo 11 riprende un UFO nello spazio apparentemente fatto o ricoperto da plasma (Frame AS 11-36-5319). Sulla superficie lunare viene ripresa una sfera (AS 11-37-5522), e viene ripreso anche un UFO definito in diretta "...flare-like light, in or over a not too distant crater...", avvistato da Neil Armstrong durante la missione Apollo 11, che in una foto si trova vicino alla superficie lunare e in un'altra si è alzato nel cielo lunare (AS 11-37-5455 e AS 11-37-5456). Ma non basta, un UFO in movimento viene ripreso dall'Apollo11 nello spazio (AS 11-39-5753 e AS 11-39-5768).
- Nella missione Apollo 12, in orbita lunare viene ripreso un UFO dall'aspetto luminoso in transito (Frames AS 12-51-7552 e 7553).
- Nella missione Apollo 13, si immortalano innumerevoli UFO che sembrano seguire da vicino la sfortunata missione (Frame AS 13-60-8622, Frame AS 13-61-8830, Frame AS 13-62-8898, Frame AS 13-62-8905 ed altri). Vi erano anche delle sfere che, nei pressi della Luna, gironzolavano intorno all'Apollo 13 (Frame AS 13-60-8622 ed altro). Inoltre, l'Apollo 13 riprende una sfera che gli passa accanto (AS 13-60-8622, AS 13-60-8608, AS 13-60-8609).

- Nella missione Apollo 14, viene fotografato più volte un incredibile UFO (Frames AS 14-70-9835, 9836 e 9837). Inoltre, l'Apollo 14 è letteralmente seguito da un oggetto sconosciuto che appare come una fiamma azzurra che appare fluttuante nello spazio mentre osserva la missione (AS 14 -66-9290; 9295, 9301, 9345).

- Nella missione Apollo 15 si riprende un corpo bluastro in movimento sulla zona di atterraggio. Viene anche fotografata una strana anomalia visiva (Frames AS 15-88-12009 e 12010). E nel frame AS-88-12009 ricompare la fiamma azzurra della missione precedente.
- Nella missione Apollo 15, viene chiaramente ripreso un UFO dall'aspetto biancastro che si muove sulle superficie lunare (Frames AS 15-98-13305, 13306 e 13307).

- Maggiore Gordon Cooper, pilota ed astronauta delle missioni Mercury e Gemini, testimoniò questo davanti le Nazioni Unite:
"Io credo che questi veicoli extraterrestri e i loro equipaggi visitino questo pianeta provenendo da altri pianeti, che ovviamente sono tecnologicamente più progrediti della Terra. Penso che dovremmo avere un programma coordinato ad altissimo livello per raccogliere e analizzare scientificamente i dati provenienti da tutto il mondo circa ogni tipo di incontro, e per determinare quale sia il comportamento migliore da assumere per fronteggiare amichevolmente questi visitatori. Probabilmente dovremmo dimostrare loro che abbiamo imparato a risolvere i nostri problemi pacificamente, invece che con la guerra, prima di essere accettati come membri pienamente qualificati del consesso universale".

Da aggiungere che un collega di Cooper, l'astronauta Mercury Donald Slayton, testimoniò un incredibile avvistamento di UFO a forma di disco volante e dalle prestazioni straordinarie.

- Colonnello Hayashi, Comandante dell'Air Transport Wing della Air Self-Defense Force del Giappone, negli anni'60 dichiarò: "L'esistenza degli UFO è impossibile da negare...è molto strano che noi non siamo riusciti a trovare la loro origine dopo oltre 20 anni di indagini".

-Jimmy Carter, Presidente USA: "Sono convinto che gli UFO esistono perché ne ho visto uno. Era la cosa più strana che avessi mai visto, era enorme molto luminoso, cambiava colore. Nessuno di noi ha capito cosa potesse essere. Una cosa è sicura: non mi prenderò mai più gioco delle persone che dicono di aver visto UFO nei cieli".

- Lee Katchen, fisico atmosferico della NASA, nel 1968 ha dichiarato:
"Gli avvistamenti UFO sono così comuni che i militari non hanno tempo per preoccuparsene. Quando un UFO appare, loro semplicemente lo ignorano. I bersagli non convenzionali sono ignorati perché apparentemente noi siamo interessati solo ai bersagli russi, i quali sono possibili bersagli nemici. A volte quel galleggiare in aria, poi sparire a 8045 km orari non ci interessa perché non può essere il nemico. Gli UFO sono rilevati dai radar di terra e di aria e sono stati tutto il tempo ripresi dalle gun camera (telecamere su aerei militari). Ci sono così tanti UFO nei cieli che le forze aeree militari hanno dovuto impiegare speciali reti di radar per distinguerli."

- Dr. Robert M. L. Baker, Jr., Presidente della West Coast University; autore di due testi di astrodinamica; capo del Lockheed's Astrodynamics Research Center (1961-64); membro della facoltà di Astronomia ed Ingegneria alla UCLA (1959-71), nel 1968 fece la seguente dichiarazione riguardante i sistemi radar USA che operavano a quel tempo che, aveva potuto appurare, fornivano una copertura continua sufficiente per rilevare UFO che operavano sopra l'atmosfera terrestre: "Il sistema è parzialmente segreto e, quindi, non posso entrare nel dettaglio. Da quando questo particolare sistema di sensori è stato operativo, ci sono stati numerosi casi di allarmi anomali. Allarmi che, fino ad adesso, non è stato possibile spiegare con interferenze naturali, malfunzionamento delle attrezzature o inadeguatezza, o oggetti spaziali fabbricati dall'uomo."

- Gli anni sessanta e gli anni settanta sono strapieni di osservazioni autorevoli e comprovate di UFO, come quelle innumerevoli dei piloti aerei, che sono impossibile da riportare perché troppo numerose.

- Nel 1969 si conclude il progetto Blue Book, una inchiesta scettica ufficiale che utilizzando militari e scienziati scettici aveva l'intenzione di spiegare almeno ufficialmente molti casi UFO dal 1947 al 1969. Tuttavia, ben 701 casi clamorosi rimasero senza alcuna possibile spiegazione terrestre, neanche a livello teorico.

- Maggiore Edward G. Ruppelet, direttore del progetto Blue Book sugli UFO dell'USAF, ha dichiarato:"Alcuni dei rapporti che non siamo stati in grado di spiegare potrebbero forse essere spiegati ammettendo l'esistenza di velivoli di provenienza extraterrestre sotto controllo intelligente".
"Ogni volta che divento scettico, penso agli altri rapporti (sugli UFO) fatti da piloti esperti e da operatori radar, scienziati, e da altre persone che sanno a cosa stanno guardando. Questi rapporti sono stati accuratamente investigati e sono ancora senza spiegazione. Noi non abbiamo alcun aereo su questa terra che può così facilmente seminare i nostri aerei più moderni. Forse la Terra è visitata da astronavi extraterrestri".

- Colonnello Carl Sanderson, USAF, nel commentare il suo avvistamento di due UFO circolari di colore argenteo in prossimità del suo aereo: "Dalle loro manovre e dalla loro incredibile velocità sono certo che le loro prestazioni di volo sono molto più avanzate di qualsiasi altro aereo oggi conosciuto".

- Joseph Allen Hynek, astrofisico, direttore del Centro Ricerche Astronomiche Lindhemeimer presso la Northwestern University di Evanston, Illinois, consulente del "Project Blue Book" e autore di studi sugli UFO:
"Oggi non dedicherei un minuto di più alla questione degli UFO se non fossi convinto che il problema è reale, e che gli sforzi per investigarlo, comprenderlo e, in fine, risolverlo, possono avere conseguenze di grande portata, rappresentare addirittura l'inizio di una rivoluzione nella visione che l'Uomo ha di se stesso e del proprio posto nell'Universo. È assolutamente falso asserire che gli UFO non sono mai stati visti da persone scientificamente preparate; alcuni dei migliori rapporti che ho esaminato, all'epoca del 'Blue Book', ed ultimamente, ed i più coerenti infatti, provengono da tali testimoni"."Per il governo continuare a sostenere che gli UFO non esistono di fronte ai documenti già rilasciati ed alle altre prove convincenti presentate è puerile e un insulto al popolo americano". Hynek negli ultimi anni della sua vita, fu oggetto di innumerevoli tentativi di convincimento da parte di Jacques Vallee, un ufologo amante del paranormale e dei complotti che amava fare ipotesi estreme sugli UFO, però poi rivelatesi infondate. In seguito a tutto ciò e ad un libro realizzato insieme, Hynek fu protagonista di un sospetto ed irrazionale dietrofront sulla questione UFO, abbracciando alcune tesi paranormali e complottistiche portate avanti da Vallee: ad esempio, nonostante le prove scientifiche evidenziate da Hynek negli anni passati dimostrassero esattamente il contrario, egli iniziò a pensare che gli UFO potessero essere fenomeni legati ad allucinazioni di origine psicologica ed a fenomeni paranormali, nonostante fosse smentito dalle prove da lui stesso raccolte.

- James E. Mc Donald, professore di fisica dell'atmosfera all'Università dell'Arizona e autore di studi sugli UFO:
"Orami è tempo di smetterla di insabbiare il Problema; bisogna invece occuparsene seriamente. Noi ci troviamo di fronte ad un problema realistico. Io sono convinto che gli UFO sono cose reali provenienti da altri pianeti."
Nel 1968 davanti al congresso USA disse: "La mia opinione, basata su due anni di studi approfonditi, è che gli UFO sono probabilmente apparecchi extraterrestri impegnati in qualcosa che potrebbe essere definito come sorveglianza".
All'inizio degli anni ’60 McDonald riuscì ad avere accesso ai documenti del Project Blue Book (tentativo di studio pubblico degli UFO da parte dell’aeronautica militare) e scoprì che lo staff del Project Blue book non era qualificato per portare avanti un’investigazione in quel campo, che il progetto era volto a screditare gli avvistamenti UFO, e lo staff del Blue Book non si prendeva nemmeno la briga di intervistare i testimoni oculari. Inoltre, McDonald usò la sua perizia e conoscenza scientifica per criticare le affermazioni degli scettici, come quelle del dottor Donald Menzel, astronomo dell’Università di Harvard e fiero oppositore dell’ipotesi che gli UFO potessero esistere realmente. A differenza di McDonald, Menzel rifiutava di intervistare i testimoni degli avvistamenti UFO partendo dal pregiudizio che gli UFO non esistessero giudicava che ogni testimone non potesse che riportare erronee osservazioni, e pertanto considerava che intervistarli fosse una perdita di tempo. McDonald smascherò l’illogicità ed anti-scientificità delle investigazioni da poltrona di Menzel, il quale non seppe mai replicare su un piano logico e scientifico. McDonald a partire dal 1966 cercò di convincere la comunità scientifica, l’opinione pubblica e gli uomini politici statunitensi dell’importanza di uno studio scientifico del fenomeno. Il rapporto finale del Comitato Condom pubblicato nel 1969 lasciò inspiegati circa un terzo dei casi di avvistamento UFO che furono esaminati, tuttavia Condon affermò nell’introduzione che gli UFO semplicemente non esistevano e che la scienza seria non aveva niente da guadagnare dallo studio di quel soggetto. Come risposta, McDonald scrisse numerosi e dettagliati critiche a tale rapporto, la maggior parte delle quali sono state ignorate. La sua forte difesa della tesi che gli UFO fossero un serio argomento degno di attenzione scientifica gli aveva fatta guadagnare molte critiche nella comunità scientifica, da parte di persone che per lo più volevano ignorare il fenomeno. Fu emarginato dalla comunità scientifica e nel 1971 morì in condizioni tanto orribili quanto controverse.

- Prof. Frank Drake, astronomo statunitense, direttore del SETI Institute Mountain View, ha dichiarato: "Gli alieni? Statisticamente parlando, è semplicemente impossibile che non esistano da qualche parte".


- Prof. Felix Zhigel, astronomo sovietico, Scuola di aviazione di Mosca, ha dichiarato: "Questi oggetti volanti (gli UFO) sono stati costantemente osservati dagli scienziati dell'Osservatorio Centrale Astronomico di Mosca, e in considerazione anche dei ripetuti avvistamenti da parte americana, indiana e giapponese negli ultimi vent'anni, non rimane alcun dubbio circa la loro esistenza".


Gli anni Settanta:

- Il Colonnello Joseph J. Bryan III, fondatore del reparto CIA della guerra psicologica, assistente speciale al segretario dell'Air Force, consulente alla NATO: "Questi UFO sono apparecchi interplanetari che stanno sistematicamente osservando la Terra, e sono pilotati da equipaggi oppure sono controllati a distanza". "Le informazioni sugli UFO, inclusi i rapporti degli avvistamenti, sono state e sono ancora ufficialmente tenute nascoste".

- Il Generale Lionel M Chassin, Forze aeree francesi, Coordinatore della difesa delle forze aeree dei paesi membri della NATO, ha dichiarato: "Il numero delle persone razionali, intelligenti e preparate in pieno possesso delle loro facoltà che hanno 'visto qualcosa' e lo hanno descritto cresce ogni giorno. Noi possiamo categoricamente dire che oggetti misteriosi sicuramente sono apparsi e continuano ad apparire nei cieli che ci circondano."

- Diversi documenti militari inglesi parlano della morte di un pilota americano in cui è implicato un UFO: le relazioni della Raf riportarono che un velivolo si era schiantato nel 1970 nel Mare del Nord. Venne eseguita un indagine sulla morte del Capitano William Schaffner venti anni più tardi, quando emerse la storia che fu avvicinato da una misteriosa fonte luminosa al largo della costa orientale. Nel 1992 il giornale Grimsby Evening Telegraph pubblicò la trascrizione del suo appello alla base: il pilota vide un oggetto molto grande di forma sferica, come una palla di vetro avvicinarsi al suo velivolo, l'UFO si spostava da destra verso sinistra a dal basso verso l'alto.

- Al 30 Settembre 1971 risalgono i documenti di un accordo che USA e URSS firmarono sulle misure per la riduzione del pericolo dello scoppio della guerra nucleare tra i le due Grandi Potenze. Quell’accordo nell’articolo 3 cita gli UFO, ecco cosa dice:
"Le parti s’impegnano a informarsi immediatamente l’un l’altra non appena si rilevino oggetti non identificati mediante i sistemi di preavviso di attacco missilistico, oppure si manifestino disturbi a questi sistemi o a corrispondenti mezzi di comunicazione, se siffatti fenomeni possono determinare il pericolo dello scatenamento della guerra nucleare tra i due Paesi". Gli oggetti interessati in quel periodo, visto che l’accordo era tra i due blocchi di potere che dominavano il mondo di allora, erano velivoli non appartenenti a queste Potenze, oggetti probabilmente non di questo pianeta. 

- In un documento ufficiale declassificato USAF dell' 8 ottobre 1970 si parla esplicitamente di UFO ed alieni. Si tratta del capitolo 33 del testo “Introductory Space Science, Volume II, Department of Physics, USAF” editato dal Maggiore Donald G. Carpenter e dal Co-editore Luogotenente Colonnello Edwared R. Therkel. Il documento afferma che United States Air Force afferma che gli UFO esistono fin dall'antichità, parla anche di origine extraterrestre degli UFO, ma sopratutto si afferma che sia gli USA che i Sovietici hanno tentato di abbattere gli UFO, che nel caso americano aveva la classica forma di disco volante (p462-463).

- Il 2 Dicembre 1971 Ricardo Espindola e un gruppo di amici a caccia di foche nella Penisola di Valdez nel golfo di San Matias (Argentina) stava scattando alcune foto delle prede catturate sulla spiaggia, quando all'improvviso il mare cominciò a ribollire violentemente ed emerse un grosso oggetto circolare circondato da una nebbia rossastra. L'oggetto puntò verso di loro quindi deviò verso il mare aperto scomparendo a velocità incredibile. L'UFO in questione fu anche fotografato.

- Un Documento ufficiale della CIA dell'8 settembre 1971 riguardante gli UFO, di cui si è ottenuta la declassificazione dopo anni di pressioni da parte di ricercatori, è stato rilasciato iper-censurato in modo da essere totalmente illeggibile. Anche un altro documento sugli  UFO, presente sul sito della NSA, l'agenzia per la sicurezza nazionale degli USA, e chiamato: Communications Intelligence (COMINT) report - "XXXXX Unidentified Flying Objects" (le X sono censure) è stato rilasciato censuratissimo.

- Il Comandante Turner è stato per ben 29 anni a capo dei sistemi radar della RAF, ha ottenuto nel 1983 il riconoscimento di "Member of the British Empire" (MBE), e nel 1971 era di stanza presso la base militare della Royal Air Force di Sopley nel Dorset, quando qualcosa di incredibile è apparso sugli apparecchi radar. 35 oggetti velocissimi e tutti equidistanti tra loro, passavano da 3.000 a 60.000 piedi a circa 300 miglia orarie sotto gli occhi esterrefatti del militare e dei suoi colleghi.

Ogni pochi secondi uno degli UFO spariva dal radar e veniva rimpiazzato qualche attimo dopo da un velivolo identico. Turner ha affermato che almeno 4 civili e 6 operatori radar militari, più gli operatori dell'aeroporto di Heathrow, hanno avvistato gli UFO a est di Salisbury Plain ed hanno compilato rapporti descrivendo il fenomeno accaduto nel 1971. Tre giorni dopo l'incidente, il Ministro della Difesa ha visitato il sito RAF e dato precise istruzioni di "non parlare mai più dell'accaduto". Turner ha dichiarato che: "Gli UFO sono reali, ho potuto seguirli personalmente su radar militari. Quello che ho visto supera ogni logica ed è stato veramente straordinario. Oltretutto non sono stato l'unico testimone. Oltre 30 paia di occhi dello staff RAF e operatori radar all'aeroporto di Heathrow, hanno osservato la stesa cosa. È arrogante pensare che siamo gli unici esseri nell'universo. Ho realizzato subito che non si trattava di un convoglio aereo militare. L'unico velivolo con quella possibilità di ascesa sarebbero stati aerei supersonici ultra veloci, ma non sarebbero comunque riusciti a mantenere una formazione così perfetta (ndr senza contare le sparizioni improvvise sul radar) e inoltre avrebbero fatto un sacco di rumore, invece quella notte nessuno ha sentito un rumore."

- Il 17 ottobre del 1973 un elicottero dell’esercito con un equipaggio di quattro uomini e sotto il comando del Capt. Lawrance E. Coyne, incontrò, sopra la base dell’Aeronautica Militare di Mansfield, in Ohio, un oggetto volante a forma di sigaro della lunghezza di 60 metri. Quando tentò di volare via, l’elicottero fu sollevato da una forza sconosciuta che, da un’altitudine di volo di 500 metri, portò il mezzo ad un’altitudine di 1300 metri. 

- Nel 1974 il Ministro dell’Aeronautica francese parlò apertamente degli UFO e divulgò diverse fotografie.

- Nel 1973 e nel 1974 si scatenò in tutto il mondo una vera e propria apocalisse ufologica, generando migliaia di avvistamenti in tutto il mondo. 

- Eugene Cernan, comandante dell'Apollo 17, in un articolo del Los Angeles Times del 1973 affermò quanto segue: "Molte volte mi sono state poste domande circa gli UFO. Ho già detto pubblicamente che sono qualche altra cosa rispetto a noi, qualcosa che viene da un'altra civiltà".

- Dr. Claude Poher, esperto di aereonautica, astronomia ed astronautica, ingegnere alla Agenzia Spaziale francese (CNES) per 30 anni, ha scritto nel 1971 in uno studio preparato per il CNES e gli ufficiali francesi: "Il fenomeno sembra essere reale. La coerenza dei rapporti sugli avvitamenti non dovrebbe lasciare i ricercatori indifferenti. Non è possibile concepire spiegazioni oggettive che giustificano un atteggiamento che vorrebbe evitare ad tutti i costi queste osservazioni. Il rischio è quello di confermare l'esistenza di velivoli sconosciuti che appaiono improvvisamente nella nostra atmosfera: una ipotesi che sembra quasi spiegare tutti gli aspetti riportati dal fenomeno e sembra essere collegata alla presente branche della ricerca spaziale esobiologica.

- M. Robert Galley, Ministro francese della Difesa, nel 1974 ha dichiarato: "Io credo che lo spirito che dobbiamo adottare nell'affrontare apertamente il fenomeno ufologico deve essere uno spirito aperto, il che consiste nel non negare a priori il fenomeno, come i nostri antenati dei secoli passati negavano molte cose che oggi sembrano perfettamente elementari."

- Primavera 1974, Binn, Corea del Sud. Verso le 10.00 un razzo Hawk fu colpito da un grande UFO. Come spiegò il nostro informatore: “Il missile fu colpito e distrutto da un raggio di luce. Allo stesso modo la rampa di lancio – entrambi fusi come giocattoli di stagno!”

- Dr. Margaret,  Antropologa di fama mondiale, ha scritto: "Esitono gli UFO. C'è una percentuale dei casi che va dal 20 al 30% in differenti studi per i quali non esiste una spiegazione. Possiamo solo immaginare quale scopo esiste dietro le attività di questi silenziosi, non pericolosi, veloci oggetti che da tempo vengono sulla Terra.
Io penso che la più verosimile spiegazione sia che essi stiano semplicemente guardando quello che stiamo facendo."

- 20 luglio 1976: la sonda Viking raccoglie alcuni campioni di terreno su Marte e li combina con sostanze nutrienti radioattive. Se da questa miscela verrà rilasciato metano, concordano gli scienziati, vorrà dire che qualcosa sta metabolizzando le sostanze emettendo gas. Il risultato dell’esperimento è positivo, ma a dispetto dell’evidenza la Nasa nega che ci sia vita su Marte. Qualcosa sprigionò metano su Marte: era vita o no?
- il Viking 1 (1976) ha ripreso quello che sembra un UFO statico sulla zona di Utopia Planitia e uno più piccolo in movimento sulla zona di Arabia Terra. 

- Nel 1976 l’osservatorio Lamont Dohert (New Jersey) captò un suono codificato ad alta frequenza che partiva dallo spazio profondo e che era destinato ad una specifica aerea della Terra, dove non a caso in quel momento vennero avvistati alcuni UFO.

- 1976, Teheran (Iran). Un misterioso oggetto si trova allora preso in caccia da dei jet militari Phantom 4, inviati dal Generale Youssefi. Una della piloti tenta di tirare verso lui un missile" Sidewinder", ma nello stesso momento i suoi comandi di tiro si trovano bloccati (ma non i suoi comandi di volo) . Ci sono le seguenti conclusioni da parte delle autorità investigatrici: testimoni molteplici, a forte credibilità, osservazioni confermate al radar, effetti elettromagnetici registrati da tre equipaggi distinti, effetti fisiologici, grado straordinario di manovrabilità.
Questo dossier del 1976 presenta anche dei casi analoghi (Russia, Argentina). Evento ritenuto attendibile anche dalla commissione di inchiesta militare francese sugli UFO che ha fatto il rapporto Cometa nel 1999.

- Generale Carlos Castro Cavero delle forze aeree spagnole, nel 1976 ha dichiarato: "Credo che gli UFO siano astronavi o velivoli extraterrestri. Le nazioni del mondo stanno attualmente lavorando insieme nell'investigazione del fenomeno UFO.

C'è uno scambio internazionale di dati. Forse quando questo gruppo di nazioni acquisiranno più precise e definitive informazioni, sarà possibile rilasciare la notizia al mondo". "Io stesso ne ho visto uno per più di un'ora. Era un oggetto estremamente brillante, che rimase stazionario per tutto quel tempo e poi schizzò via verso Egea de los Caballeros, coprendo la distanza di 20 Km in meno di due secondi. Nessun  velivolo umano può raggiungere una velocità simile".

- Il 15 agosto 1977 Jerry Ehman scrisse “Wow!” accanto a una sequenza dei tabulati del Big Ear: il radiotelescopio dell’Ohio State University aveva intercettato un segnale radio nella direzione della costellazione del Sagittario dalle caratteristiche tipiche di un segnale artificiale proveniente dallo spazio profondo, come se fosse stato emesso da una civiltà aliena.

- Tra settembre e dicembre 1977, il Primo Comando Aereo Regionale (Comar) brasiliano redige una voluminosa relazione che documenta, con innumerevoli filmati e fotografie, il passaggio degli UFO sopra la Regione Amazzonica. Inoltre viene documentato un caso sconcertante avvenuto nell’isola di Colares, nello stato del Parà in una notte del 1977: gli abitanti dell’isola furono attaccati da un oggetto luminoso che proiettava un raggio su di essi facendoli svenire e provocandogli l’anemia.

- 1977, un pilota di un Mirage IV, René Giraud, descrisse un incontro ravvicinato. Racconto allucinante, di un apparecchio supersonico francese preso in caccia da un UFO che viene a posizionarsi in coda, causando al pilota ed al navigatore, secondo la testimonianza "la fifa più grande della loro vita". L'evoluzione dell'UFO è descritta categoricamente come supersonica. Tuttavia nessuno bang sarà sentito per i testimoni localizzati al suolo.
Nel 1976, un pilota di caccia, il Col. Claude Bosc, manifestò anch’egli un incontro ravvicinato con le stesse modalità. Evento ritenuto attendibile anche dalla commissione di inchiesta militare francese sugli UFO che ha fatto il rapporto Cometa nel 1999.
Secondo delle ricerche, non si avrebbe esplosione sonica perché la superficie del disco non costituirebbe il suo vero limite esterno, non verrebbe quindi superata la velocità del suono perché in prossimità del limite esterno l’aria ionizzata sarebbe trascinata dal magnetismo, quindi verrebbe separata in modo che l’ufo potrebbe scivolarci dentro, in modo da non provocare esplosioni soniche.

Pare che un intensissimo campo elettromagnetico sulla 'carenatura' del disco permetta agli UFO di spostarsi nei fluidi come l'atmosfera terrestre e questo sarebbe anche in relazione con gli sfavillanti colori che spesso circondano gli UFO durante alcune manovre oppure con l'aspetto di 'metallo lucente' che presentano in altre situazioni. 

- Nel novembre 1977 il Sergente Joao Flavio de Freitas Costa, assieme alla sua squadra, riprese in pieno giorno presso Rio Tapajos un UFO che emergeva dall'acqua.
 
- A partire dalla fine del 1977 e per tutto il 1978 si scatenò in tutto il mondo una vera e propria apocalisse ufologica, la più grande in assoluto durante tutta la storia umana, generando migliaia di avvistamenti in tutto il mondo.

- Nel 1978, vennero alla luce alcuni documenti canadesi, sicuramente autentici risalenti al 1950 e al 1951. Questi menzionano l'esistenza di studi strettamente confidenziali sugli UFO, di un gruppo operante all'interno del Pentagono presso lo US Research and Development Board, con a capo proprio il dott. Vannevar Bush. Tuttavia il nome dell'organizzazione non viene menzionato, ma questi documenti sono la più autorevole evidenza che un gruppo di questo genere sia veramente esistito. Vi sono inoltre diverse testimonianze di alcuni scienziati coinvolti nel progetto.
- La NASA, nel gennaio del 1978, dichiarò: “I rapporti sugli avvistamenti di oggetti volanti non identificati che penetrano nello spazio aereo degli Stati Uniti interessano solo i militari che svolgono il regolare servizio di sorveglianza dello spazio aereo”.
- Il diplomatico dott. Michael Mishoud, direttore della divisione per la sicurezza internazionale del ministero degli esteri statunitense spiegò nel giugno del 1978, nel corso di una conferenza: “Extraterrestri provenienti da altri sistemi solari sono un potenziale pericolo per noi e noi siamo un potenziale pericolo per loro”. Nella stessa conferenza il dott. Irvin Picus dell’ “ufficio per le questioni spaziali” esortò il governo a prendere misure di prevenzione: “Noi dobbiamo essere pronti a rispondere ad una potenziale minaccia… Il contatto con esseri di altri mondi, se non siamo preparati a tale eventualità, potrebbe portare a gravi conseguenze”.

- In Italia nel 1978 vi fu una incredibile ondata di avvistamenti UFO lungo le coste dell' Adriatico. Accompagnati agli avvistamenti UFO ci furono colonne d'acqua che si alzavano dal mare calmo per più di trenta metri rovesciando le barche vicine. Gli avvistamenti riguardavano luci colorate che inseguivano i pescherecci di notte ed UFO visti sopra o dentro il mare, emergere o immergersi. Nella notte tra il 13 ed il 14 ottobre i fratelli De Fulgentiis mentre pescavano a luci spente in una fascia di mare controllata dalla Guardia di Finanza, furono investiti da un UFO che fece capovolgere ed affondare la loro barca. Tra il 20 ed il 21 dicembre numerosi testimoni affermarono di aver visto oggetti luminosi che entravano ed uscivano dall'acqua nel mare tra Cesenatico e Bellaria. Alcuni di questi UFO furono anche fotografati.

- 1979, Francia. Osservazione da parte di un pilota di un disco vicino al suolo. Evento ritenuto attendibile anche dalla commissione di inchiesta militare francese sugli UFO che ha fatto il rapporto Cometa nel 1999.

- Il 16/4/1979 migliaia di persone videro in cielo una nave madre emettere vari dischi volanti più piccoli in formazione a V sulla città di Talissay (isole Filippine).

- Interessanti sono una serie di documenti declassificati dell'aereonautica spagnola riguardanti la presenza di incredibili velivoli luminosi mossi da forze sconosciute presenti nei pressi delle Canarie durante gli anni'70. I velivoli compivano incredibili manovre, erano spesso di aspetto luminoso, ed avevano forme particolari, come ad esempio sferica.

In un caso c'era una sfera trasparente al cui interno si vedevano degli alti umanoidi. La conclusione dell'autorità di investigazione su tre casi presi in esame fu: "dobbiamo seriamente pensare alla possibilità di considerare l'ipotesi che un velivolo di origini sconosciute, alimentato con un energia altrettanto sconosciuta, si muove liberamente nel cielo delle Canarie."

- L’astronauta sovietico Victor Afanasyev racconta che mentre era in orbita con la stazione spaziale sovietica Solyut 6, nel mese di aprile del 1979, vide uno strano oggetto avvicinarsi al mezzo sovietico. Egli ha dichiarato:
"Ci ha seguito alla metà della nostra orbita. Lo abbiamo osservato dalla parte della Terra illuminata dal Sole, e quando siamo entrati nella parte buia è scomparso nel nulla. Era una struttura ingegneristica, composta di qualche tipo di metallo, approssimativamente lunga 40 metri. L’oggetto era stretto da un lato e più ampio da un altro, ed aveva delle aperture. In alcuni posti aveva delle piccole protuberanze come delle piccole ali. L'oggetto era molto vicino a noi. Lo abbiamo fotografato quando era ad una distanza di 25-29 metri da noi. Penso che non siamo soli, qualcosa di origine extraterrestre ha visitato la Terra.
L'UFO manovrò per venirci vicini, ci seguì volando in formazione con noi a 25.29 metri di distanza. Abbiamo fotografato la struttura ingegneristica metallica che era lunga 40 metri. La pellicola fu confiscata." Oltre a fotografare l’UFO, Afanasyev riportò continuamente al Mission Control le dimensioni della nave, la sua forma e la sua posizione. Quando però il cosmonauta tornò a terra gli fu detto di dimenticarsi tutto e gli furono confiscate macchine fotografiche e pellicola. Quella immagine e la sua voce delle trasmissioni dallo spazio non è stata mai declassificata.

- In documenti dei servizi segreti dell'aereonautica militare USA si parla dellla caduta in Bolivia di due piccoli UFO sferici dalle caratteristiche anomale, avvenuta l'8 agosto 1979. Le sfere caddero dal cielo come palle infuocate ma incredibilmente atterrarono dolcemente sul terreno nelle città di Santa Cruz l'8 agosto 1979. Le due sfere erano pressoché identiche, avevano un diametro di 80 centimetri e circa 2 metri di circonferenza con un buco in un lato ed un rivestimento metallico. Queste sfere pesavano circa 6 chilogrammi ed il metallo che rivestiva era di apparenza simile al rame con punti bianchi e neri. Le piante dietro alle sfere erano bruciate. Poiché le sfere si presentarono come se stessero precipitando infuocate con un forte sibilo, ci si aspettava che avessero impattato violentemente al suolo o comunque fossero esplose, ma invece non c'erano segni di impatto e tutte le tracce indicavano che le sfere erano invece atterrate dolcemente. Il giorno dopo apparve un misterioso velivolo silenzioso con tre luci che galleggiava nell'aria proprio sull'area in questione, come se stesse cercando le sfere precipitate. Non ci sono indicazioni su che destino abbiano avuto queste sfere, ma i riferimenti del programma indicato fanno pensare che i servizi segreti militari le abbiano portate per analisi alla Wright Patterson Foreign Technology Division.

- Barry Goldwater, Senatore USA, pilota con decine di anni di esperienza e Generale dell'Air Force Reserve, ha dichiarato: "Certamente io credo che esistono alieni nello spazio, e che essi stanno davvero visitando il nostro pianeta. Essi potrebbero non essere come noi, ma io credo che sono avanzati oltre ogni immaginazione". "Penso che si stiano effettuando degli studi governativi altamente segreti sugli UFO e noi non sappiamo nulla di essi, e probabilmente non ne sapremo mai nulla a meno che l'Air Force non li renderà pubblici".
Barry Goldwater si era anche lamentato del fatto che gli era stato rifiutato il permesso di controllare i files sugli UFO dell'Air Force. 

- Victor Marchetti, ufficiale della CIA, nel 1979 scrive: "Noi siamo stati contattati e visitati da esseri extraterrestri, ed il governo USA, in accordo col le altre potenze della Terra, è determinato a tenere nascoste queste informazioni al pubblico. Lo scopo della cospirazione internazionale è di mantenere una stabilità praticabile tra le nazioni del mondo e mantenere un controllo istituzionale sopra i loro rispettivi cittadini. Per questi Governi ammettere che ci sono esseri extraterrestri con mentalità e capacità tecnologiche molto superiori alle nostre, potrebbe, una volta pienamente percepito dalla persona media, erodere le fondamenta dalla struttura del potere tradizionale sulla Terra. I sistemi politici legali, religiosi, economici e sociali, e le rispettive istituzioni, potrebbero presto diventare senza senso nella mente della gente. Le strutture oligarchiche nazionali,persino la civiltà così come noi la conosciamo, potrebbe collassare nell'anarchia. Tuttavia, queste conclusioni estreme non sono necessariamente valide, ed esse probabilmente riflettono la paura delle 'classi dominanti e dei centri di potere' delle principali nazioni, i cui leader (particolarmente quelli in affari con l'intelligence) hanno sempre propugnato una eccessiva segretezza governativa sulla questione come una cosa necessaria a preservare la 'sicurezza nazionale'."

A questo punto giova citare cose ha detto il Prof. Federico Di Trocchio, storico della scienza, dell'Università di Lecce: “Sono state le continue interferenze dell'intelligence fin dal suo primo manifestarsi, che hanno compromesso una adeguata presa di coscienza del fenomeno UFO da parte della comunità scientifica internazionale.”

Gli anni Ottanta:

- Dr. Felix Y. Zigel, Professore di matematica e astronomia ll'Istituto di Aviazione di Mosca, ha dichiarato: "Gli UFO sono qualcosa di molto serio che dobbiamo studiare pienamente." "Le osservazioni degli UFO mostrano che gli UFO hanno 'sensibilità', In un gruppo in formazione di volo, essi mantengono una rotta. Sono molto spesso avvistati sugli aeroporti, installazioni nucleari e altre nuove installazioni ingegneristiche avanzate. Nell'incontrare aerei, essi spesso manovrano in modo da evitare il contatto diretto. Una quantità considerevole di questi attuano azioni intelligenti che danno l'impressione che gli UFO stanno investigando, forse perfino facendo perlustrazioni. La cosa importante per noi attualmente è abbandonare ogni nozione preconcetta sugli UFO ed organizzare su scala globale uno studio libero da preconcetti e strettamente scientifico su questo strano fenomeno. Il soggetto e lo scopo dell'investigazione sono così seri che essi giustificano qualsiasi sforzo. È superfluo aggiungere che la cooperazione internazionale è vitale."

 - Maggiore George A. Filler dell'USAF, pilota che ha avuto intercettazioni radar/visuali con UFO sopra il Regno Unito, ha dichiarato: "Fermi si domandò dove fossero gli extraterrestri se ci stavano visitando". "La mia risposta ad Enrico Fermi è che sonde extraterrestri ci stanno visitando su basi regolari. Possono non essersi mostrate apertamente, ma l'umanità non le sta cercando o non sta analizzando le ampie prove disponibili". "Quando ero in servizio nelle forze aeree militari USA, il comando di controllo di Londra ci ha portati a investigare e ad intercettare un grande UFO. Intercettammo l'UFO, lo vidi sul mio radar e con i miei occhi proprio prima che si allontanasse ad una velocità incredibile. Ci sono migliaia di storie simili dove piloti, personale di terra  e operatori radar hanno osservato degli UFO. È tempo per gli scienziati di iniziare a guardare le incredibili evidenze raccolte continuamente in tutto il mondo".

- Maurice Chatelain (esperto di comunicazioni che lavorò al Centro Spaziale Johnson di Houston), ha dichiarato: “Gli incontri con gli UFO erano conosciuti dalla NASA, ma nessuno ne ha parlato fino ad adesso". " Tutti i voli Apollo e Gemini furono seguiti a distanza, e a volte da vicino da veicoli spaziali di origine extraterrestre - dischi volanti, o UFO, se volete chiamarli con quel nome. Ogni volta che capitava, gli astronauti informavano il Controllo Missione, il quale ordinava il silenzio assoluto".

- Un evento celebre e documentatissimo, verificatosi a Rendlesham Forest - Suffolk nel 1980, è stato soprannominato il "Roswell della Gran Bretagna" dopo l'incidente UFO statunitense del 1947. A Rendlesham ci furono numerosi rapporti di testimoni che videro atterrare un UFO, tra cui molti militari dell'aereonautica che hanno lasciato la loro testimonianza, e sono stati rilasciati anche documenti ufficiali che ne parlano. Rilevazioni scientifiche evidenziarono emissione di radiazioni dopo il verificarsi dell'evento.

In particolare, avvenne l'avvistamento di due oggetti volanti non identificati vicino alla foresta di Rendlesham, nei pressi di Ipswich, e la questione fu supportata da molti testimoni credibili ed è presente anche nei documenti ufficiali della difesa britannica. Nel caso di Rendlesham, il racconto dei testimoni parla di un oggetto di forma triangolare, alto circa due metri e largo tre, capace di illuminare con la sua luce bianca una vasta sezione della foresta. Altre testimonianze parlano anche di una luce rossa e pulsante sulla sua sommità e di alcune luci blu alla base. Il misterioso oggetto venne infine visto atterrare nella stessa foresta, lasciando sul terreno, come si scoprì nei giorni successivi, dei segni tangibili del suo passaggio e coerenti rispetto al racconto dei testimoni. Nella zona vennero anche rilevate delle radiazioni gamma e beta d'intensità dieci volte superiori rispetto al normale e gli stessi radar dell'aviazione americana furono profondamente disturbati. I documenti ufficiali parlano anche di un secondo oggetto sconosciuto comparso pochi istanti dopo il primo.
Un oggetto descritto come un sole molto luminoso scompostosi successivamente in cinque diverse parti bianche.

- 3 giugno 1980: lo Stato Maggiore statunitense informò l’Aeronautica Militare: “Un UFO è stato osservato in due occasioni nei pressi della base dell’Aeronautica Militare peruviana, a sud del paese. L’Aeronautica Militare ha tentato di intercettare e distruggere l’UFO – ma senza successo“.

- Esiste un documento Top Secret UMBRA  del 9/10/1980, chiamato "Civil Action lawsuit No. 80-1562 Citizens Against UFO Secrecy (CAUS) versus the National Security Agency (NSA)", che conferma chiaramente l'esistenza una profonda e vasta implicazione del governo con gli UFO. Questo documento è stato rilasciato e declassificato come risultato di un processo giudiziario FOIA volto al rilascio di vecchi documenti segreti che contengono informazioni sugli UFO, e mostra numerose censure nelle aree relative al COMINT (communications intelligence) e al SIGINT (signals intelligence) per censurare proprio le informazioni che il CAUS stava cercando. Hanno censurato perfino l'agenzia chiave o l'organizzazione che attuarono l'analisi e la ricerca.

- Ronald D Story, Commissione UFO dell'Istituto Americano di Aereonautica ed Astronautica, nel 1980 scrisse: "Una conclusione opposta poteva essere scritta nel Rapporto Condon sugli UFO, ossia, che un fenomeno con così alti casi non spiegabili (circa il 30%) dovrebbe destare sufficiente curiosità scientifica per continuare il suo studio. Da un punto di vista scientifico ed ingegneristico, è inaccettabile ignorare semplicemente un numero notevole di osservazioni inspiegabili... l'unico promettente approccio è continuare gli sforzi investigativi contando su una migliore raccolta ed analisi dei dati, utilizzando anche nuovi mezzi".

- il 26 Luglio1980 l'equipaggio del rimorchiatore Caioba Seahorse, in navigazione a 100 km dalle coste brasiliane nei pressi di Natal, avvistarono un oggetto galleggiante di colore grigio del diametro di una decina di metri. Nello stesso momento un UFO luminoso si stava avvicinando volando a grande velocità sul mare. Il primo ufficiale cambiò subito rotta per evitare la collisione con l'oggetto galleggiante, il quale cominciò a diffondere in acqua varie tonalità luminose: gialla, rossa, verde e blu.
Quando la forte luce li raggiunse si vide che era emanata da un corpo ovale splendente che si pose a stazionare silenzioso a circa 60 metri dall'oggetto galleggiante. I motori del rimorchiatore a questo punto si fermarono e l'equipaggio tra paura e stupore vide l'UFO scendere lentamente sull'oggetto galleggiante.
Una volta avvenuto il contatto le luci dell'oggetto galleggiante si spensero ed i due oggetti presero a salire insieme. Dopo aver fluttuato per alcuni minuti, l'UFO ed il suo carico lasciarono rapidamente il mare.

- Nel 1980 a Bentwaters (Inghilterra), una base militare anglo-americana dotata di armi nucleari fu oggetto di ripetuti incontri con UFO luminosi per ben tre giorni. Tutta la base fu testimone degli eventi, ma fu imposto loro il silenzio. Però dopo molti anni alcuni militari hanno parlato ed è stata divulgata anche una registrazione audio originale di una pattuglia militare che stava investigando su uno degli avvistamenti del dicembre del 1980.

- Gennadi Strekalov, importante astronauta dell’Unione Sovietica, ha dichiarato: "ci siamo visti venire in contro un corpo luminoso che ci ha incrociato in direzione opposta alla nostra stazione spaziale MIR. Era come una palla di fuoco. L'oggetto era una fonte di luce cangiante, iridescente. Ricordava un pò le luminarie di un albero di Natale. Era sferico, o sferoidale. L’avvistamento è durato 7 secondi, direi, e meno di 10. Era un oggetto che non sono stato in grado di identificare e non avrebbe dovuto essere dove era".

- Vladimir Kovalionov Astronauta ed Eroe dell’Unione Sovietica, importante astronauta dell’Unione Sovietica, ha dichiarato: "è successo il 5 Maggio 1981 verso le 6 del pomeriggio. In quel momento con la Soyuz eravamo sulla zona del Sudafrica e successivamente su quella dell’Oceano Indiano. Questo oggetto pulsava, ed appariva come se ruotasse su se stesso. Poi, mentre proseguiva il suo corso con moto rettilineo, c’è stata come una doppia esplosione di luce dorata, e ci siamo trovati di fronte due sfere luminose. Successivamente, l’astronave è entrata nell’oscurità. E non abbiamo più visto niente".

 - La Royal Danish Air Force ha reso noto che ilo 5 Gennaio 1981, alle ore 12:50, un oggetto fiammeggiante, un UFO di forma quadrata, è stato osservato a circa 45° sul terreno gelato, nei pressi della Thule Air Base in Groenlandia. È poi scomparso improvvisamente così come è apparso. Lo stesso UFO è stato registrato, sempre alle ore 12:50, dai radar della base radar americana.

- 1981, Trans-en-Provence, incredibile caso indagato dal GEPAN. Un contadino di origine italiana vede un disco di 3 metri di diametro posarsi, abbastanza brutalmente, sul suo campo. Poi riparte. Alcune analisi effettuate dal biologo Michel Bounias mettono in evidenza un importante trauma biologico, che ha convolto le erbe mediche, perfettamente in correlazione con la distanza dall'epicentro del fenomeno. Evento ritenuto attendibile anche dalla commissione di inchiesta militare francese sugli UFO che ha fatto il rapporto Cometa nel 1999.

- 1982, Nancy, il caso detto "dell'Amaranto." Uno strano faccia a faccia, nel suo giardino, tra un biologo ed un UFO di due metri di diametro, che levitava senza rumore a due metri di lui. Vegetazione alterata. Evento ritenuto attendibile anche dalla commissione di inchiesta militare francese sugli UFO che ha fatto il rapporto Cometa nel 1999.

- Generale turco Erdogan Karakus, ha rivelato di aver assistito, quando era pilota di caccia, ad un incontro ravvicinato tra otto caccia dell'aeronautica turca e alcuni oggetti volanti non identificati avvenuto nel maggio 1983 nei cieli della Turchia.

"Gli Ufo galleggiavano nell'aria grazie ad una tecnica a noi sconosciuta'', ha detto Karakus, quando vennero visti da uno dei piloti.
Gli oggetti volanti accompagnarono la squadriglia aerea per circa 15 minuti ''ed io avvisai un pilota di non avvicinarsi in quanto quegli oggetti non assomigliavano ad aeroplani'', ha detto l'ex generale.
''Intanto uno dei miei amici aveva spento le luci dell'aereo. A questo punto gli Ufo si sono avvicinati al terzo caccia della fila. Poi si sono spostati in direzione del secondo quando anche il terzo spense le sue luci'', ha aggiunto Karakus secondo il quale, quando egli stesso guardò in direzione di un Ufo che volava alla sua sinistra, riuscì a vedere soltanto un raggio di luce gialla. ''Dopo di che scomparvero all'improvviso''. Anche le torri di controllo degli aeroporti di Istanbul, Ankara e Konya intercettarono gli Ufo sui propri radar, ha concluso l'ex generale.

- Nel Giugno 1984, l'equipaggio della nave cisterna sovietica Gori avvistò un disco volante di aspetto grigio metallico. La nave si trovava nel Mediterraneo, a venti miglia nautiche dallo Stretto di Gibilterra. Il disco volante aveva un diametro di 20 metri e piazzatosi di poppa alla nave, si fermò istantaneamente.
Intorno alla parte inferiore dell'oggetto c'erano anche protuberanze a onde sul rivestimento metallico esterno. Il corpo centrale dell'oggetto consisteva in due semidischi, il più piccolo in cima, che lentamente roteavano in direzioni opposte. Lungo le circonferenza del disco inferiore, c'erano molte luci splendenti e brillanti, simili a perle. La parte inferiore del disco volante era di colore rosso d'uovo, al cui centro c'era una macchia rotonda, simile ad un nucleo.
All'estremità del fondo dell'UFO c'era qualcosa di simile ad una tubazione. Splendeva di un colore innaturale roseo acceso, come una lampada al neon. La sezione mediana del disco superiore era circondata da un marchingegno triangolare, che sembrava muoversi nella stessa direzione del disco inferiore, ma molto più lentamente. D'improvviso l'UFO balzò in alto, diverse volte, come mosso da un'invisibile ondata, mentre molte luci ne illuminavano la parte ventrale.
Anche un'altra nave che si avvicinava al lato del porto catturò l'attenzione dell'UFO: si trattava di un mercantile arabo diretto in Grecia. Gli arabi confermarono che l'oggetto era sospeso sopra la loro nave. Un minuto e mezzo dopo l'oggetto modificò la traiettoria di volo, si inclinò a destra, acquistò velocità e risalì rapidamente. I marinai sovietici lo osservarono mentre attraversava le nuvole, tra le quali appariva e scompariva nuovamente.

 - Air Commodore David Thorne, Capo delle operazioni generali per le forze aeree militari dello Zimbabwe Air Force, nel 1985 ha dichiarato: "Questo è il primo caso in Zimbabwe dove dei piloti militari  hanno tentato di intercettare un UFO. Per quanto i miei esperti aeronautici si siano interessati alla questione, noi riteniamo implicitamente che gli UFO inspiegabili provengano da civiltà extraterrestri".

- Un documento declassificato dell'aeronautica militare brasiliana rivela una vera e propria invasione UFO avvenuta il 19 maggio 1986, quando i radar civili e militari del Brasile rilevarono una formazione di 21 UFO, ognuno dei quali era circa 100 metri di diametro. Furono mandati invano anche vari caccia ad intercettarli, che ebbero anche contatti visuali con questi UFO, oltre a rilevarli perfino con i radar di bordo ed inseguirli per lungo tempo.
Gli UFO mostrarono anche improvvise variazioni di velocità, da subsonica a supersonica, oltre a capacità di oscillazione e grandi variazioni di quota.
Essi apparivano di colore bianco, luci verdi e gialle, e talvolta senza nessuna indicazione luminosa. Nelle conclusioni sugli UFO si legge che: "il fenomeno è solido e riflette una forma di intelligenza, dalla sua capacità di seguire e tenere la distanza dagli osservatori, come pure volare in formazione, e non sono necessariamente velivoli con equipaggio".

- 1986, Volo JAL 1628 (Boeing 747 della Japan Air Lines) il cui l'equipaggio ha potuto osservare per circa un’ora, prima due UFO della taglia di un DC8, e quindi un gigantesco disco "della taglia di due portaerei." Evento ritenuto attendibile anche dalla commissione di inchiesta militare francese sugli UFO che ha fatto il rapporto Cometa nel 1999.

- In occasione della declassificazione dei documenti UFO da parte del''Uruguay è emersa la seguente vicenda. Nel 1986 due caccia Pucara si lanciarono all'inseguimento di una sfera luminosa nella zona della diga del lago artificiale di Palmar. Quando i piloti stavano per intercettare l'oggetto, questo è volato via ad una velocità impressionante verso l'Argentina, costringendo i militari a rinunciare all'inseguimento. Non appena i caccia sono rientrati alla base, la sfera è riapparsa sopra alla diga ma si è ripetuta la situazione precedente, con un vano inseguimento, mentre l'oggetto cambiava colore da rosso a giallo.

Un caso simile si è verificato anche dieci anni dopo quando durante una esercitazione presso la base militare di Santa Bernardina a Durazno, dei piloti qualificati hanno avvistato due sfere luminose, la cui presenza venne confermata anche dalle torri di controllo dell'aeroporto.

Quando gli oggetti sono volati via, hanno mantenuto la loro forma e luminosità per poi diminuire il bagliore, permettendo ai piloti di vedere chiaramente il loro contorno sferico.
I militari uruguaiani affermano con certezza che: "Non erano satelliti dato che i satelliti non volano in formazione e poi a quote così basse, visto che gli oggetti erano a circa 3.000 metri di altitudine (ndr. i satelliti orbitano generalmente sopra ai 35.000 metri di altitudine). Inoltre i satelliti non diminuiscono la loro luminosità".
- Nel 1987 al capo delle autorità americane dell'Aviazione civile (FAA) gli fu confiscato un avvistamento di un UFO, notato oltre Alaska.

- Il Colonnello Colman S. VonKeviczky si laureò in scienze militari ed ingegneria all’università militare “Maria Ludovica” di Budapest e, al termine della seconda guerra mondiale, prestò servizio presso il quartier generale dei servizi speciali della polizia statunitense in Germania. Dal febbraio del 1953 lavorò presso la segreteria dell’ONU, negli Stati Uniti e divenne in seguito fondatore dell’ICUFON, l’Inter-Continental UFO Network, un organismo impegnato in una serie di iniziative volte al coinvolgimento dell’ONU nell’analisi del fenomeno UFO e nella divulgazione dei dati raccolti, ai mezzi di comunicazione di massa.

Il 21 aprile del 1987, nell’auditorium della biblioteca del quartier generale dell’ONU, ha effettuato una importanza conferenza sul tema UFO, in cui ha dichiarato:
“Da tre decenni gli scienziati, gli ufologi e l’opinione pubblica cercano in tutto il mondo prove e discutono invano su una teoria: Esistono gli UFO o no? Da dove vengono? Quali sono le loro intenzioni?

È strano il fatto che, negli ultimi 40 anni, i nostri scienziati e i ricercatori privati abbiano evitato di basare le loro ricerche sulle solide fondamenta della documentazione militare, che già dal 1953 spiega, pubblicamente, l’indubitabile origine extraterrestre degli UFO.”

- Il 21/09/1987 il presidente degli USA Ronald Reagan disse all'assemblea delle Nazioni Unite: “La nostra ossessione per l’antagonismo del momento, ci fa dimenticare spesso quanto uniti devono essere tutti i membri dell’umanità. Forse abbiamo bisogno di una lezione, proveniente dall’esterno, dall’universo, che ci faccia riconoscere questo bene comune. Occasionalmente penso a come le nostre differenze planetarie potrebbero facilmente dissolversi, se dovessimo affrontare una battaglia con una forza aliena esterna a questo pianeta. E ancora mi chiedo: non esiste già una minaccia aliena sopra di noi?“

- Ronald Reagan, prima di partire con il suo aereo il 6/5/1988: “Se dovesse succedermi qualcosa, ebbene io spero che tutti i popoli della Terra si uniranno nel caso di un’invasione aliena”. In un'altra occasione, Reagan raccontò anche il suo avvistamento in volo di UFO luminoso che zigzagava nei cieli.

 - Sempre Ronald Reagan, dichiarò: "guardai fuori dal finestrino e vidi una luce bianca che si muoveva zigzagando. Andai dal pilota e dissi: 'ha mai visto una cosa del genere?' Era sconvolto e rispose 'no'. E dissi al pilota: 'Andiamo, seguilo!' e lo seguimmo per alcuni minuti. Era una luce bianca. La seguimmo fino a Bakersfield e, tutto ad un tratto, con stupore la vedemmo salire in alto e dritto verso il cielo. Quando scesi dall'aereo dissi tutto a Nancy".

 - Michail Gorbaciov, ultimo Presidente dell’Unione Sovietica. In una riunione a Mosca nel 1987, in presenza di scienziati e scrittori, Gorbaciov accennò a cosa gli aveva detto Reagan, commentando: "non entrerò nel merito di una ipotesi del genere, nonostante ciò, penso che sarebbe prematuro preoccuparsi per un intrusione così". 
Nel 1990 dichiarò anche: "Il fenomeno degli UFO esiste e deve essere trattato seriamente".

- Il Presidente Gorbaciov così si espresse nel 1987 di fronte al Comitato Centrale del Partito Comunista, al Gran Palazzo del Cremlino: “Al nostro incontro di Ginevra, il Presidente americano ha detto che se la Terra affrontasse un’invasione da parte degli extraterrestri, gli Stati Uniti e l’Unione Sovietica unirebbero le loro forze per respingere una tale invasione. Non discuterò l’ipotesi, sebbene penso che sia ancora presto per preoccuparsi di una simile intrusione…”
 
- 1989, Russia, caso di avvistamento UFO con molteplici testimoni in una base militare Russa. Evento ritenuto attendibile anche dalla commissione di inchiesta militare francese sugli UFO che ha fatto il rapporto Cometa nel 1999.

- Nel 1989 il Belgio viene invaso da misteriosi oggetti triangolari, che vengono subito studiati dall’aviazione militare belga. I triangoli volanti sono avvistati da decine di migliaia di persone contemporaneamente, compresi professori universitari, e vengono scattate numerose foto e filmati.

I triangoli volanti mostrano tre forti luci ai vertici e una luce più debole al centro. Tuttavia nonostante la sua forma, le sue prestazioni sono "assurde" come quelle degli UFO di altre forme, e tutti i suoi spostamenti furono registrati dai radar del Belgio. Lo stesso identico tipo di UFO è stato visto e filmato in Israele e in Nevada (USA).
In Belgio gli aerei militari non riuscirono ad intercettare gli UFO sia perché quest'ultimi si muovevano a velocità altissime, sia perché attuavano brusche manovre evasive. Le analisi dei tracciati radar e militari (incredibilmente diffusi e non censurati) non lasciano dubbio che si tratta di veicoli volanti intelligenti che si muovono con prestazioni infinitamente superiori a qualsiasi aereo conosciuto. Diverse persone in Belgio fotografarono e filmarono gli UFO triangolari. Anche nel 1990 ci fu un fenomeno simile e vennero fatte delle foto davvero spettacolari (ma anche dei filmati altrettanto spettacolari). Le analisi al computer di queste foto portarono alla chiara rivelazione delle forme di un famoso UFO triangolare con delle luci ai suoi bordi ed una grande luce centrale. Evento ritenuto attendibile anche dalla commissione di inchiesta militare francese sugli UFO che ha fatto il rapporto Cometa nel 1999.

- Negli anni successivi avvengono numerosi avvistamenti di UFO filmati proprio sull'Area 51. Tutti i filmati sono stati ripetutamente analizzati e non solo risultano autentici, ma mostrano anche veicoli che compiono manovre aeree assurde.

Un esempio per tutti: Norio Hayakawa della Nippon Tv riprende un oggetto che decolla dall' Area 51 a velocità incredibile ed effettua manovre impossibili. Il filmato è stato analizzato con computer molto sofisticati ed il risultato ha convinto Hayakawa che l' oggetto "non può essere un velivolo convenzionale". 

- Dr. James P. Bagian (medico di bordo dello Shuttle Discovery), durante una missione del 14/4/1989: “Houston, abbiamo ancora l’astronave aliena sotto osservazione”.
 
- Dagli anni'80 ad oggi a Hessdalen, in Norvegia, vengono fatti migliaia di avvistamenti di UFO. Tali UFO sono stati studiati ufficialmente da scienziati e da militari, il che ha prodotto una enorme quantità di fotografie e dati riguardanti questi UFO. Il comportamento degli UFO studiati ha evidenziato sin da subito che questi veicoli dall'apparenza metallica o luminosa fossero pilotati o guidati da esseri intelligenti.

Le foto ed i dati mostrano i classici UFO che compiono le classiche manovre che sono documentati da materiale proveniente da tutto il mondo e da vari periodi di tempo. Spesso si verificano dei fenomeni luminosi legati alla propulsione degli UFO. In ogni caso si tratta di UFO e non di fenomeni naturali, sia perché presentano le stesse caratteristiche dei fenomeni ufologici e sia perché spesso gli UFO di Hessdalen sono rilevati anche dai radar come oggetti fisici volanti. Gli scettici, poiché non credono nell'esistenza degli UFO, hanno concluso che gli oggetti di Hessdalen sono fenomeni naturali spiegabili attraverso teorie non dimsotrate.

- Lord Admiral Hill-Norton (GCB), Ministro della difesa Britannico, Capo della commissione militare della NATO, Ammiraglio della Flotta britannica, Membro della casa dei Lord, ha dichiarato: "Mi è stato frequentemente chiesto perché una persona del mio background, Ministro della Difesa e Capo della Commissione Militare della Nato, perché  penso che ci sia una copertura sui fatti che riguardano gli UFO. Io credo che se i governi temono che se rivelassero questi fatti le persone andrebbero in panico, ma io non credo che accadrebbe. C'è una seria possibilità che noi siamo visitati da esseri extraterrestri. Spetta a noi scoprire chi sono, da dove vengono e cosa vogliono".
 "L'evidenza che ci sono oggetti che sono stati visti nella nostra atmosfera, perfino sulla terra ferma, che non possono essere spiegati come oggetti fatti dall'uomo o come fenomeni naturali o come effetti conosciuti dai nostri scienziati mi sembra essere sconvolgente. Un numero molto grande di avvistamenti è stato garantito da persone le quali credenziali mi sono sembrate impeccabili. È impressionante come così tanti osservatori esperti, come ufficiali di polizia, e piloti civili o militari.
Le loro osservazioni sono state in molti casi supportate da mezzi tecnici come radar o, perfino più convincenti, interferenze con apparecchi elettrici di un tipo o di un altro".
 
- Albert M. Chop, Direttore Ufficiale della Stampa della NASA e suo portavoce ( già esperto civile dell'Aeronautica Militare degli Stati Uniti, in fatto di UFO, e portavoce Stampa dell'A.T.I.C.): "Sono convinto da molto tempo che i dischi volanti sono reali e di origine interplanetaria. In altre parole, noi siamo osservati da esseri che vengono da un altro pianeta".

Gli anni Novanta:

- Dr. Auguste Meessen, Professore di fisica alla Università Cattolica a Louvain, ha dichiarato: "ci sono troppi rapporti di testimoni oculari indipendenti per ignorarli. Troppi di questi rapporti descrivono effetti fisici coerenti, e c'è una similitudine i rapporti riguardante quello che viene osservato. E certamente ci sono anche gli effetti fisici. I rapporti delle forze aeree militari ci permettono di approcciarci al problema in modo razionale e scientifico.
La più ovvia delle ipotesi è che i rapporti sono causati da visitatori extraterrestri, ma questa ipotesi porta con se altri problemi. Noi non stiamo affrettandoci per dare una conclusione ma continuiamo a studiare il mistero."

- Il 25 maggio 1990 in Turkmenistan ci fu una vera e propria battaglia per abbattere un disco volante. Di giorno un gigantesco disco volante stava sorvolando la città di Mary ad un'altezza di 1 Km. Era di colore rossastro-arancio con quelli che sembravano dei portelli sul bordo del disco, ed aveva un diametro di 300 metri. Il problema fu che lo spazio aereo di quella zona era sotto il controllo delle forze militari a causa della guerra nel vicino Afghanistan. Nella zona era presente una grande base militare sotto il comando del Colonnello Anatoli Kurkchy.
Quando informato dell'UFO, Kurkchy diede l'ordine per sparare tre missili terra-aria guidata verso il disco volante, che fece una manovra orizzontale e sparò 3 raggi che disintegrarono i missili. Poi Kurkchy fece levare in volo due caccia per abbattere il disco volante, ma questi si schiantarono improvvisamente ad 1 KM di distanza dall'oggetto volante. Sulla faccenda intervenne nientemeno che il KGB che fece firmare un giuramento di mantenere segreto a tutti i testimoni principali.

- Il 30/05/1990, a pochi chilometri dal confine con l’Olanda, centinaia di persone, tra cui tre pattuglie della polizia, osservano per diversi minuti le evoluzioni di uno strano apparecchio di forma triangolare. I radar di Glons e Semmerzake, che controllano il traffico aereo della zona, captano un segnale anomalo. Alle 00,05 dal quartier generale dell’aeronautica militare belga, parte l’ordine di far decollare due caccia F-16.
Gli aerei si portano immediatamente in contatto radar con quello che in seguito verrà definito "oggetto volante non identificato". Improvvisamente, l’oggetto sconosciuto, passando dai 300 a 1700 piedi d’altezza, accelera da 280 a 1700 km orari, in un solo secondo, facendo perdere le proprie tracce. Una accelerazione impossibile per qualsiasi aeromobile di fabbricazione terrestre, che provocherebbe la morte immediata di ogni essere umano, poiché il limite massimo che può sopportare un pilota da caccia, è cinque volte più basso. Furono fatte anche foto e filmati piuttosto chiare di questo UFO triangolare.

- Secondo documenti segreti declassificati dal ministero della Difesa britannico, nel 1991 il comandante di un volo Alitalia da Milano, in procinto di atterrare all'aeroporto londinese di Heathrow, comunicò di aver visto un oggetto volante misterioso, che fu notato anche sugli schermi dei controllori di volo.
Il caso fu archiviato segretamente come "contatto Ufo". Il pilota Alitalia Achille Zaghetti racconta che il 29 aprile 1991 vide un oggetto strano qualche centinaio di metri più in alto, ed esclamò subito al suo copilota: "Attenzione, attenzione!". Oltre ai controllori, l'oggetto strano fu visto anche da un ragazzino di 14 anni, che lo descrisse come un missile che volava rasoterra prima di impennarsi e di sparire fra le nuvole. Ma dopo l'analisi delle tracce radar, l'oggetto misterioso non fu classificato come missile da crociera, e fu archiviato come Ufo. 

- Nel 1991 si verificarono in Russia degli eventi sensazionali. Il 12 aprile 1991 vicino Sasovo (Russia) vi fu una esplosione di incredibile potenza generata da fonte sconosciuta. L'esplosione generò un cratere di 28 metri di diametro e 4 metri di profondità. Al centro del cratere c'era una zona rialzata di diametro 3,5 metri. Non furono trovati elementi che indicassero l'uso di armi o la caduta di un meteorite. L'onda d'urto dell'esplosione fu assurdamente anomale. Infatti, strutture elettriche vicine al luogo dell'esplosione non furono minimamente danneggiate. Alcuni testimoni raccontarono di aver visto precedentemente all'esplosione degli oggetti bluastri che fluttuavano sulle linee elettriche. Tuttavia un ufficiale militare del luogo vide proprio prima dell'esplosione una grande sfera luminosa volante dirigersi verso il luogo dell'esplosione.
Il 20 agosto l'intero equipaggio di un aereo partito dall'aeroporto di Voronezh avvistò una sfera luminosa color smeraldo di 400-800 metri di diametro che stava emettendo un raggio verso il terreno da un'altezza di 10 Km. L'equipaggio notò anche le luci di un Jet che stava cambiando rotta per evitare la sfera gigante.

- Il 2 marzo 1991 un UFO apparve sulla centrale nucleare di Sosnovyy Bor (Leningrado). I radar dell'aeroporto Pulkovo di Leningrado registrarono non solo la presenza dell'UFO, ma anche i suoi movimenti che erano velocissimi e caotici, ed eseguiti proprio sulla centrale nucleare di Sosnovyy Bor.
L'UFO improvvisamente sparì nel nulla per diversi minuti e poi riapparve per poi sparire dirigendosi a nord-est a più di 3000 Km orari. Le unità militari affermarono che non era possibile definire la forma dell'UFO a causa del suo bagliore troppo acceso. Il 10 ottobre apparve di nuovo sulla stessa zona. Proprio in questa centrale nucleare il 23 marzo 1992 si sfiorò un incidente nucleare simile a Cernobyl.
Il 17 marzo 1991 gli stessi radar registrarono l'apparizione dello stesso UFO sul reattore atomico di Gatchina. Proprio nel 1991 ci fu un incidente potenzialmente pericoloso in quel luogo. Durante tutto il 1991 vari radar russi registrarono continuamente la presenza di UFO sulle centrali nucleari della zona. 

- 2/8/1991, missione dello Shuttle Atlantis, viene osservato e fotografato un oggetto sconosciuto che si accosta alla navicella per poi allontanarsi a forte velocità nello spazio dopo alcune ore di contatto ravvicinato.

- Nel 1992 è stata pubblicata negli USA un manuale operativo destinato all’addestramento dei Vigili del Fuoco americani. Il manuale, intitolato “Manuale dei Vigili del Fuoco per il controllo dei disastri”, è stato studiato e realizzato da persone diverse, ma tutte di un certo rilievo.
Il capitolo 13 è dedicato al potenziale attacco degli UFO, e contiene molte informazioni sugli UFO.

- Nel giugno 1992 i cosmonauti russi della stazione orbitale MIR filmano un UFO a forma di sigaro.

- Il 30/12/1992 l'astronomo francese Audouin Dollfus dell'Osservatorio di Parigi ha osservato una serie di luci sul fondo del cratere lunare Langrenus. Queste luci sono apparse anche nei giorni successivi ed erano sempre di forma diversa.

- Lo stesso identico evento di cui sopra si è ripetuto il 24 novembre 1996 sopra l'Oceano Atlantico, e questa volta l'immagine è stata catturata dal Centro Meteorologico Regionale di Antofagasta (Brasile).

- Ancora un evento pressoché identico è stato ripreso il 3 settembre 1993 dal satellite Meteosat-3, e l'immagine mostrava un oggetto discoidale stazionante sul Golfo del Messico.

- Il Dr. Richard F. Haines è stato ricercatore scientifico senior all'Ames Research Center e all'Research Institute for Advanced Computer Science dove ha lavorato per la Stazione Spaziale Internazionale e per la NASA. Nella prefazione del suo libro, ha scritto:
"Quello che ho trovato (nel fare ricerche per il libro Progetto Delta) è la prova all'affermazione che la maggior parte di questi veicoli aerei (UFO) vadano molto oltre la tecnologia terrestre dell'era in cui sono stati avvistati.
Sono forzato nel concludere che c'è una grande probabilità che la Terra sia visitata da veicoli aerospaziali altamente avanzati che sono sicuramente sotto un controllo altamente intelligente".

Nel 1992 scrisse nella sua inchiesta "Fifty-Six Aircraft Pilot Sightings Involving Electromagnetic Effects" (56 avvistamenti di piloti aerei comportanti effetti elettromagnetici): 
"Rapporti di oggetti volanti anomali che appaiono nell'atmosfera continuano ad essere fatti da piloti di ogni compagnia aerea e forza aerea militare del mondo in aggiunta ai piloti privati ed ai piloti di velivoli sperimentali. Questo testo rappresenta uno studio di 56 rapporti sugli UFO nei quali sono avvenuti effetti elettromagnetici a bordo dell'aereo solo quando il fenomeno si è presentato vicino l'aereo ma non prima che apparisse e non dopo che scomparisse. Gli effetti elettromagnetici riportati includono interferenze radio o guasto totale, contatto radar con o senza contatto visuale simultaneo, deviazioni/anomalie magnetiche e/o della girobussola, interferenze o guasto del pilota automatico, spegnimento dei motori o interruzione di funzionamento, spegnimento delle luci della cabina, guasto del dispositivo identificativo trasponder, e guasti ai sistemi di armi degli aerei militari. Non stiamo avendo a che fare con proiezioni mentali o allucinazioni da parte dei testimoni ma con reali fenomeni fisici."

- Nel 1993 l’Aeronautica belga inseguì un UFO e comunicò alla stampa le registrazioni dei radar.

- Ammiraglio Delmer S. Fahrney (già capo del Centro collaudo missili della Marina Americana): “I dischi volanti esistono, sono di origine extraterrestre e guidati da intelligenze coscienti”.

- Lo scienziato Kary Banks Mullis Nobel per la chimica nel 1993, ha dichiarato: "Cosa direste se un vincitore del premio Nobel per la chimica vi dicesse che forse è stato rapito dagli UFO? Alcune persone vivono esperienze tanto bizzarre, da essere portate ad attribuirle ad interventi alieni, incontri ravvicinati del primo, secondo o terzo tipo. Io stesso ho avuto una di queste esperienze. Sostenere che si è trattato di un intervento extraterrestre può suonare eccessivo, ma giudicarla semplicemente un'esperienza insolita significa minimizzare. Diciamo che è stata estremamente insolita".
 
- Nel marzo 1994 lo space shuttle riprende in diretta degli UFO che percorrono nella nostra atmosfera una distanza enorme ad una velocità terrificante. 

- Nel 1994 viene ripreso sopra l'area 51 un misterioso UFO che sembra cambiare apparenza e che si muove in modo assurdo. Tale oggetto a momenti fluttua nell'aria ed improvvisamente compie un tragitto di 16 miglia in 6 secondi, finendo poi con fare delle manovre nell'aria semplicemente assurde. 

- Sono da ricordare gli sforzi fatti dal Lt. Col. Wendelle C. Stevens in campo di divulgazione ufologica. Egli sostiene e documenta come nel periodo del secondo dopoguerra gli USA abbiano sistematicamente raccolto informazioni sugli UFO.
 
- 1994, testimonianza impressionante di un avvistamento UFO da parte del Comandante di Bordo dell’AIR FRANCE, Jean-Charles Duboc e del suo equipaggio. Testimonianze visuali confermate da una traccia dei radar militari al suolo. Evento ritenuto attendibile anche dalla commissione di inchiesta militare francese sugli UFO che ha fatto il rapporto Cometa nel 1999.

- Carl Gustav Jung (psicologo e psicanalista): “i dischi volanti sono vere apparizioni materiali, entità di natura sconosciuta che arrivano probabilmente dallo spazio e che erano già visibili, forse da lungo tempo, agli abitanti della Terra, ma che per il resto non hanno rapporti di nessun tipo con la Terra e con i suoi abitanti”.

- Il giorno 25 Maggio 1995 un aereo di linea B-757 della “America West” ebbe un incontro con un immenso UFO, con luci lampeggianti, lunga la sua rotta. L’incontro avvenne sopra il Texas. Mentre il volo 564 era in volo nei pressi di Bovina, a quota 39.000 piedi di quota, il Primo Ufficiale John J. Waller e il suo assistente di volo osservano una strana fila di luci bianchi e lampeggianti, che vanno da sinistra a destra. Le luci erano al di sotto della loro altitudine di volo. 
L’ufficiale Waller entra subito in comunicazione con il Centro di Controllo del Traffico Aereo della FAA (Federal Aviation Administration) di Albuquerqhe e ricevette l’informazione che nessun oggetto (oltre l’aereo) era in volo in quel momento. Il B-757 continuò il suo percorso e le luci caddero quasi alle spalle dell’aereo. Improvvisamente, dalle nuvole scure, si notò quindi la vera forma dell’oggetto, un enorme UFO a forma di cilindro, di circa 300/400 metri di lunghezza. L’oggetto non era visibile sui radar della FAA ma uno dei controllori contattò il NORAD (North American Air Defense Command). All’inizio confermò che avevano monitorato un oggetto ma che poi si era dimostrato essere un piccolo aereo, ciò era stato possibile ad un malfunzionamento del transponder.

Ma dopo si seppe invece che il giorno successivo, un altro controllore di volo ricontattò di nuovo il NORAD che confermò che si trattava di un vero UFO. Infatti la notte precedente rilevarono sui loro radar (e anche in intercettazione visuale) che l’oggetto faceva dei movimenti “stop and go”. Fermate e ripartenze improvvise, stimate tra i 1000 e i 1400 miglia orari.

E così poi questo casò trapelò in tutti gli effetti, tramite il FOIA (Freedom of Informaction Act) si ottenne (tra le altre cose) il nastro con la registrazione di quel volo e le conversazioni tra i controllori di volo della FAA, i piloti e il NORAD. E che “History Channell” ha fatto sì che si sapesse a livello mediatico.

- In un documento della CIA si parla di un avvistamento UFO avvenuto il 26 giugno 1996 in Lituania in cui due poliziotti videro una sfera galleggiare in aria che pulsava, restringendosi ed allegandosi alternativamente, con un rumore di elettricità in sottofondo.
Quando i poliziotti cercarono di avvicinarsi alla sfera per indagare, questa improvvisamente se ne andò via molto velocemente.

 - L'astronauta della NASA, il dott. Story Musgrave (che è anche uno scienziato e medico) ha dichiarato di aver visto un UFO mentre era nello spazio attorno alla Terra, durante la missione STS-80 dello Space Shuttle Columbia, partita il 19 novembre 1996.

Musgrave ha dichiarato che avvistò un oggetto di grandi dimensioni a forma di disco apparve al di sotto del Columbia. Il disco volante comparve all'improvviso, dal nulla, e volò attraverso le nuvole procedendo da destra verso sinistra. Ha aggiunto che era un velivolo di grandi proporzioni, con una dimensione stimata tra i 15 e i 46 metri; inoltre lo scafo del velivolo sembrava ruotare in senso antiorario. L'oggetto discoidale sembrava fosse controllato in maniera intelligente, cambiò la sua direzione di volo in scia con la traccia del Columbia e del suo equipaggio. 
In seguito a questo episodio, Musgrave si è convinto dell'esistenza di vita extraterrestre, intraprendendo la sua personale missione di divulgazione del fenomeno UFO e della vita extraterrestre.

- Nel Dicembre 1997, non lontano dall'isola di Novy Georgy, l'equipaggio del motopeschereccio Vasily Kiselev avvistò un enorme oggetto a forma di ciambella, dal diametro compreso tra i 300 e i 500 metri, stava emergendo rapidamente dalle profondità marine. Una volta nell'aria, si librò a circa 5000 metri d'altezza. L'oggetto stazionò sull'area per tre ore, per poi scomparire di colpo.

- Nel primo semestre del 1998 il Brasile venne invaso da dischi e sfere luminose che effettuarono incredibili show aerei sotto gli occhi di migliaia di testimoni, che ovviamente documentarono il tutto con un’infinità di filmati e fotografie, molte delle quali sono veramente storiche. Tuttavia intere città caddero nel panico e nella disperazione, poiché si credeva che quelle astronavi luminose annunciassero l’Apocalisse.
 
- L’Istituto di Geologia Marina del CNR di Bologna ha usato navi oceanografiche nel Tirreno meridionale per disegnare mappe in grande dettaglio di fondali marini. Si è usata una tecnica sonar che ha permesso di rilevare il fondale marino e tutto ciò che si trovava su di esso grazie all’eco di complessi segnali acustici, ed è saltata fuori un’enorme UFO sigariforme luminoso adagiata sul fondale marino, assolutamente identica a quelle che vengono rilevate negli alti strati dell’atmosfera. 

 - Nel 1998 sulle montagne di Paderno del Grappa un fotografo dilettante scatta una serie di istantanee ad un disco volante che sembra cercare un punto per l'atterraggio.
 
- Il 16 luglio 1999 è stato reso noto in Francia un rapporto rilevante intitolato “UFO e Difesa. A cosa dobbiamo essere preparati?”. L’eccezionalità di questo rapporto è che esso stato stilato da un’associazione privata chiamata COMETA (Comitato per gli Studi Avanzati) che è formata da un comitato composto da importanti personalità militari, da insigni scienziati ex consulenti dell’importante Istituto di Studi Superiori per la Difesa Nazionale (lo IHEDN) e da altri scienziati super qualificati. Inoltre il rapporto è stato divulgato al Presidente della Repubblica Francese Jacques Chirac e al Primo Ministro Lionel Jospin. In breve, il rapporto Cometa francese, un rapporto ufficiale francese sugli UFO (OVNI) che attesta l'esistenza degli UFO, il fatto che siano controllati da intelligenze sconosciute e che probabilmente sono di origine extraterrestre. 

- Da diverse fonti ufficiali nel 1999 è emersa la straordinaria notizia che vi è un oggetto orbitante che i militari americani considerano come una sonda aliena. La sonda aliena è ufficialmente classificata come un oggetto asteroidale che si muove rapidamente e le è stato dato il nome “1991VG”. Questo oggetto ha un diametro di quasi 10 metri, ha elementi orbitali simili a quelli della Terra ed è stato scoperto dallo specialista della ricerca J.V. Scotti del Lunar and Planetary Laboratory (Università dell’Arizona, Scienze Spaziali).

L’oggetto è definito dallo scopritore come un’astronave di ritorno, confermando così le dichiarazioni di uno specialista militare, il sergente Clifford Stone, il quale ha dichiarato che il 1991VG è un’astronave che sta ritornando. 

- In Ungheria cadde dal cielo un blocco di ghiaccio di una tonnellata, come se si fosse staccato da un qualcosa di enorme che operava velocemente negli strati alti dell'atmosfera.
 
- Il 3 febbraio 1999, il Presidente americano Bill Clinton firma un ordine esecutivo sulla violazione non autorizzata dei cieli da parte di specie aliene invasive e potenzialmente pericolose anche dal punto di vista biologico (Documenti Presidenziali americani: Executive Order 13112 del 3 Febbraio 1999, Federal Register/Vol. 64, No. 25/Monday, February 8, 1999/Presidential Documents, pagine 6183-6185).
 
- Comandante Juan Barrera della Aquirre Cerda Airbase, nel commentare un suo avvistamento UFO: "Non è possibile che potesse essere un veicolo aereo costruito sulla Terra".
 
- Stanton Friedman, fisico nucleare ed autore di studi sugli UFO: “Dimostrare le prove dell’esistenza dei dischi volanti, è molto più semplice che dimostrare la colpevolezza dei più grandi criminali condannati.

Se si considerano le informazioni raccolte da Ted Phillips, riguardanti oltre 4.400 tracce fisiche rinvenute nel suolo di 66 paesi differenti, sotto forma di cerchi causati da bruciature, segni di carrelli di atterraggio, mutamenti nella vegetazione, nei i casi in cui poco prima gli UFO sono stati visti sopra o nelle vicinanze, non si spiega come gran parte della gente, sostenga che le prove non siano sufficienti.

Ma se un’”orma” o un’impronta digitale sono ritenute tracce fisiche, anche queste tracce nel suolo devono essere considerate tali. Il problema deriva dal fatto che, la maggior parte delle persone è ignara di questi fatti. Se si aggiungono le segnalazioni radar, fotografie e testimonianze oculari da tutto il mondo, abbiamo prove sufficienti per ritenere che il nostro pianeta è visitato da oggetti provenienti da altri mondi.”

Dal 2000 al 2007:

- Il Dr. Richard F. Haines è stato ricercatore scientifico senior all'Ames Research Center e all'Research Institute for Advanced Computer Science dove ha lavorato per la Stazione Spaziale Internazionale. Nella prefazione del suo libro, ha scritto: "Quello che ho trovato (nel fare ricerche per il libro Progetto Delta) è la prova all'affermazione che la maggior parte di questi veicoli aerei (UFO) vadano molto oltre la tecnologia terrestre dell'era in cui sono stati avvistati. Sono forzato nel concludere che c'è una grande probabilità che la Terra sia visitata da veicoli aerospaziali altamente avanzati che sono sicuramente sotto un controllo altamente intelligente".

- Michio Kaku, importantissimo fisico e scienziato: "Non è possibile negare la possibilità che degli avvistamenti UFO siano realmente avvistamenti di oggetti creati da una civiltà avanzata, una civiltà molto distante nello spazio, una civiltà forse milioni di anni più avanzata tecnologicamente di noi. Semplicemente non è possibile negare questa possibilità".

- Dr. Harold Puthoff, Direttore dell'Istituto per gli studi avanzati di Austin, autore dei fondamenti del'elettronica quantistica,ha dichiarato: "La possibilità di viaggi interstellari in breve tempo  da parte di attuali avanzate civiltà extraterresti o da noi stessi in futuro, non è fondamentalmente contraria ai principi della fisica".

- Louis Breguet, progettista e costruttore di aerei: "I dischi volanti usano un sistema di propulsione diverso dal nostro. Non c'è altra possibile spiegazione. I dischi volanti vengono da un altro pianeta".

- Dr. Maurice Biot, fisico matematico ed esperto di aerodinamica: " La meno improbabile delle spiegazioni è che questi veicoli (gli UFO) siano artificiali e controllati. La mia opinione da molto tempo è che essi abbiano una origine extraterrestre".
 
- Il 9/1/2001 a Pescara viene filmato un UFO a forma di globo luminoso bianco/azzurro nel cielo notturno, con un incredibile primo piano dell’UFO. Lo stesso identico veicolo fu filmato negli anni'80.

- Nel 2001 l'aeroporto di una città della Siberia viene chiuso per più di un ora perché a circa 300 metri sopra la pista di atterraggio c'era un UFO.

- Il DARPA (Defense Advanced Research Projects Agency) è una nota agenzia governativa del Dipartimento della Difesa statunitense che ha il compito di sviluppare e testare nuove tecnologie per uso militare. 

A pagina 6 di un documento scritto il 27 marzo 2003 dal dottor Tony Tether (direttore del DARPA fino al 20 febbraio 2009), si parla dello SST (Space Surveillance Telescope) il cui scopo ha lo scopo di “identificare e esaminare oggetti non identificati che appaiono improvvisamente in orbita con scopi sconosciuti“, ovvero gli UFO.

- Generale delle Forze Aeree Francesi Denis Letty, nel 2004 dichiara che: "Io dico sì, gli UFO esistono, le testimonianze sono numerose ed affidabili nella loro grande maggioranza. A titolo d’esempio, dal 1900 più di 1.300 casi aeronautici osservati da piloti civili e militari sono stati censiti e in un gran numero di casi l’osservazione visuale è confermata da altri elementi, quali la ricezione radar simultanea (20% dei casi), la testimonianza di un controllore di volo o di un altro equipaggio". "Al presente una minaccia UFO non si è fatta sentire in Francia, ma almeno in due casi sembra di aver visto manovre intimidatorie".

- Il fenomeno delle "Luci di Tinley Park" si riferisce a una serie di cinque avvistamenti UFO di massa che sono accaduti il 21 agosto 2004; due mesi dopo cioè il 31 ottobre 2004; di nuovo il 1° ottobre 2005 e infine nell'ottobre 2005 e 2006, a Tinley Park e Oak Park, situati nei sobborghi di Chicago (Illinois). I testimoni di ciascun evento segnalarono di aver visto tre oggetti silenziosi e auto-luminescenti di un colore rosso o tra il rosso e l'arancione, sferici di forma, sospesi nel cielo notturno muovendosi lentamente quasi "in formazione" per una durata di circa 30 minuti ogni volta che il fenomeno si presentava. Ad ogni manifestazione degli oggetti, questi erano nella parte bassa di un'altitudine intermedia, ed erano visibili da terra per circa 12 miglia in ogni direzione (circa 19,2 chilometri).

Grazie alla durata e al fatto di essere in prossimità di un'area popolata, così come il fatto di capitare in momenti casuali, da questi avvistamenti sono stati prodotti molteplici fotografie e filmati dell'evento, così come un gran numero di testimoni oculari. Tutto ciò fa di questo avvistamento massivo un caso unico.

Durante gli avvistamenti del 31 ottobre, un vasto numero di residenti con i loro bambini riempivano i marciapiedi per la pratica del gioco “dolcetto o scherzetto”, creando un'area di avvistamenti incrociati. I residenti raccontarono di interi gruppi di bambini e genitori fermi in strada ad osservare gli oggetti. Il 21 agosto i vistosi oggetti erano completamente visibili dal traffico paralizzato in uscita dall'anfiteatro First Midwest Bank di 28.000 posti (a quel tempo chiamato Tweeter Center), dove si era appena concluso l'Ozzfest, creando un'altra aggregazione di osservatori.

  - Il 7/4/2005 sul Vaticano una televisione ha ripreso un disco volante che assisteva all'esequie del Papa.
 
- 6/8/2005: in Cina viene fotografato per la seconda volta "un drago volante nel cielo", che altro non è risultato essere che un luminoso e gigantesco oggetto volante di forma irregolare, effettivamente di forma simile a quella di un drago cinese. Risulta oramai certo che lo stesso mito dell'esistenza dei draghi sia nato in seguito all'avvistamento di UFO con questa forma o comunque con forma allungata.
 
- Il 14/8/2005 vengono filmati in Florida (USA) una serie di globi bianchi volanti disposti a forma di croce cristiana.
 
- Francis Crick, uno dei due scopritori della struttura del Dna:  "L’origine della vita appare quasi un miracolo, tante sono le condizioni che hanno dovuto essere soddisfatte perché essa potesse avere inizio". Un miracolo? Sì, ma grazie ai "microrganismi inviati in una qualche navicella spaziale da una civiltà extraterrestre" .

- Colonnello Alfonso Isaia Ufficiale pilota dell'Aeronautica Militare italiana, pilota personale della famiglia Agnelli e capo del Servizio Aeromobili in dotazione FIAT, ha dichiarato: "Oggi ritengo che questi corpi volanti ci siano: E sono convinto anche che siano pilotati, che ci siano delle persone a bordo. Sono sicuro che esistono".

- Cesare Falessi è stato presidente dell'Unione Giornalisti Aerospaziali Italiani, ed ha dichiarato: "Gli UFO? Certo che esistono! Se per assurdo così non fosse, il vero scoop sarebbe scoprire in virtù di quale incredibile prodigio una questione inesistente continua a rimbalzare tuttora sulle prime pagine dei giornali di tutto il mondo distanza di sei decenni. Questo fatto è storicamente, sociologicamente e giornalisticamente incontestabile, ed inoltre costituisce da solo l'evidenza più logica della esistenza del fenomeno".

- Charles J. Camarda (Ph.D.), astronauta NASA, ha dichiarato: "Ufficialmente non posso dire nulla sui contatti alieni. Tuttavia, personalmente, posso assicurarvi che non siamo soli!"

- Nel 2006 l'ex direttore della sezione A2 del dipartimento della sicurezza aerea del ministero della Difesa britannico Nick Powl ha dichiarato che gli extraterrestri possono attaccare la Terra in qualsiasi momento. Secondo Powl esiste una moltitudini di evidenti testimonianze a proposito dell'imminente invasione del nostro pianeta da parte degli extraterrestri che però vengono appositamente ignorate, ed aggiunge: "Il fatto che tali dati vengano appositamente ignorati potrà avere conseguenze catastrofiche per l'umanità".

- 20/9/2006, missione dello Shuttle Atlantis, il rientro dello Shuttle viene rinviato poiché gli astronauti hanno avvertito Houston che alcuni oggetti luminosi si sono messi in orbita intorno alla navicella affiancandola all'improvviso. In particolare, tre di questi oggetti sconosciuti hanno assunto una formazione triangolare.

- Nel 2007 l'agenzia spaziale francese ha pubblicato il suo archivio di avvistamenti di Ufo e altri fenomeni, composto da 1600 eventi e 6000 rapporti, molti legati allo stesso fatto, realizzati dal pubblico e da professionisti delle linee aeree.

- Immagini della sonda Cassini e del telescopio spaziale Hubble hanno mostrato la presenza di giganteschi UFO sigariformi nei pressi del pianeta Saturno. 

 - Sempre nel 2007 il Ministero della Difesa inglese ha reso pubblici gli archivi segreti concernenti oltre 7.000 rapporti UFO catalogati dal Defence Intelligence Staff nel corso di oltre 30 anni. Il materiale rilasciato contiene anche numerosi episodi con protagonisti piloti della RAF, della Royal Navy ed equipaggi di aerei civili.

 - Negli Urali un UFO fa la propria comparsa con una puntualità costante: negli ultimi tempi, nei cieli di un villaggio degli Urali chiamato Kackanara, un oggetto non identificato fosforescente fa la propria comparsa in maniera ormai regolare e gli abitanti del villaggio in questione hanno iniziato a tempestare sia i mass-media locali che le forze dell'ordine. I racconti dei numerosi testimoni oculari sono praticamente simili fra di loro: negli ultimi tempi ogni sera verso le sette, fa la propria comparsa nel cielo un oggetto fosforescente a forma sferica di colore verde e rosso che si muove costantemente in maniera molto lenta.

- Il 29/04/2007 è stato ripreso da astronomi italiani un UFO che attraversa il disco lunare, compiendo una traiettoria davvero anomala.

- Un UFO è stato ripreso dal Professor Alberto Quijano Vodniza, Direttore dell'Osservatorio Astronomico dell'Università di Narino (Colombia). Il filmato è stato effettuato a circa 500 chilometri di distanza da Terra. 

- Walter Haut, una delle persone direttamente coinvolte nei crash di Roswell, è morto lasciando una confessione, un affidavit, in cui rivela che partecipò ad un meeting ad alto livello insieme al comandante della base Colonnello William Blanchard e al Comadante dell'Ottava Forza Aerea, Generale Roger Ramey, in cui vennero mostrati pezzi di rottami di materiale sconosciuto appena recuperati dal crash di Roswell. Haut prosegue rivelando che la conferenza stampa si rese necessaria perché a causa delle notizie filtrate oramai la popolazione locale era in grado di riconoscere il luogo dell'impatto ma, in realtà, esisteva un secondo luogo di impatto molto importante dove erano presenti molti più rottami, da cui si cercò di distogliere l'attenzione. Successivamente ci fu un'accurata operazione di pulizia durata mesi, durante la quale personale militare passò al setaccio entrambi i siti, alla ricerca di tutti i possibili rottami rimasti, rimuovendoli e cancellando tutte le possibili tracce dell'accaduto. Ciò coincide con i racconti della gente del posto che afferma di essersi vista sequestrare dai militari i pezzi di rottami conservati come ricordo. Haut racconta anche che il Colonnello Blanchard lo portò all'Edificio 84, uno degli hangar della base di Roswell e gli mostrò la navicella, che era un oggetto metallico a forma di uovo lungo circa 3 o 4,5 metri e largo meno di 2 metri, senza finestrini né ali né coda e senza alcun meccanismo di atterraggio o motore visibile. Sul pavimento egli vide due corpi parzialmente coperti con tela incatramata, descritti come alti circa un metro e venti e con teste sproporzionatamente grandi. Haut conclude dicendo di essere convinto che quello che aveva visto era un qualche tipo di astronave di un altro mondo con il suo equipaggio.

- Il 3 ottobre 2007 a Salamanca (Cile), centinaia di persone hanno avvistato in pieno giorno degli UFO di forma discoidale, che sono state anche contemporaneamente fotografate e riprese da più persone. Inoltre, per 10 minuti, un oggetto volante è stato sospeso nel cielo. poi altre luci misteriose hanno fatto la loro comparsa per poi sparire successivamente dopo qualche secondo. La notte prima un giornalista aveva avvistato degli oggetti volanti luminosi che si muovevano in modo anomalo. La stessa identica cosa è avvenuta il 5 dicembre 2005 a Buenos Aires (Argentina).

- Il 30/10/2007 un aereo MIG-21 dell'Aviazione Romena (Forze Armate della Romania) in fase di addestramento, entra in collisione con un UFO. I piloti in un intervista televisiva hanno raccontato l'episodio e fatto vedere i danni subiti all'aereo militare a causa della collisione. 

Da tempo sono stati declassificati ben 16 documenti ufficiali USA sugli UFO, che contengono informazioni sconvolgenti, tutti provenienti dall'FBI. Per esempio, nientemeno che il capo dell'FBI, J. Edgar Hoover, nel primo documento scrive questo incredibile memo a mano poco dopo la caduta del disco volante a Roswell nel 1947, in risposta all'ordine governativo di far stare l'FBI fuori dall'affare UFO : "I would do it but before agreeing to it we must insist upon full access to discs recovered. For instance in the La. case the Army grabbed it & wouldn't let us have it for cursory examination". Tradotto in italiano: Lo vorrei fare, ma prima di obbedire noi dobbiamo insistere sul pieno accesso al disco recuperato. Per esempio, nel caso di La. l'esercito lo ha sottratto e non ci ha permesso neanche un esame superficiale". Nel secondo documento si legge chiaramente che il disco recuperato nel caso La. è "sixteen inches in diameter", cioè sedici pollici di diametro.

Grazie al Disclosure Project, nel corso degli ultimi anni più di 500 testimoni che hanno lavorato per anni in ambito militare, intelligence, governativo, scientifico, ecc.. si sono presentati al National Press Club in Washington DC per confermare la loro versione sugli UFO e sugli alieni.
 
- Nel dicembre 2007, il capo di gabinetto nipponico, Nobutaka Machimura, alle domande insistenti dei giornalisti sui recenti avvistamenti di oggetti non identificati nei cieli giapponesi il ministro ha ammesso, senza giri di parole, che "il governo può solo offrire risposte stereotipate a questa domanda, ma personalmente credo definitivamente che gli Ufo esistano.
Non dovrei aggiungere altro, ma vorrei veramente che queste domande venissero poste con più frequenza".
 
- Sempre nel dicembre 2007, il capo di Stato maggiore delle Forze di autodifesa giapponesi, il ministro Shigeru Ishiba, ha affermato che il Giappone deve prepararsi preventivamente ad un possibile attacco da parte degli alieni. Inoltre ha affermato che "Non c'è nessun motivo per negare ulteriormente che oggetti non identificati (Ufo) esistono" e che "questi (gli Ufo) vengono controllati da un'altra forma di vita".
 
- Nel 2007 l'intera Città di Santiago del Cile assistette ad un clamoroso avvistamento di una squadriglia di UFO luminosi in formazione che sorvola la città, e l'evento è stato anche ripreso da alcuni videoamatori. Nello stesso periodo degli alpinisti giapponesi documentano su una montagna del Giappone il manifestarsi dello stesso fenomeno ufologico.
 
- Un Pilota di aereo di linea Argentino riprende un UFO che passa vicino al suo aereo durante la traversata aerea.
 
- La Polizia di Susex riprende con una telecamera speciale l'intercettazione di un oggetto cilindrico volante.

- Viene filmato in Sud-America un UFO che si affianca ad un grande aereo militare e lo segue da vicino ad una velocità constante.
 
- Strane figure nel cielo dall'aspetto variabile vengono filmate in tutto il mondo, e spesso viene dato loro una interpretazione da apparizione mistica (alcune somigliano in qualche modo alla Madonna), anche se sono accompagnate spesso da almeno un piccolo UFO.

- Mentre si documentava un eruzione di un vulcano messicano, è stata registrata la presenza di un UFO che si muoveva in modo intelligente tra i fumi dell'eruzione.
 
- Tra l'Ottobre 2007 ed il Gennaio 2008 si sono verificati numerosi avvistamenti di massa di UFO, in cui molte persone hanno osservato con chiarezza degli UFO volare o atterrare nelle loro vicinanze. Gli avvistamenti sono stati concentrati per lo più nel continente americano.
Ad esempio, vi è stato un clamoroso avvistamento di massa di un UFO il 31 dicembre 2007 e ripetutosi il 2 Gennaio 2008, presso la cittadina messicana di Mezcala dove un grande "disco volante luminoso" è stato osservato da tutta la popolazione muoversi lentamente sopra la città, passando per la piazza principale, fino a raggiungere una collina adiacente, Pie de Minas, ricca di giacimenti di uranio, zinco, oro, argento e rame, e lì atterrare, rimanendo visibile per ben 30 ore. L'oggetto volante è stato descritto come talmente luminoso da risultare addirittura fastidioso alla vista e durante il suo lento passaggio sulla cittadina, ha avuto pesanti interferenze sulle linee elettriche, e sulle apparecchiature elettroniche. Nella mattina del primo gennaio 2008, la luce era ancora ben visibile sulla vicina collina di Pie de Minas, zona ricca di minerali quali uranio, oro, argento e rame, tanto che circa 20-30 camionette piene di persone hanno cercato di raggiungere la zona. Sembra però che ogni volta che questa carovana si fosse avvicinata in qualche modo alla luce, questa svanisse senza lasciare traccia. Un gruppo che sembra essere riuscito ad avvicinarsi a circa 50 metri dall'oggetto ha riferito di un classico disco volante di colore metallico che emetteva una luce bianca o bluastra. Lo stesso gruppo non ha potuto riprendere o fotografare l'oggetto da così vicino perché tutte le apparecchiature elettroniche sono andate immediatamente in tilt, compreso il motore della loro camionetta. In molti hanno segnalato anche un'altra luce più piccola in cielo, lampeggiante, che sembrava in qualche modo comunicare con quella ben più visibile a terra. Quasi tutti quelli muniti di apparecchiature elettroniche sono riusciti a filmare e fotografare l'oggetto, anche se le immagini sono risultate spesso distorte per una qualche interferenza elettromagnetica emanata dal velivolo sconosciuto. Anche le apparecchiature analogiche hanno infatti riportato delle distorsioni nelle immagini filmate. A distanza di quasi due settimane, con modalità molto simili al primo evento, alle 4 di mattina di venerdì 11 Gennaio 2008, il disco luminoso è tornato a stazionare sulle colline adiacenti a Mezcala, creando nuovamente allarme nella popolazione, tanto da spingere le autorità locali a richiedere l'intervento dei federali.

Dal 2008 ad oggi:

- Nel Gennaio 2008 Dom Armentano, professore emerito alla University of Hartford, ha affermato in un suo studio che: "la corrispondenza recentemente divulgata grazie al Freedom of Information Act, indica che l’ex Presidente Bill Clinton, Hillary Clinton e il loro Office of Science and Technology erano tutti coinvolti nella fallimentare iniziativa di Laurence Rockefeller a favore del disclosure (1993-1996), con la quale si chiedeva di rendere disponibili gli UFO file segreti del governo".
 "Una notizia ancora più importante addirittura della scoperta di vita extraterrestre, sarebbe la rivelazione che determinati elementi del governo USA potrebbero essere stati a conoscenza della scoperta – e averla insabbiata – (persino a ufficiali eletti senza il “need to know”) per oltre di 50 anni".
"Molti di coloro che hanno studiato il fenomeno UFO ora concludono che a partire dal caso Roswell, nel 1947, personaggi del governo USA potrebbero aver sistematicamente mentito al popolo americano (e ai suoi rappresentanti eletti) riguardo la vera natura del fenomeno. Ci sono prove concrete di questo raggiro, e si trovano in libri documentatissimi, decine di documenti “top secret” declassificati e molte testimonianza giurate da parte di insider chiave della comunità militare e d’intelligence".
"Il Governo USA potrebbe aver mentito perché venne stabilito che gli UFO potevano rappresentare una seria minaccia per la nazione.
Decenni di rapporti di osservatori competenti, molti dei quali confermati dai radar, stabiliscono che alcuni UFO possono volare senza emettere suono, fermarsi improvvisamente, accelerare a velocità mozzafiato e distanziare aerei o missili inviati a intercettarli. Inoltre, esistono inquietati rapporti di UFO che potrebbero aver interferito con i sistemi elettronici di automobili, aerei, centrali energetiche e persino con il lancio di missili balistici intercontinentali. Sarebbe dunque ragionevole, per chi appartiene alla comunità militare e dell’intelligence, trattare gli UFO come una questione seria e classificare le informazioni secondo i più alti livelli di segretezza.
Tuttavia, il sistematico inganno pubblico, lungo decenni, rappresenta nel lungo periodo una grave minaccia per ogni repubblica costituzionale. In ultima analisi, l’esistenza di un governo legittimato dipende da cittadini intelligenti e bene informati. Una forte censura dell’informazione, miliardi di fondi neri e super segreti “black project” (gli UFO rientrano molto probabilmente in uno di questi) possono rendere fittizi il governo e la democrazia.
Dal momento che i governi stranieri hanno, in modo crescente, aperto i propri file sugli UFO, perché il segreto inevitabilmente trapela, gli Americani meritano (e possono reggere) la verità sugli UFO."

- Nel marzo 2008, il Governo Ecuadoregno ha declassificato 44 casi ufficiali riguardanti gli UFO, riguardanti segnalazioni di avvistamenti da parte di testimoni istituzionali. Il Comandante Wilson Salgado dell'aviazione militare dell'Ecuador, in una dichiarazione ufficiale ha dichiarato che: "Gli UFO sono veicoli di origine extraterrestre nella nostra atmosfera e dobbiamo condividere il nostro spazio con esseri di altri mondi". Inoltre, il presidente della Repubblica Ecuadoregna ha ammesso che gli UFO ci sono e che per ora non rappresentano una minaccia.

- Il 6 giugno 2008 Ministero della Difesa rumeno ha confermato che un aereo da caccia è stato colpito da un UFO che procedeva in formazione insieme ad altri tre, ed è stato anche rilasciato un video dell'incidente. L'incidente, che non ha causato danni molto gravi all'aereo, è avvenuto nel corso di un addestramento il 31 Ottobre 2007.

Il Ten. Col. Nicolae Grigorie ha detto che in un video registrato dalle telecamere di bordo degli aerei, si possono osservare "due corpi solidi, che non sono translucidi".
Grigorie ha confermato che quegli oggetti non sono convenzionali, "Essi non potevano essere uccelli perché non ci sono uccelli in Europa in grado di volare così alto a 8000 metri. E non poteva essere organismi di ghiaccio perché il cielo era chiaro e non ci stavano nuvole - non potrebbero essere pezzi di un altro aereo o di una meteora", ha commentato. Egli ha detto anche che il governo ha escluso lancia razzi di artiglieria di terra. Alcuni giorni dopo il ministero della difesa romeno ha reso pubblico dei video del 2004 riguardanti un UFO che è stato ripreso dalle telecamere di sorveglianza dell'Aeroporto Internazionale di Bucarest "Henri Coandă". Tale oggetto ha effettuato delle evoluzioni, per poi stazionare fermo sulla verticale della pista n. 2 per circa 30 minuti.

- Nell'estate 2008, dopo paesi come la Gran Bretagna e la Francia, anche la Spagna ha declassificato dei documenti top secret che parlano inequivocabilmente di avvistamenti riguardanti veicoli ed esseri di origine extraterrestre.
 
- Durante l'estate 2008 si sono verificati un numero impressionante di avvistamenti, spesso documentati da foto e video, in varie zone del pianeta con particolare intensità nella Gran Bretagna e nell'America del sud.

- Alexandr Baladin, astronauta russo, ha dichiarato che "Dischi Volanti" sono giunti in prossimità della stazione spaziale Mir e sopra il Cosmodromo Baikonur. Egli ha aggiunto che ci sono elementi di prova tali da condurre uno studio scientifico del fenomeno, ed è giunto il momento da parte dei Governi di rivelare al mondo ufficialmente il fenomeno UFO.
Durante le operazioni di attracco tra la sua capsula spaziale e la Mir, Baladin vide un oggetto incandescente a poca distanza.

Il cosmonauta ha ricordato che nel 1989 sopra una Base Missilistica Kaputsin Yar, il personale militare avvistò un oggetto semicircolare in volo a bassa quota che illuminò' con un misterioso raggio tutta la zona passando sopra alle strutture. Molti Russi, compagni di Baladin, che lavorano in istallazioni militari Top Secret sanno dell'esistenza degli UFO essendo loro stati testimoni.

- Nello studio scientifico “La Sovranità e gli UFO” di Alexander Wendt, un professore di sicurezza internazionale pressò l’Università dell’Ohio, e Raymond Duvall, presidente del Dipartimento di scienze politiche presso il Minnesota, si capisce anche come gli scettici abbiano capito che nella gestione della situazione UFO ci siano molte cose che non quadrano. Gli autori evidenziano l’attuale incapacità degli Stati moderni nello studiare seriamente il fenomeno UFO, perché presentano una grave minaccia di destabilizzazione alla sovranità antropocentrica (in sostanza una minaccia al potere costituito). “Il concetto moderno di sovranità è un principio antropocentrico, elaborato e organizzato in riferimento ai soli esseri umani. Anche se si tratta di un presupposto di ordine quasi-metafisico, l’antropocentrismo è di importanza pratica considerevole, che permette agli stati moderni di ottenere il consenso e la lealtà dei loro cittadini, alfine di realizzare i loro progetti politici. Tuttavia i suoi limiti, che appaiono evidenti, è quando si constata che in maniera autoritaria si è imposto un tabù su tutto il dibattito serio riguardanti gli UFO. Gli UFO non sono stati mai studiati sistematicamente dalla scienza, né dalle autorità, perché, a tutt’oggi, abbiamo considerato che non possono essere di origine extraterrestre. In realtà noi non sappiamo niente e questo rende questo tabù intrigante, perché la possibilità aliena non può essere esclusa. In seguito ai lavori di Giorgio Agamben, Michel Foucault e Jacques Derrida si giustifica questa ambiguità per gli imperativi pratici della sovranità antropocentrica, che non può essere risolta al proclamo di una eccezione aliena a questo antropocentrismo, evitando la possibilità di accettarlo.

Non si può andare avanti in tema UFO eludendo la questione della sua natura”. Per gli accademici Wendt e Duvall, malgrado le migliaia di rapporti di osservazione di UFO attraverso il mondo, nessuno sta davvero cercando di scoprire cosa sta succedendo. "Noi non affermiamo che le autorità nascondano la verità sul fenomeno, nemmeno che la verità implica necessariamente delle visite extraterrestri. Noi dimostriamo che le autorità si rifiutano di porsi la domanda.
Contrariamente agli ufologi, noi non domandiamo cosa sono ma perché i governi si rifiutano di affrontare l’argomento?” Una delle loro conclusioni è la seguente: “i dirigenti si rifiutano di discutere il fenomeno UFO per paura di scoprire la sua vera natura. E’ per questo che preferiscono guardare altrove, semplicemente lo ignorano e ciò impedisce loro di prendere delle decisioni in merito”.
Nel loro studio, gli accademici Wendt e Duvall hanno, tuttavia, segnalato un piccolo numero di casi in cui i governi hanno condotto degli studi sulle osservazioni di UFO. Ma ogni volta si sono constatati dei tentativi di eludere il reale problema.
Per la serie quando è troppo, è troppo....anche per gli scettici. E per la serie quando tutti i tasselli combaciano tra loro...

- Nel 2008, si è evidenziata la necessità di studiare gli UFO per trovare gli extraterrestri, come affermato da un autorevole scienziato, nel contesto di un convegno SETI tenutosi nella sede dell’UNESCO e sponsorizzato dall’International Academy of Astronautics.

Il suo nome è Alain Labeque dell’Institute d’Astrophysique Spatiale di Orsay (Francia), ed ha in proposito citato il famoso e documentato caso dell’RB-47 avvenuto il 17 luglio 1957. Ecco il fatto in sintesi: un jet di ricognizione Boeing Stratoject Air Force RB-47, equipaggiato di contromisure elettroniche e presieduto da sei ufficiali, è stato seguito da un oggetto volante non identificato per una distanza di oltre 700 miglia e per un periodo di tempo di oltre un ora, su territorio USA.

L’oggetto è stato notato visivamente, dove l’equipaggio ha notato una luce intensamente luminosa, seguita dal radar di terra ed è stato rilevato anche dagli apparecchi elettronici a bordo dell’RB-47.

Tra i casi di particolare interesse è quello che l’oggetto appariva e scompariva simultaneamente alla vista e questo avveniva contemporaneamente nei distinti canali di osservazione. Inoltre le rapidità di manovra andavano oltre la possibilità degli aeromobili conosciuti o ipotizzabili. Durante l’avvistamento, dall’velivolo sconosciuto si è riscontrata una trasmissione a microonde a 3GHz.
Secondo Labeque, utilizzando questa frequenza potremmo trovare gli extraterrestri, infatti l’oggetto sembrava comunicare con qualcuno, utilizzando quelle frequenze. Labeque ha quindi ipotizzato che l’UFO era un velivolo mandato in avanscoperta da qualche stazione che si trova nel nostro sistema solare e ha consigliato ai colleghi del SETI di trasmettere un segnale a microonde di 3GHz e vedere se suscita una risposta. Poiché la possibile ubicazione della stazione aliena non è nota, il segnale dovrebbe essere trasmesso in ogni direzione del cielo.”
Gli scienziati americani del SETI presenti hanno applaudito senza commenti, e la proposta è stata apprezzata anche da scienziati europei e russi.

Anche un altro scienziato europeo presente al convegno, il professor Jean Pierre Rospars (Francia) alla fine della sua presentazione sul SETI e l’evoluzione biologica terrestre ha dichiarato: “la possibile presenza ET nel nostro ambiente non deve essere trascurata. Essa può essere parzialmente accessibile ai nostri limitati mezzi d’indagine”.

- Prof. Giuseppe Tagliaferri, astronomo e cosmologo dell'Osservatorio Astronomico di Arceteri e Presidente della Società Astronomica Italiana, ha dichiarato: “Il mio pensiero è che si debba prendere in considerazione questi fenomeni per studiarli in maniera più seria di qul che non s è fatto oggi.”

- Prof. Dino Dini, direttore del Dipartimento di Energetica dell'Università di Pisa, ha dichiarato: “Gli UFO costituiscono un problema di enorme serietà, di cui è bene che anche il mondo scientifico prenda debita coscienza, superando pregiudizi fuori luogo”.
- Prof. Giorgio Buonvino, astronomo Specola Vaticana, ha dichiarato: "Circa gli UFO sarebbe il caso di smettere di andare dietro a pregiudizi di scienziati ben poco meritevoli di questa qualifica e fare finalmente qualcosa di serio; e di informare il pubblico che è meno pauroso e molto meno stupido di quanto certe classi dirigenti sembrano pensare".
 - Prof. Paolo Maffei, astronomo e docente di Astrofisica, Università di Perugia, ha dichiarato: “é giusto affrontare seriamente il problema degli UFO.”

- Degli scienziati italiani hanno scoperto un autentico UFO che attraversa il campo visivo di una delle fotocamere a bordo della Sonda Cassini, mentre quest’ultima è impegnata a riprendere la debole luminescenza che caratterizza l’Anello “G” del Gigante Gassoso. Successivamente, altri incredibili UFO sono stati documentati intorno saturno da scienziati italiani.
Uno di questi UFO, in movimento nei pressi di Saturno, ha addirittura influenzato col suo campo magnetico la Sonda Cassini, la quale ha trasmesso alla Terra questo effetto nonché la foto dell'UFO in movimento. Si vede una onda gravitazionale eccezionale e non naturale prodotta dall'UFO in questione. 

- Nel 2008, l’Association Aéronatique et Astronautique apre all’argomento UFO, che tra le sue commissioni include quella della divulgazione al grande pubblico dei dati PAN, e non esclude l’ipotesi extraterrestre. E affermano che gli “USA ne sanno molto in tematica”. L’AAAS è composta da eminenti personaggi, di Difesa, di Aeronautica ed Astronautica. Tra i numerosi centri e organizzazioni che collaborano con l’AAAS abbiamo anche l’ESA. Essi dicono che "Gli UFO non sono nuovi, gli organi di informazione hanno incominciato a parlarne, soprattutto durante e la fine della seconda guerra mondiale"…"molti eventi e testimonianze sono state ignorate o classificate (da tutti i Governi del mondo) sotto la dicitura Segreto della Difesa"…"l'AAAS è composta da accademici in campo di Aeronautica, Spazio e Difesa che sono molto interessati agli UFO"… "il compito è quello di divulgare casi UFO, nell’aspetto più trasparente e critico della questione, facendo conoscere al grande pubblico quei casi provenienti da fonti di informazioni ufficiali". 

- Nel 2008, grazie ad History Channel”, si è saputa la storia del pilota della Forza Aerea Peruviana (FAP), Oscar Santa Maria Huertas, il quale si trovò in contatto con un UFO ad inizio degli anni 80 del novecento, con il quale entrò anche in combattimento. Questo caso è stato documentato dal Dipartimento della Difesa e la CIA nordamericana come un fatto reale. Egli ha dichiarato: “Sono Oscar Santa Maria Huertas, pilota della Forza Aerea Peruviana e attualmente in pensione. Il giorno 8 Aprile del 1980, alle ore 07:15 della mattina nella base aerea di Joya (Perù)…all’epoca avevamo 1800 soldati effettivi che osservarono al termine della pista un oggetto simile ad un globo, il quale non era autorizzato a volare nell’area e fu identificato come una spia e fu ordinato di raggiungerlo e distruggerlo immediatamente”. Il pilota peruviano sparò 64 colpi (con un cannone di 9 millimetri) contro l’oggetto, il quale restò immune dai colpi, poi accelerò e poi ridusse la sua velocità. Il caso di Santa Maria è stato divulgato dagli apparati militari e in special modo dal Segretario di Stato Americano, la NSA e la CIA. Il documento si intitola “UFO avvistato in Perù” e segnala: “La Forza Aerea Peruviana (FAP) tentò di intercettare e distruggere l’UFO però senza esito”.

 - Nel dicembre 2008, il Dr. Peter Creola, ex delegato dell'ESA e capo dell'ufficio Svizzero per le politiche dello spazio, si è unito con chi chiede la verità in merito agli UFO.
L'ESA è la versione Europea della NASA.

Creola ha dichiarato: "Ho sempre trovato incredibile che questi avvistamenti di mezzi silenziosi, che chiaramente non sono legati alle nostre leggi di gravità, vengano ignorati dalla scienza, almeno ufficialmente."

- Anche nel 2008 si sono avuti filmati amatoriali di buona qualità, passati quasi totalmente inosservati, che mostrano la presenza nei cieli terrestri di una tipologia di UFO dall'aspetto di un gigantesco velivolo simile ad una trottola dai vertici triangolari e dall'aspetto luminoso. Questo velivolo è stato ripreso nei 10 anni precedenti sia di giorno che di notte e praticamente in tutti i continenti del mondo, dagli USA alla Russia, dall'Inghilterra ad Israele, dal Canada alla Cina. Incredibilmente la stessa ufologia ha dedicato poca attenzione a questo incredibile evento che si ripresenta in continuazione.

- Dicembre 2008: il politico australiano Malcolm Turnbull ha affermato che gli UFO hanno classificazione "Above Top Secret", la più alta esistente.

- Nel gennaio 2009, Nick Pope, che ha lavorato per il Ministero della Difesa Britannica, ha dichiarato che i piloti militari della RAF, la forza aerea inglese, ha cercato di abbattere degli UFO nei cieli della nazione. Egli ha detto che i piloti della RAF avevano sparato sugli UFO in varie occasioni, ma mai distruggendoli, e questo avveniva quando l'UFO era considerato una minaccia, il tutto secondo una direttiva top secret emanata agli inizi degli anni'80.

- Nel Gennaio 2009, Dumitru Prunariu, astronauta Salyut 6 nel 1981, scrittore di studi sullo tecnologia spaziale e sui voli nello spazio, membro della Accademia Internazionale di Astronautica, presidente dell’agenzia spaziale della Romania, ha dichiarato:
"Le moderne tecnologie richiedono troppa potenza per consentire a noi di viaggiare al di fuori del sistema solare. Gli UFO probabilmente utilizzano leggi fisiche che noi ancora non sappiamo. Abbiamo già compiuto straordinari progressi negli ultimi secoli, una civiltà che ha oltre 5000 anni potrebbe avere un vantaggio tecnologico inimmaginabile."
Ha inoltre aggiunto che: "un collega russo aveva visto due astronavi UFO volare in parallelo alla navetta spaziale nel corso di una spedizione, che scomparvero dopo un pò". "In un caso che si è verificato in Romania prima del 1989, il servizio della stazione militare d’aviazione della base di Kogalniceanu (oggi è un unità americana della NATO in modo permanente) riportò l’osservazione di una formazione di nove UFO in movimento ad una velocità molto rapida nel cielo. I calcoli hanno dimostrato che la velocità degli oggetti sul radar era di circa 6000 km / h. Gli oggetti brillanti scomparvero dopo il Mar Nero in Russia.
Tale velocità può essere raggiunta da un aereo o un missile, ma si sarebbe disintegrato e la velocità non sarebbe stata costante per tutto il tempo. L'evento non venne spiegato. Può essere che la Terra venga costantemente monitorata da fuori da una civiltà più avanzata, ma almeno lo fanno in silenzio, non vogliono interferire con la vita sulla Terra ".
Ha dichiarato anche che "Si ricerca su un qualsiasi segnale che potrebbe dare un senso e che potrebbe essere stato rilasciato dagli alieni. Durante la guerra fredda, tutte le scoperte sono state tenute segrete perché potevano consentire nel venire in possesso di tecnologie più avanzate di quelle umane, una tecnologia che poteva essere utilizzata contro il nemico. Ancora oggi, i rapporti che risalgono agli anni ‘40 o ‘50 restano segreti. Qualche informazione esce in superficie, ma vengono rapidamente confutate da coloro che hanno interesse. È molto facile per loro distruggere la fiducia del pubblico su tali informazioni".

- Il 19 Gennaio 2009, il DFS (Ufficio del controllo di sicurezza aerea) ha rivelato che la Germania è stata sorvolata da UFO che sfrecciavano ad elevata velocità. Gli investigatori hanno escluso tutte le cause convenzionali, cone aerei, palloni meteo o anomale condizioni atmosferiche. I caccia militari dell’Aeronautica della Germania sono stati messi in condizione di allarme rosso e vi sono state decine di segnalazioni di UFO che hanno sorvolato la Germania meridionale.
Molti aeroporti sono stati messi in stato di “standby”.  Raab ha affermato”: l’UFO è stato visto sui radar e quando è scomparso pensavamo ad uno schianto, ma poi non è stata rilevato nessun segno di incidente o “crash”. È un completo mistero che ha confuso gli addetti radar, appariva e spariva sullo schermo. Poi è svanito completamente nel nulla”.

-  Il colonnello in pensione della US Army, John B. Alexander, il 25 gennaio 2009 ha dichiarato:
“Gli UFO sono reali. La prova che ci sono cose che volano su tutti i nostri cieli e non sono nostre è davvero stravolgente. Ma la maggior parte degli scienziati non andrà vicino a questa soluzione perché pensano a Condon, dal nome Edward che ha supervisionato il progetto Colorado, che aveva il compito di effettuare un approfondito studio, ma in realtà non lo fece. Dobbiamo fare in modo di permettere agli scienziati di studiare di nuovo gli UFO. Si potrebbe contribuire a fare una richiesta formale alla National Academy of Science, magari tramite l’intervento di John Podestà. Ma credo che ciò sarà un tantino difficile perché non c’è stato nessun miglioramento politico, e la comunità scientifica non vuole nemmeno guardare le prove. Le scarta a priori“.

- Nel febbraio 2009 José Funes, direttore dell'Osservatorio astronomico del Vaticano, la Specola di Castelgandolfo jha dichiarato: "Si calcola che esistano 100 miliardi di galassie, ognuna con 100 miliardi stelle. Molte di queste hanno intorno pianeti. Sono insomma alte le possibilità che ve ne sia uno simile al nostro. È anche possibile che esistano nell'universo altre forme di vita, magari intelligenti". "Se dovessero esistere extraterrestri intelligenti non ci sarebbero contraddizioni (con la religione). Questi esseri sarebbero già fuori dal peccato e in accordo con Dio. L'umanità terrena sarebbe l'evangelica pecorella smarrita che Cristo vuole riportare all'ovile per farla stare con le altre 99 (civiltà aliene)". A questo punto giova ricordare la dichiarazione di Monsignor Corrado  Balducci, teologo, sul’esistenza di UFO ed alieni: "Non credere agli UFO e alla presenza di altri esseri viventi è peccato. La loro esistenza non solo è provata da circa un milione di testimonianze, tra cui anche quelle di molti scienziati atei, ma è anche confermata da alcuni brani della Sacra Scrittura che in alcuni punti chiariscono la presenza di extraterrestri."

- Il Colonnello dell'aereonautica Manuel Insaurralde Cardozo ha volato 40 anni a bordo della LAP (Linea Aerea Paraguayana), ed ha dichiarato che lui ed i suoi compagni di volo video degli UFO mentre stavano volando dalla Guaiana a Cuba, attraversando il corridoio Maya, a 39.000 piedi con un cargo DC8. Erano tra i dieci e i dodici oggetti, simili a dischi volanti, che volarono rapidamente e scomparirono, lasciandosi dietro una scia, in una notte di luna piena. Ha dichiarato anche che i piloti della Varig e delle Aerolinee Argentine, che volavano nella stessa zona, videro la stessa cosa.

- Lo scienziato Duncan Morgan Astrofisico presso l'Università' di Edimburgo, facendo accurati calcoli e sulla base delle nuove scoperte in fatto di astronomia ha affermato che circa 37964 pianeti della via Lattea potrebbero essere abitati da una qualche forma di vita. La scoperta di 330 pianeti non molto distanti dal nostro sistema solare, negli ultimi anni ha contribuito a ridefinire il probabile numero di pianeti abitati da un qualche forma di vita. Alcuni calcoli, effettuati tramite un complicato software, porterebbero a credere che circa 361 civiltà intelligenti potrebbero popolare la nostra galassia.

- Febbraio 2009: vengono diffuse le prove di un avvistamento UFO e del tentativo di intercettazione avvenuti nei cieli di Atene. Il fatto era avvenuto l'11 ottobre del 2007 ma, grazie ad un cover-up, era stato tenuto segreto dalle forze aeree militari greche e dall'aviazione civile.
È infatti emersa la registrazione audio, in lingua originale, del dialogo tra il pilota dell'aereo di linea e la torre di controllo, è stato reso pubblico il documento ufficiale che ordinava a due F-16 in dotazione all'aeronautica greca di intercettare l'UFO. Inoltre, ci sono state anche le conferme di 3 capitani di aerei di linea, delle torri di controllo e della stazione radar. Il tutto è cominciato quando il capitano del volo 266 della Olympic Airways diretto da Atene a Londra, ha notato un UFO muoversi in modo anomalo nella zona ovest di Atene, il quale somigliava ad una stella, ma era molto più grande e luminosa e cambiava continuamente la sua forma. Nello stesso momento, anche i capitani di altri due voli della Olympic Airways, il 730 diretto a Kos e il 700 diretto a Rodi, hanno segnalato lo stesso UFO. Il tutto viene confermato anche dalla torre di controllo dell'aeroporto di Atene, i cui impiegati hanno potuto osservare di persona l'oggetto muoversi verso Karystos, una piccola città sull'isola di Eubea. A quel punto l'aviazione civile ha contattato le forze aeree militari, che hanno risposto di aver già avvistato l'oggetto, che viaggiava a velocità incredibile, dalla stazione radar del monte ateniese Parnitha. Il presidio della stazione radar ha descritto l'UFO come grande, di forma insolita ed incredibilmente luminoso, nulla di riconducibile a mezzi aerei conosciuti. L'oggetto è anche stato fotografato dai militari della stazione. Due F-16 sono stati inviati per intercettare l'UFO, mentre le varie torri di controllo ne monitoravano la posizione e i movimenti. A quel punto l'oggetto è letteralmente schizzato via ad una velocità impossibile e i caccia non sono stati in grado di identificarlo da vicino. La spiegazione del governo è stata più scioccante dell'avvistamento per la sua stupidità, visto che qualche esponente ufficiale del governo avrebbe asserito che si trattava semplicemente del pianeta Venere!

- Il 2 marzo 2009, in occasione del passaggio ravvicinato dell'asteroide DD45, nelle immagini girate dalla sonda Near Earth Asteroid Rendezvous della NASA è rimasto registrato un UFO che si muoveva a zig-zag. Le manovre dell'oggetto sono compatibili solo ed unicamente con un velivolo sconosciuto dalle capacità incredibili, molto superiori a quelle dei velivoli terrestri. L'aspetto era luminoso oppure metallico riflettente, in ogni caso, l'UFO emetteva una luce intensa, bianca e non pulsante, forse colto sul fatto mentre faceva rilevamenti sull'asteroide 2009 DD-45.

- Il 12 marzo 2009, la sonda spaziale Cassini è passata vicino ad Enceladus, una piccola luna di Saturno di circa 500 km di diametro,  ed ha ripreso un UFO che, dapprima lentamente poi accelerando, si allontanava dai pressi del satellite

- Sempre la sonda spaziale Cassini riprende vicino Saturno un vero e proprio UFO luminoso che compie un balzo nell'iperspazio.

- Leonid Kadeniuk, astronauta che ha preso parte alla missione della NASA Columbia (1997, STS-87), ha dichiarato in una intervista che gli UFO sono reali e di origine extraterrestre. Egli ricorda che durante il suo periodo come pilota da caccia a Mosca, ai tempi della URSS, ha incontrato altri piloti che avevano visto gli UFO durante le loro missioni, ed a questi piloti era stato rilasciato l’ordine, dai superiori e dai loro addestratori, di evitare qualsiasi contatto o qualsiasi tentativo di approccio in caso di avvistamento UFO.
L’astronauta ha studiato gli UFO ed è giunto alla conclusione che questi oggetti usano in volo forze elettromagnetiche e gravitazionali. Egli ritiene che anche gli esseri umani dovrebbero sviluppare metodi per viaggiare nello spazio che utilizzano le forze messe in pratica dagli UFO: solo in questo modo si potrebbero raggiungere distanza cosmiche come quelle percorse dagli alieni, attualmente da capogiro.

- L'astronauta Nasa Story Musgrane ha parlato di un avvistamento ufologico clamoroso avvenuto sullo Space Shuttle Columbia, durante la missione STS-80. Durante questo missione è accaduto un fatto molto strano, a cui Story Musgrane non è riuscito a trovare una spiegazione per ciò che ha visto dal finestrino. Un disco è apparso sotto il Columbia, lo Shuttle era più o meno a 190 miglia nautiche, il disco è comparso dal nulla, volava attraverso le nuvole, il bordo esterno del disco sembrava ruotare in senso anti-orario, Musgrane afferma che durante le sue 6 missioni ha cercato di mettersi in contatto con gli Extraterrestri, ma dopo le sue affermazioni è stato ritirato dai voli. Quando gli hanno mostrato alcuni avvistamenti lui ha detto: "Non so cosa sia ma le caratteristiche sono quelle di molte cose che ho visto."

- Nel maggio 2009 vi è stata l'apertura ufficiale al pubblico dello sconfinato archivio degli archivi svedesi: oltre 18.000 casi ufologici svedesi, e migliaia di avvistamenti, rapporti e segnalazioni raccolte in Danimarca e nel resto del nord-europa, nonché micro film di casi americani.

- Sempre nel maggio 2009, il Governo Brasiliano ha rilasciato molti documenti ufficiali sugli UFO, che ancora una volta testimoniano l'enorme interesse che da sempre i vari Paesi hanno avuto sui misteriosi UFO. I documenti rilasciati vanno dal 1952 al 1979. In questi documenti originali si comprende come ogni organo di stato si sia interessato alla fenomenologia, cercando risposte chiare sia dalle Nazioni Unite, dall'Aereonautica e dalle autorità Statunitensi.

- Il Colonello Ariel Sánchez è un ufficiale della Forza Aerea dell'Uruguay con 33 anni di servizio attivo dal 1989 e che guida la commissione ufficiale sugli UFO, il cui compito è quella di raccogliere un registro di casi e sviluppare linee guida o conclusioni sulla sua veridicità e origine. Sánchez ne  è attualmente presidente, ed ha dichiarato nel giugno 2009 in seguito alla declassificazione uruguaiana di documenti riguardanti gli UFO:
 "la commissione ha accertato determinate modificazioni della composizione chimica del suolo dove sono registrati atterraggi. Il fenomeno esiste. Può essere un fenomeno che si registra nella bassa atmosfera, l’atterraggio di una aeronave di una forza straniera, oppure teoricamente di una extraterrestre.
Può trattarsi di una sonda di vigilanza proveniente dallo spazio, nello stesso modo in cui mandiamo nostre sonde per esplorare mondi lontani. Il fenomeno UFO esiste nel paese. Insisto: la Forza Aerea non scarta l’ipotesi extraterrestre sulla base della nostra analisi scientifica".

- Nel giugno 2009 sono iniziate proposte di interrogazioni parlamentari per divulgare la realtà UFO al mondo.

La proposta proviene dalla federazione aeronautica europea FEA (Fédération Européenne Airplane), la quale incalzerà domande e proposte al governo francese per divulgare la visione degli UFO come di origine extraterrestre. L'operazione è la prima di una serie che si propone di indurre una risposta razionale da parte del governo Francese ed indirettamente da parte dell’insieme dei governi, sul soggetto delle manifestazioni di oggetti volanti sconosciuti attualmente nel nostro ambiente da più di oltre sessanta anni. 

Le domande non mancano di menzionare il dovere della Nazione Francese in merito alla decisione, adottata dalle nazioni Unite sul tema dello studio di UFO, che prevede la comunicazione al Segretario Generale della Nazioni Unite concernente l’interpretazione dei risultati della ricerca che sono stati condotti sul tema della vita extraterrestre e sugli UFO. Queste domande suggeriscono alla Francia di adottare una posizione chiara per costituire un gruppo complementare al GEIPAN, possibilmente indipendente con il compito di rendere nota l’interpretazione dei dati raccolti e di convalidare in via aperta e definitiva l’origine extraterrestre di certe manifestazioni.

- Sócrates da Costa Monteiro, Ex ministro dell’Air Force durante il governo di Fernando Collor, dal 1990 al 1992, ex tenente brigadiere della Força Aérea Brasileira (FAB), pilota di diversi tipi di aerei, il 25 ottobre 2009 ha rivelato che le osservazioni di UFO sono state regolarmente captate sugli schermi radar, ben prima dell’assunzione al suo comando, e che tutti i casi sono stati accuratamente registrati, ed alcuni di essi hanno subito un'ulteriore indagine da parte delle Forze aeree. Monteiro ha descritto una situazione in cui la stazione radar di Cindacta a Gama (DF) è stata sorvolato a bassa quota da un oggetto a forma di disco di grandi proporzioni, e che il suo personale, senza sapere cosa fare, ha aperto il fuoco contro l’intruso. Quando giunse a saperlo, Monteiro diede loro espressamente ordine di fermare, immediatamente, il fuoco perché "hanno una tecnologia molto più avanzata della nostra e non sappiamo come avrebbero reagito alla nostra azione".

- Negli ultimi mesi del 2009 ci sono state ulteriori declassificazioni riguardanti migliaia di documenti segreti sugli UFO da parte dei governi inglese, canadese, ucraino e brasiliano.

- Nel novembre 2009, l'astrofisico Lachezar Filipov, vicedirettore dell’Istituto ricerche spaziali dell’Accademia delle scienze di Bulgaria, ha dichiarato: "(gli extraterrestri) sono intorno a noi, ci osservano tutto il tempo, non sono ostili nei nostri confronti, piuttosto vogliono aiutarci, ma non siamo abbastanza sviluppati da riuscire a stabilire un contatto diretto con loro. Sono pronti ad aiutarci, ma noi non sappiamo cosa chiedergli in caso stabilissimo un contatto".

- Nel febbraio 2010, Lord Martin Rees, Astronomo Reale della Gran Bretagna e Presidente della Royal Society, ha dichiarato:  "(gli alieni) potremmo anche guardarli in faccia senza riconoscerli. (...) Il problema è che siamo alla ricerca di qualcosa di molto simile a noi, ammesso che abbiano almeno qualcosa a che vedere con la matematica e la tecnologia. Sospetto che ci sia vita ed intelligenza là fuori, in forme che non possiamo concepire.
Proprio come uno scimpanzé che non riesce a capire la Teoria Quantistica, potrebbero esistere aspetti della Realtà che sono al di là delle capacità del nostro cervello".

- Nell'Aprile 2010, Philip Haseley, professore del Niagara County Community College (una università statale degli USA), ha dichiarato: "È giunto il momento di esaminare la questione UFO come un argomento degno di studio.  È importante che l’intera questione sia portata allo scoperto e investigata ufficialmente. (...) Dire che noi siamo credenti agli UFO implica solitamente che stiamo adottando questo argomento come fede, ma questo non è il caso dato che ci sono molte prove. Abbiamo a che fare con gli scettici come ogni altra organizzazione UFO, e siamo assolutamente disposti a ricevere critiche. Sappiamo che la gente pensa che questo sia un argomento senza senso, ma noi facciamo riferimento alla voluminosa letteratura e a fatti inerenti gli UFO".

- Stephen Hawking, importantissimo astrofisico britannico, matematico e fisico con un quoziente intellettivo di 160, è stato titolare a Cambridge della cattedra lucasiana di Matematica e Fisica, carica ricoperta anche da Isaac Newton, nell'Aprile 2010 ha dichiarato che gli alieni esistono ma sarebbe molto meglio evitarli. Hawking ha detto: «Il contatto con la vita aliena potrebbe essere disastroso per la razza umana». Gli alieni potrebbero tentare di sfruttare la nostra Terra per le sue risorse, per poi proseguire. L'astrofisico paragona tale situazione con la quella della scoperta dell'America nel 1492: «Quando Colombo sbarcò in America, le cose non sono più andate così bene per gli indigeni». Hawking ha in mente degli alieni che, dopo aver esaurito tutte le risorse del proprio pianeta, vanno a caccia attraverso le galassie di altri pianeti da sfruttare. Inoltre, egli immagina che: «Questi esseri potrebbero sottomettere e colonizzare i pianeti a bordo di navi giganti», ed evidenzia che: «Basta guardare a noi stessi per vedere come potrebbe svilupparsi la vita intelligente in qualcosa che non vorremmo incontrare».

 - Nel maggio 2010, Jean-Claude Ribes, astronomo ed ex direttore di ricerca al Centro Nazionale della Ricerca Scientifica (CNRS) ha dichiarato: "Una percentuale significativa resiste a tutte le spiegazioni. L’origine extraterrestre deve essere considerata. La maggioranza degli scienziati stima che è molto probabile l’esistenza di altre civiltà nell’universo".

- Un nuovo rapporto francese pubblicato il 31 maggio 2010 ha concluso che gli UFO sono decisamente reali e forse di origine extraterrestre. Pur non essendo uno studio ufficiale del governo, la relazione di valutazione della Commissione Sigma/3AF proviene da una fonte molto credibile, cioè l'Associazione Aeronautica e Astronomica di Francia, nota come 3AF, che ha istituito una commissione per gli Unidentified Aerial Phenomena nel maggio 2008.
Il Sigma/3AF non è una relazione finale, ma solo un documento di lavoro in corso, tuttavia, offre buon materiale di base sulla storia della ricerca UFO ufficiale in Francia, un equilibrato lavoro di Sigma nel corso degli ultimi due anni con una breve descrizione della maggior parte dei casi significativi francese e alcune osservazioni e conclusioni. I membri della Commissione Sigma/3AF hanno incontrato anche i rappresentanti ufficiali dei militari francesi e molte altre organizzazioni di intelligence che avevano qualche coinvolgimento UFO in passato. Nella sezione commenti, la relazione Sigma/3AF usa il linguaggio non ambiguo, per esempio: "Nessun fenomeno naturale può spiegare la maggior parte delle relazioni di osservazione accompagnata da rilevazioni elettromagnetiche effettuate da uno o diversi radar. I servizi di difesa e controllo del traffico aereo hanno dovuto far fronte un certo numero di volte in tutto il mondo con sconosciuti intrusioni aeree o indotte artificialmente da fenomeni.

Più tardi, la relazione prosegue affermando: "Il comportamento di questi dispositivi durante gli incontri con aerei da combattimento o intercettori - alcuni hanno partecipato a vere battaglie vorticoso negli Stati Uniti - suggerisce che sono controllati, o guidati da automazione particolarmente sofisticate.

La superiorità aerea è tale che nessuna delle molte intercettazioni che sono state fatte contro di loro, negli Stati Uniti per esempio, sono state in grado di superare uno di questi dispositivi".
La relazione Sigma/3AF concorda infine con la conclusione di Cometa, sul fatto che ci troviamo probabilmente di fronte ad una presenza ET. Tale conclusione è stata piuttosto controversa per uno studio semi ufficiale. Tuttavia, la Commissione non si mai scontrata con Sigma/3AF. Pertanto, l'ipotesi centrale proposta dalla relazione COMETA ancora non può essere respinta fino ad oggi e rimane perfettamente credibile. Molti documenti e materiali esaminati dagli autori di questo rapporto lo confermano. Hanno quindi mantenuto, tra alcune altri, ma solo come ipotesi di lavoro, la possibilità che la maggior parte dei velivoli osservati possano avere una origine non terrestre.

- Nel giugno 2010, il fisico nucleare e ricercatore UFO Stanton Friedman ha dichiarato: "Alcuni UFO sono velivoli extraterrestri controllati intelligentemente, e questa è la storia più importante del millennio."

- Jim Warnica è stato nella Navy Reserve dal 1944 al 1946 ed ha lavorato come addetto radar, nel luglio 2010 ha dichiarato in una intervista rilasciata al quotidiano “Cannonconnections” che, mentre era in servizio vide un oggetto misterioso sui radar: “ricordo che un giorno il mio schermo radar rilevò un oggetto veloce in movimento, che non aveva l’aspetto di un aereo. Si muoveva più veloce di qualsiasi aereo che potesse volare. Questo avvenne prima che gli UFO fossero conosciuti“.

- Il 15 ottobre 2010 Mazlan Othman, la responsabile dell'ufficio dell'Onu degli affari spaziali, tra le altre cose ha dichiarato che l'esistenza degli alieni è statisticamente possibile e le Nazioni Unite dovrebbero prepararsi a rispondere in caso di un eventuale contatto. Nonostante i suoi auspici, la responsabile dell'ufficio ritiene che non siamo ancora pronti a un eventuale contatto e che probabilmente ci vorranno diversi anni prima di avere una posizione condivisa.

- Nel dicembre 2010 la Nuova Zelanda ha reso disponibile disponibili i file, compilati dalle autorità militari, in materia di avvistamenti degli UFO. I documenti abbracciano un periodo che va dal 1954 al 2009 ed oltre a casi famosi includono anche disegni di dischi volanti e presunti esempi di scrittura aliena.

- Nel dicembre 2010, la Fuerza Aerea Argentina (FAA) ha annunciato che creerà una commissione per la ricerca sul fenomeno UFO, aumentando il numero di organismi ufficiali di investigazione ufficiali in America del Sud.

- Nel gennaio 2011 Goh Meng Seng, Segretario Generale della National Solidarity Party (NSP) ha dichiarato che nel 1999 vide un UFO che aveva una tecnologia tale da essere definita non umana. A prima vista l'UFO sembrava una nube bianca ardente fluttuante nell'aria, aveva la forma ovale e fluttuava appena fuori le finestre di casa sua. Notò anche come una specie di movimento lento e costante che sembrava innaturale. Dopo circa un minuto l'UFO sibilò e si allontanò velocemente.

- Nel febbraio 2011 la direzione dell'Aeronautica Civile del Cile ha rilasciato alcuni video e registrazioni audio di avvistamenti UFO avvenuti sul territorio nazionale, attraverso il CEFAA (Comitato per lo Studio dei Fenomeni Aerei Anomali). Dei 183 casi studiati, 12 rimangono senza una spiegazione plausibile.

- Il capitano dell'Esercito e pilota Rodrigo Bravo, del distaccamento degli aviatori dell'istituzione, ha dichiarato che "non si può negare o ignorare la situazione: gli UFO rappresentano una minaccia reale e di grande gravità" e "siamo di fronte ad un fenomeno complesso, con caratteristiche che non possono essere spiegate in termini naturali, terrestri".

- In Argentina, dal 2011 la CIFA (Commissione di Investigazione dei Fenomeni Aerospaziali) studierà le apparizioni di UFO. Il team sarà composto da piloti, personale del Servizio Meteorologico Nazionale, dall'Amministrazione Nazionale dell'Aviazione Civile e da medici, psichiatri e personale dell'INTA, in caso di eventi geofisici.

- Il 19 aprile 2011 l'importante astronomo Eamonn Ansbro, che ha un particolare interesse per la ricerca di segnali di Intelligenze Extraterrestri all'interno del nostro Sistema Solare, ha dichiarato di aver trovato le prove che "astronavi spaziali extraterrestri appaiono su specifici percorsi orbitali intorno alla Terra". Ha anche aggiunto che lui e altri scienziati, ricostruendo anni di dati e registrazioni, sono altamente convinti che queste astronavi siano una realtà.
Ansbro ha creato il Kingsland Observatory in Irlanda per gli studi che riguardano l'OSETI (Optical SETI), per la ricerca di Sonde Extraterrestri vicino la Terra e firme ottiche, eventualmente, associate alla attività di "Earthlights" in Norvegia.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari